Salta i links e vai al contenuto

Sarà la solita “pausa di riflessione”?

E’ la prima volta che scrivo una lettera, e lo faccio per cercare consolazione o meglio ancora un consiglio, dato che ho letto altre lettere di storie simili e peggiori della mia.
L’ho conosciuta un anno fa, anche se “virtualmente”… poi pian piano è nato un bel rapporto di amicizia, e sono cominciate le telefonate, fino a due mesi fa, quando finalmente ci siamo visti di persona.
Lì è scattato qualcosa dentro ben oltre la semplice amicizia.
Tutto sembrava andare per il meglio, e la cosa mi dava sicurezza, anche se ben sapevo la difficoltà della situazione, principalmente dovuta alla distanza (ma entrambi eravamo disposti a superare questo ostacolo)
Finchè, la settimana scorsa, mi viene detto (tra l’altro nemmeno a voce, ma con un lungo sms) che deve capire cosa prova per me, sente di volermi ma non sa come, lei già prima che ci mettessimo insieme aveva in mente di stare da sola (e questo è vero, ricordo che prima che succedesse tutto, quando ancora eravamo amici, me l’aveva detto) e che quindi non sa se al momento è pronta per amarmi con tutta se stessa.
Ho tentato di convincerla a provare ad andare avanti, ma dopo pochi giorni anche questo sforzo è risultato vano.
Siamo ora giunti alla conclusione di sentirci il meno possibile, o meglio di non sentirci proprio, per questo periodo, così che lei possa rendersi conto di quello che effettivamente prova per me.
E io devo dire che ci sto malissimo, perchè da un lato mi sento preso in giro (com’è possibile sentirsi di essere innamorata come non mai, riempirmi di belle parole e poi, dopo pochi giorni, rinnegare tutto?), e dall’altro, nonostante tutto, sento forte in me il desiderio di lei, sento qualcosa di molto forte che mi porta a lei.
Ora io non so come comportarmi, se restare qui ad aspettare, con il timore che non torni, se cercare di distaccarmi da lei, o se farmi vivo io…
So solo che la amo tantissimo…

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

7 commenti

  1. 1
    martina85 -

    caro,io sono piu o meno nella tua stessa situazione,il mio di è presso un mese di riflessione dopo piu di 2 anni insieme,per me è molto difficile resistere a questa lunga attesa, poi non mi lascia stare il pensiero che lui non torni piu, ora che io provo per lui un sentimento grande come l’amore,forsa e coraggio che ti sto vicino.
    leggi la mia lettera e capirai la mia situazione e sul titolo si puo fidanzare senza fare sesso? un grosso in bocca al lupo!

  2. 2
    leo -

    primo passo: disconnettere il cervello dalle gonadi.
    se funziona così, OK!
    se invece questo non basta, nel senso che la cosa ha anche un valore più elevato, secondo passo:
    meditare sul rispetto della libertà altrui di relazionarsi con chi gli/le pare, per quanto questo possa generare talvolta dispiacere; è una questione di rispetto liberale.
    se il secondo passo è efficace OK!
    se non lo è, il che significa che il proprio attaccamento è più forte del rispetto della libertà altrui, terzo passo:
    meditare sul concetto che in una relazione il minimo richiesto di partecipanti è 2; se uno dei 2 mostra difficoltà si resta in 1 e quindi non sussiste relazione ma solo pio desiderio di una delle parti; ma un desiderio insoddisfatto, anche se pio, porta dolore, il che è contrario al principio fondamentale di autoconservazione.
    non essendo possibile sopprimere la fonte del desiderio per questioni etiche e neanche sé stessi per non contraddire il principio di autoconservazione, l’unico modo di risolvere il problema è eliminarlo nella mente con un’ERASE.
    se funziona OK!
    quelli che non riescono a fare neanche questo vanno in ABEND, o, come si dice comunemente, in TILT e, dopo un po’, fondono parte dei neuroni del cervello, diventando attori di azioni casuali sconclusionate di vario genere, che sono poi una mediazione irrazionale tra soddisfazione di desiderio, soppressione della causa del dolore e soppressione del dolore.
    alcuni, temendo questa EXIT tornano al primo, o al secondo o al terzo passo, secondo i casi, e ripetono la procedura finché l’iterazione azzera il problema.
    per gli altri, non c’è speranza!
    spero d’averti aiutato.

  3. 3
    Marlendive x martina85 -

    Cara martina,
    effettivamente ci troviamo in una situazione simile… e anch’io, come te, ho paura che lei non torni più.
    In quel caso avrei la “consolazione” di sapere che non era amore quello che provava lei, e quindi come dire… meglio essere coerenti ed evitare di andare avanti a mentire…
    Ma un altro mio timore è che questa pausa contribuisca solo ad allontarla da me, a farle dimenticare me… però allo stesso tempo credo che se cominciassi a starle addosso peggiorerei solo la situazione.
    Allora niente, torno nel mio silenzio, ad attendere…
    ma si sta male…
    In bocca al lupo anche a te!

  4. 4
    Marlendive x leo -

    Caro leo,
    sicuramente il tuo commento mi ha aiutato a sorridere…
    Sì, hai ragione quando dici che una relazione, qualora non sussista il consenso di entrambi, diventa un desiderio.
    Il fatto però è che io tuttora non so come considerare questo rapporto: se una relazione, appunto, oppure un desiderio personale.
    Fino a qualche tempo fa mi veniva esplicitamente fatto notare che si trattava della prima, poi, improvvisamente, mi sono dovuto orientare più sul secondo…
    Vorrei davvero poter resettare tutto… anzi qua ci vorrebbe una bella formattazione, a dire il vero… ma non riesco, perchè grande è ancora il desiderio di averla accanto…

  5. 5
    maria -

    ciao io sono uscita da una storia di quasi 2 anni ero e sono innamorata pazza ci siamo lasciati da un anno
    mi ha detto che aveva bisogno di una pausa di riflessione io glielo data ma dopo 1 settiomana gli avevo chiesto cosa aveva deciso ha detto non era pronto a darmi una risposta cosi ho preso e lo lasciato voglio darti un consiglio non andare di fretta e lascia che le cose vanno
    per il suo destino e che sara lui a darti la risposta dagli tempo non avere fretta ciao

  6. 6
    tex -

    boh… credo per esperienza che se una storia inizia con pause di riflessione, silenzi etc.. per quanto possa essere difficile ci si debba sforzare di mollare il colpo… più avanti sarà sempre peggio
    mi dispiace, ma non credo seriamente che una storia che inizia a vacillare possa riprendersi
    sforzatevi di vedere e conoscere altre persone e, per quanto la “fissa amorosa” possa essere forte.. alla fine cederà
    un abbraccio a tutti
    t.

  7. 7
    marlendive -

    Grazie a tutti coloro che hanno risposto (anche se a 2 anni di distanza!), comunque tanto per la cronaca la storia è finita lì e oggi non ho alcun tipo di rimpianto, è stato un bene che finisse così.
    Adesso sono felicemente single con una possibile evoluzione in vista.
    saluti a tutti

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili