Salta i links e vai al contenuto

Se non è amore.. cos’è?

  

Sarà sicuramente il posto meno adatto per parlare, ma non so più dove sbattere la testa. Dopo quasi un anno e mezzo, dopo un suo “ti amo” sussurrato dopo pochi mesi e da lì, dopo diversi tira e molla, mai più pronunciato, dopo un “provo dei forti sentimenti per te ma non so se sia amore” siamo ancora insieme. Ma siamo innamorati senza amore? Stiamo bene, ci sono dei momenti in cui stiamo davvero bene, ma non siamo come tutte le altre coppie. Non passiamo le feste insieme a casa dei rispettivi parenti, non ci sono mille foto, in università non possiamo camminare mano nella mano, ancora mi imbarazza molto fare o dire alcune cose con lui, come anche solamente andare a mangiare un gelato.. so di non poter insistere più di tanto e il più delle volte tutto ciò che mi fa star male e che vorrei diverso lo tengo per me, cercando di sopportare, perché sarebbe solo causa di litigi.. non c’è quel messaggio che ti dice “amore mio” ogni mattina o ogni sera, non c’è il “sei bellissima” non ci sono i mazzi di fiori, non ci sono i “non ti preoccupare ci sono io” non c’è quel senso di protezione, non c’è quella dolcezza, quella tenerezza che dovrebbe esserci e che un tempo c’è stata. Ed il tutto è a momenti. Ci sono dei momenti in cui penso che non è la fine del mondo, che posso farcela nonostante questo perché alla fine sto bene, ma il più delle volte basta un niente per demoralizzarmi, anche solo una parola sbagliata mi porta a pensare che il tutto sia solo una grande e grossa delusione.. sta con me, ma non mi ama.. me l’ha detto chiaramente.. prova qualcosa di forte per me ma non è amore, dice che quando è sul punto di aprirsi con me puntualmente succede qualcosa che lo fa tirare indietro.. dopo l’ennesima lite non ho più posto il problema, cerco di far finta di nulla.. ma poi vedo le altre coppie e penso “Caspita, vorrei essere anche io come loro, anche io vorrei una storia così”.. vorrei tanto che lui mi amasse, vorrei avere questa certezza.. e vado avanti, ogni giorno cercando di dimenticarmene, cercando di pensare solo a quanto stiamo bene insieme, cercando di accontentarmi.. ma sto sempre più male.. vorrei quel tocco in più, quel calore che manca.. stiamo bene insieme, stiamo molto bene, ma io so che lui non è legato a me per amore, e questa cosa mi distrugge. Cosa posso fare? Non riesco a lasciarlo, preferisco soffrire silenziosamente.. quel suo “ti voglio bene” lascia troppo l’amaro in bocca e mi fa piangere le lacrime più amare.. mi vuole bene, anche un bene dell’anima, ma non mi ama.. e piango quando sono con lui, anche quando semplicemente ridiamo e scherziamo, mi abbraccia e io all’improvviso scoppio a piangere, e lui non lo sopporta, mi rimprovera sempre “perché piangi??” ma non lo capisce.. piango anche quando facciamo l’amore.. e lì si arrabbia ancora di più.. ma come posso non piangere? Per me diventa una cosa molto triste, non più piacevole..Non ho nessuna certezza.. e nell’incertezza di ciò lui preferirebbe lasciarmi, come ha già fatto precedentemente.. mi accontento delle briciole, quando io stessa gli darei il mondo.. ma vedendolo così, come posso io aprirgli il mio cuore? Sapendo che lui non ricambia.. questa situazione lacera il mio cuore ogni giorno che passa sempre di più, e non c’è modo di arrestare la fuoriuscita del sangue.. davvero non so che fare, so che parlandogliene mi lascerebbe..

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

16 commenti a

Se non è amore.. cos’è?

Pagine: 1 2

  1. 1
    sarah -

    non vedo amore in questa storia mi spiace,non puoi accontentarti delel briciole e dire sempre…mah si non è niente…tu soffri e se stare con lui ti fa soffrire non ha senso continuare,se un uomo ti ama te lo dice spontaneamente,non siete spontanei,tu ti fai mille problemi se aprirti o non con lui,lui è comunque distaccato con te che senso ha?

  2. 2
    Clacla87 -

    Ciao Zoe, conosco bene la situazione che hai descritto.
    Di certo non conosco la persona di cui stai parlando, ma il suo comportamento a mio avviso potrebbe rientrare in due categorie:
    1)Non ti amo, sto con te per abitudine, perchè non sono capace di porre fine ad una storia.
    2)Ti amo, ma me ne sono dimenticato, sono così egoista da non vedere quanto tengo a te e il mio IO si sta mettendo in mezzo ai miei sentimenti per te.

    Che fare allora? Una risposta non c’è, da quello che ho capito tu sei proprio innamorata e non ce la fai a stare senza di lui.
    Io ti consiglio di parlarci a quattro occhi, lui ti può dare sicuramente delle spiegazioni, digli che la situazione ti sta uccidendo. Digli che il suo “ti voglio bene” non ti basta più, che una persona che si comporta così non ti rispetta, digli di rispettarti e prendere una decisione, se non riesci a prenderla tu. Se invece riesci ad essere abbastanza forte lascialo, fagli capire che ti sta perdendo e se davvero ci tiene a te non ti lascerà andare, cambierà pur di non rinunciare a te. In amore bisogna rischiare, non credo che tu voglia passare la vita con una persona che stia con te solo per passare il tempo. Ad ogni modo ti auguro che la situazione si risolva presto.

  3. 3
    Almost-Imperfect -

    Per me ha ragione sarah, non ha molto senso contimnuare così con questi presupposti

  4. 4
    mezzaluna -

    Ciao Zoe, dimmi solo una cosa. In cosa state tanto bene insieme? Cosa vi lega? State insieme e piangi, ti dice che ti vuole bene e piangi, fate l’amore e piangi… Dov’è lo stare bene in questo? Io non lo vedo… Cerca di riflettere e datti una risposta. Ci vuole coraggio nell’amore anche quello di smettere di stare in bilico. Un abbraccio.

  5. 5
    valentina -

    Ciao Zoe,
    non so darti un vero consiglio. Sento sempre più storie con ragazzi così indecisi, così pronti a dire ti voglio bene ma non ti amo. Non lo so, la maggiorparte delle persone di solito ti consiglia di rinunciare, ti fa sentire una che ha poca autostima o che si fa prendere in giro. Dipende da te e non da lui la tua sofferenza. Decidi tu.
    Io sto con un ragazzo così da un anno. Noi ci nascondiamo anche per vari altri motivi. Io a lui tengo molto, a volte soffro, ma l’intesa che abbiamo è così forte, speciale. Io non ho mai provato nulla di simile. Quando sto con lui sono in un mondo a parte, il nostro mondo. Quando ci dobbiamo salutare o vedo che il tempo vola troppo in fretta mi viene un pò d’ansia. Ci sn state anche brutte litigate, ma io credo che ci sia più amore di quello che lui voglia ammettere anche con se stesso. Ho deciso di mostrarmi forte più che posso. Forse si fiderà di me davvero e stupiremo tutti quelli che sono pronti a dire che non c’è futuro in queste storie. Forse no. Quello che importa è che ci sia rispetto, fedeltà e che io impari a non dipendere dall’altro come ho fatto nella mia storia precedente. Comunque è inutile piangere o sentirsi deboli. Se il ragazzo con cui stai ha paura di impegnarsi con te, chissà per quale misterioso motivo, cmq sarà ancora più spaventato dalle lacrime e dalle recriminazioni. Io accetto i suoi tempi e ci sono per lui, perchè voglio il suo bene. Cerco di essere consapevole della mia scelta e che questa sia un rischio. Voglio star bene ed essere forte. Forse aprirà gli occhi o forse no. O prima o poi mi rimpiangerà. Io spero in un lieto fine a cui nessuno crede. Farò la mia parte per avere quello che voglio. Cmq ti copio la frase del film Shop Girl che può anche essere il malinconico epilogo di queste storie.
    “Mentre guarda Mirabelle che si allontana, Ray Porter prova un senso di perdita. Com’è possibile, pensa, che gli manchi una donna, che ha tenuto a distanza proprio per non sentirne la mancanza il giorno che se ne fosse andata? Solo allora si rende conto che il volerla solo in parte e non totalmente aveva ferito entrambi e non può giustificare le sue azioni se non per il fatto che… così è la vita!”

  6. 6
    vale -

    Zoe cara,non so com’è ora la tua situazione(visto che siamo in giugno),ma le parole che hai scritto sono l’esatta descrizione della mia situazione.Due anni e mezzo con lui che all’inizio mi amava(diceva)e tanto,poi…tutto il suo sentimento è scemato e anche lui è stato chiaro(senza riguardo)dicendomi più di una volta che non mi ama.Mi vuole bene…Tra l’altro io sono esasperata e distrutta perché non so più come comportarmi.Anche con lui non si può parlare perché si infastidisce e quindi si litiga e poi lui si stufa e io piango(e soffro tanto)e lui fa addirittura lo stressato,l’esaurito…e io mi sento umiliata.Ma non c’è modo.Neanche per farmi rispettare.Non ha nessun riguardo nei miei confronti.Eppure sta con me.Ma è chiaro che non mi ama.Dice che mi vuole bene e che non sta con me x sesso.Io lo amo.Io non sono cambiata.Questa è la fregatura.Io non ho smesso di amarlo. Non ne so uscire e ho paura che mi lasci in ogni momento.L’ha già fatto altre volte,ma senza riuscirci(anche se sono sicura che non mi ama). Ecco qui la mia bella vita.

  7. 7
    gil -

    …Si tratta del NARCISO,con il passare del tempo si fortifica ancora di più, peggiorando irrimediabilmente.

  8. 8
    Luna -

    Care donne, per capire cosa vuol dire essere amate da un uomo dovete imparare ad amare voi stesse. Date tanto ad un uomo che dice di non amarvi, e voi siete innamorate di lui. Non cercatelo , fategli sentire la vostra assenza, andate in palestra, uscite con amici, godetevi la vostra vita. Imparate prima a vivere bene con voi stesse, fate progetti per il vostro futuro, prendetevi cura di voi e delle vostre cose , cercate un vostro benessere spirituale, indipendentemente da quest’uomo e poi vedrete che mentre proseguite lungo il cammino della vostra vita, un uomo potrebbe decidere di camminare con voi. Chiedete prima quali mete ha e se coincidono con le vostre mete allora potrete essere sicure che quello è l’uomo da amare e tenere accanto. Ma per esperienza vi dico che una donna e un uomo non potranno mai essere felici insieme pur volendosi bene,se non hanno gli stessi obiettivi nella vita. L’uomo deve vedere la donna come qualcosa di prezioso e deve amarla e prendersi cura di lei, amarla e rispettarla, la donna a sua volta deve vedere l’uomo nelle sue certezze, capace , deve amarlo e rispettarlo . Non c’è spazio per l’egoismo nell’amore. Il tempo non torna indietro. Quindi bisogna guardare avanti, indipendentemente di chi ci sta accanto.

  9. 9
    Ariel -

    Stessa situazione per me. Mi vuole bene ma addirittura lui sta e convive con un’altra persona. Vive la sua vita con lei e io vivo la mia con i miei figli. Abbiamo vite diverse e lui dice esigenze diverse. Però abbiamo un forte feeling. È molto difficile rinunciare a qualcosa che ti piace molto o qualcuno con cui potresti ipoteticamente stare bene. Quando ami qualcuno non puoi vivere senza questa è la differenza. Dipende solo cosa si cerca nella vita e cosa si vuole vivere.

  10. 10
    rossana -

    Ariel,
    “È molto difficile rinunciare a qualcosa che ti piace molto o qualcuno con cui potresti ipoteticamente stare bene.”

    per me, sull’affermazione di cui sopra, l’accento cade sull’ “ipoteticamente”, che mi lascia supporre che, allo stato dei fatti, tu non stia del tutto bene con quest’uomo, che afferma di volerti bene. scusa la ripetezione, voluta.

    ti senti sicura di quanto ti esprime a parole? ti può bastare un essere “amata” mantenendo ognuno di voi vite separate?

    se sì, e se in questo rapporto non c’è un eccessivo accontentarsi da parte tua, non dovrebbero esserci problemi. altrimenti, dal mio punto di vista, meglio sarebbe rimettere tutto in discussione.

    volendo, sei libera di scegliere, consapevole dei pro e dei contro che la decisione comporta.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili