Salta i links e vai al contenuto

Razzismo

Gent/mo Direttore, colgo l’occasione per scrivere queste poche righe dopo l’infelice esternazione di Salvini per farle conoscere un caso di schedatura nazista.

La storia riguarda mia madre, che ai tempi dell’occupazione nazista, era stata schedata come probabile originaria di razza ebraica e pertanto si sarebbe proceduto alla sua eventuale deportazione in campi di concentramento.

La storia si svolge a Belvedere marittimo (Cosenza), mia madre, allora, aveva 5 figli, io nascevo nel 1946, tutti i miei fratelli, a quei tempi sono stati testimoni di questa terribile vicenda. Allora la notizia aveva gettato nel panico assoluto tutta la mia famiglia.

Nell’attesa della partenza di mia madre, la mia casa era piantonata da militari fascisti per evitare la fuga di mia madre.

Personalmente da quando conosco questa storia (per bocca dei miai fratelli) non mi do pace e vorrei raccontare questa storia atestimonianza di questo periodo storico, orrendo, sul quale ancora cisarebbe da far luce e chiarezza.

Io personalmente ricordo il racconto disperato di mia madre quando parlava del fatto che avevano dovuto donare le fedi dorate del matrimonio e nel raccontarlo vedo ancora mia mdre piangente e disperata. Questi fatti continuano ad essere presenti nella mia mente e ritornano come fantasmi ogni volta che sento parlare di razzismo e/o di fascismo ed anche io mi dispero vedendo come l’essere umano non trae beneficio dalla storia a da fatti così orrendi.

Poteri scrivere ancora, ma smetto perché già mi sta assalendo l’angoscia ed il ricordo di mia madre.

Continui ad essere paladino e portavoce di una società che rifiuta le differenze, per colore di pelle, di razza, di fede, e credo politico)

Grazie per la sua attenzione.

Distinti saluti

Mario Loiero

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Politica

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili