Salta i links e vai al contenuto

Una pausa di riflessione o rottura?

La mia storia è un pò complicata, diciamo che sto con un ragazzo da quasi 3 anni, durante i quali, purtroppo, a causa di una malattia, è morta mia madre, della stessa identica malattia per cui è morta la madre del mio ragazzo.
Mia madre è morta a Dicembre del 2010, lui è corso da me (si è fatto 8 ore di macchina per poi restare imbottigliato nel traffico a lucca, tant’è che alla fine si è fatto 13 ore di auto), poi ci siamo rivisti i mesi dopo, una volta è salito lui, due volte io, poi abbiamo deciso ad aprile di aspettare luglio per vederci (dato che sarei stata da lui un mese, per evitare di spendere troppi soldi, abbiamo deciso così), l’8 luglio è venuto a prendermi nella mia nuova casa, in abruzzo, a circa 5 ore di distanza (in entrambi i casi, sia per la morte di mia madre, sia per venirmi a prendere l’8 luglio è venuto con suo padre nonostante lui abbia la patente da 6 anni) ad ogni modo sono andata con lui in vacanza, abbiamo passato 21 giorni felici, tranne l’ultima settimana, quando improvvisamente ha iniziato a farsi distaccato, mi ha fatto piangere un paio di volte per delle frasi strane, tipo non dirmi più “ti amo” mentre facevamo l’amore (anche se l’ha sempre fatto) oppure iniziare a fare discorsi contorti riguardo al lasciarsi o al fatto che voleva starsene un pò da solo.
I primi di agosto, tornata a casa, era ancora più distaccato, ha iniziato ad evitare di dirmi “ti amo” al telefono, a telefonarmi sempre più di rado, ad essere distaccato, come se avesse qualche problema.
Alla fine il 14 gli ho chiesto spiegazioni (non ce la facevo più) e lui mi ha detto che non sapeva se mi amava oppure no, o meglio, mi ha detto che si sentiva vuoto, che da giorni non riusciva a provare più nulla ne per la sua famiglia, ne per i suoi amici, e anche per me, ovviamente (e ne ho avuta conferma, sia gli amici che il datore di lavoro mi hanno detto che non lo sentono da un pò).
Ho iniziato ad avere paura, mi ha chiesto di ridurre le telefonate, e l’ho fatto, ho iniziato a chiamarlo di meno (tra pianti e disperazione) e ogni sera, quando lo chiamavo, lo sentivo sempre giu di morale.
Poi oggi sono entrata su Facebook, e la cugina aveva postato le foto di alcune serate passate con il mio ragazzo durante questo periodo di nostra crisi.
Ed erano lui, il fratello, la moglie del fratello, la cugina e una tipa che non ho mai visto.
Mi è salito il sangue al cervello (soprattutto perchè se ne stava tutto abbracciato a questa tipa mai vista, e anche perchè questa qui prendeva praticamente il mio posto nelle foto, tutte accanto a lui) e gli ho telefonato incavolata nera, lui si è arrabbiato con me, mi ha detto che, se lui ha questi problemi (ho scoperto che ha problemi a casa, per quello è caduto in depressione, ma ha un carattere chiuso e non riesce a parlarne) e io non riesco a fidarmi così tanto di lui, allora serve una pausa.
Io gli ho detto che ho bisogno di lui, anche perchè con la morte di mia madre sono gia in una brutta situazione sentimentalmente parlando..e lui ha detto che vuole comunque starmi vicino, ma non vuole parlare della nostra relazione per un pò, ha detto che continuerà a chiamarmi per darmi la buonanotte, per sapere come sto, ma non dovremo parlare della nostra relazione (lui per pausa intende questo).

Cosa devo pensare?
Ho pianto fin’ora (la cosa è successa meno di un ora fa) ho la testa che mi scoppia e non posso prendere il telefono in mano perchè c’è la sua foto sorridente sullo schermo…
Mi sento morire.

Dei pareri?
Secondo voi una pausa di riflessione funziona davvero in momenti di problemi famigliari?
Infondo lui ha detto che la pausa la vuole principalmente per rimboccarsi le maniche e pensare alla sua famiglia, come dovrei poi fare anche io.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

3 commenti a

Una pausa di riflessione o rottura?

  1. 1
    shaut -

    Ciao ho letto la tua lettera lo vuoi un consiglio’non stargli addosso che piu vedono che ci soffri e piu ti fanno soffrire mollalo nel suo brodo se mi credi io sono in una situazione peggiore alla mia e ti posso dire che se tanto aveva voglia di stare in giro col fratello e l amica tantio poteva chiamare te soprattutto in questa tua situazione delicata.lo so piangerai soffrirai ma lo devi lasciare andare se vuole torna lui e non pretendere niente neanche la buonanotte la storia a distanza l ho provata sulla mia pelle vivi per la sua telefonata e quando arriva tutta speranzosa ti accorgi che loui è giu etc.Comincia a pensare alla tua famiglia ti è morta la mamma cavolo non è uno scherzo e mi dispiace dirtelo ma lui non ti ama piu e proprio perche hai sofferto e soffri cosi tanto per una tale perdita MOLLALO fidati ripeto ci sto passando.Mi spiace essere cosi dura ma prima accetti questa realta prima ti passa e ti posso assicurare che quando loro tornano perhce tornano a te poi non ti frega piu niente.baci ciao

  2. 2
    Robert -

    vero. Risposta 1 assai giusta.
    Posso solo aggiungere: perchè non vi scambiate il telefono? Magari vi sfogate a vicenda.

  3. 3
    Barbella -

    Non ho capito a chi ti riferisci Robert.
    Ad ogni modo vorrei aggiornare le ultime cose accadute:
    Dopo varie riflessioni, chiacchierate con amici sia solo miei che di tutti e due ho deciso di dargli un ultimatum, senza più sentirci per un mese, al termine del quale sarà lui a dovermi chiamare, nel caso in cui non lo facesse comunque mi sarei abituata a non sentirlo più.
    In caso contrario avrà il suo bel da fare per riconquistarmi.
    (Ho solo paura che, a causa della sua bassa autostima, non inizi a pensare che io sia più felice senza di lui, e quindi non mi telefoni più per questo).

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili