Salta i links e vai al contenuto

Razzismo, camicie e saluti alla romana

Gentili lettori, grazie ancora per l’attenzione che dedicate sempre più assidui alla Linguaccia, e bentornati alla terza edizione. Oggi si discute di razzismo, di camicie, di saluti alla romana e salt’in bocca ops scusate devo andare a cucinare , e ci si chiede se l’Italia sia più o meno un paese discriminante. Io da quella gran pettegola che sono mi sono permessa di fare un’indagine personale, ho intervistato personalmente 100 persone tra i ceti sociali più elevati e tra i ceti meno abbienti, perchè , ma è chiaro perchè in realtà molto spesso l’unica discriminazione è solo classismo infatti i più abbienti hanno risposto che il razzismo-classismo non esiste e i meno privileggiati invece hanno risposto di si . Infatti tendiamo molto più spessodi quanto non si creda ad identificare il colore della pella con la classe sociale, se è di colore deve essere sicuramente anche poco colto e volgare e magari anche “SPORCO” e qui si cade anche nell’equivoco e non si lascia in pace nemmeno la povera grammatica italiana, CHE POVERETTA DA SOLA NON FA MALE A NESSUNO, un aggettivo così innocuo. Ma voi vi offendereste se vi dicessero PULITO NERO, io no allora perchè lo fate voi. E poi se un giorno non mi sono lavata bene, vuol dire che mi farò un’altra bella doccia. Però vi fa ridere se vi dicono:”Miii! sembri incazzato nero!”. In realtà come affermava la celebre canzone di Giorgia:”Il mondo è dei colori”.verità vi dico da insegnante che sporco sempre un aggettivo resta, e quindi perchè discriminarlo non lo ha fatto nemmeno la giustizia, dovrebbe solo essere usato con più cortesia. Grazie ancora dalla redazione La linguaccia è tutto.

L'autore ha scritto 107 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini

2 commenti a

Razzismo, camicie e saluti alla romana

  1. 1
    fava -

    Ciao ragazzi… sono umberto fava,un po sfavato..perchè non se ne puo” piu dell”ignoranza della gente. Ragazzi ma quando cresciamo? Buon 2006 a tutti

  2. 2
    Anna73 -

    cara viseminara o liguaccia, come vuoi tu. Mi dici cosa c’entrano i razzisti con le camicie e con i saluti alla romana?
    Forse intendi il “saluto romano” che è stato usato dai fascisti nel periodo tra le due guerre in italia. Bè, è mia opinione che il razzismo collegato al fascismo sia solamente un luogo comune.
    Grazie a Dio dopo sessant’anni di falsità un po di verità sta uscendo sul periodo fascista. Vuoi sapere cosa ho capito negli ulltimi due anni (periodo in cui mi sono incuriosita ed ho letto libri “non ufficiali”)? che a scuola, in televisione, nei luoghi comuni di ogni situazione della nostra vita ci hanno detto un sacco di bugie! sto aprendo solo ora gli occhi e mi piacerebbe lo facessi anche tu. Abbiamo vissuto sotto un pesante regime dittatoriale…no, non sto parlando del fascismo, sto parlando della dittatura culturale a cui siamo stati soggetti in questi sessant’anni di democrazia.
    Non sto dicendo che tutto del fascimo è stato bello e positivo, ma che la bestia nera, il diavolo, il male, stà da tutt’altra parte. Mussolini era un GIUSTO e non ha nulla a che vedere con la faccenda del fascismo. Credimi, e appena puoi, informati.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili