Salta i links e vai al contenuto

Rapporti ambigui tra il mio ragazzo e sua sorella

  

1000 parole, spero di poter dire tutto ciò che sento. Dunque sto con questo ragazzo da due anni e ci convivo da più di 6 mesi, i quali primi tre con la famiglia di lui. Mi sono trasferita all’estero e qui sono sola. Sono arrivata in questa casa piena di tradizioni differenti dalle mie, e ho cercato di adattarmi. I genitori di lui : il padre un uomo pigro,volgare e maschilista, la madre invece succube passiva e fondamentalmente buona. Il mio ragazzo ha inoltre una sorella più piccola di lui di due anni, lei ne ha 24. Lei é una persona orribilmente falsa ed approfittatrice, ignorante, ed assolutamente volgare, sia di spirito sia nell’estetica. Il mio ragazzo e la sorella, da quando sono arrivata a casa loro, non hanno mai avuto di fronte a me alcun tipo di rapporto morboso, anzi a malapena si guardavano in faccia, se non per qualche battutina reciproca. Bene io fin dal principio cerco di essere amichevole, ben disposta, nonostante non avessi alcun tipo di argomento di conversazione, ho cercato di farmi accettare da tutti, specialmente da lei, con rispetto ed educazione. Passati i primi tempi, lei si avvicina un po’ a me, si sfoga ogni tanto della sua relazione e mi chiede della mia con il fratello, e iniziamo ad andare in palestra tutti e TRE insieme. Vedo i due più giocosi rispettivamente che mai e la cosa mi faceva solo che piacere. Un giorno torniamo a casa dalla palestra e stiamo salendo le scale (tre rampe) io ero già al secondo piano ed i due si trovavano ancora al primo, mi giro e vedo lui che punzecchia la sorella da dietro toccandole il sedere , mentre stanno salendo. Lì per lì non ci faccio molto caso, nonostante sia una cosa che fa con me di solito. Passano due giorni, io e lui in bagno dopo una doccia mentre ci sistemiamo, lei entra e chiede al fratello “come sto?” Con questo top succinto, mezzo seno fuori, senza alcun reggiseno ed insomma il suo solito modo di vestirsi. Lui non risponde ma lo faccio io istintivamente, le dico “se devi andare in giro così di notte copriti quelle tette” lei mi ignora e continua a specchiarsi, lui invece?! Protrae la mano verso la sorella e le prende il capezzolo tra le dita sorridendo e guardandoci entrambe. Io sconvolta. Lui mi rimprovera per il mio poi immediato successivo disgusto, che mi ha portato ad indossare le scarpe e lasciare la casa per due ore subito dopo l accaduto. Dopo un mese di discussioni lui finalmente mi dice okay, ho capito che per te non é normale e non accadrà più. Per me?! O per il dannato mondo? Lei non riesco più a guardarla in faccia, mi disgusta, per di più continua a tirarmi frecciatine ogni qualvolta sono costretta a vederla. L ultima é stata : sono sicura che i miei figli saranno molto più belli dei tuoi! Ma che cazzo di commento é ?! Succo del discorso, non la sopporto e vederla mi riporta alla mente quell’episodio osceno, e lui “lo so che non la sopporti ma fa parte della mia famiglia e dobbismo fare i finti tonti sennò mia madre ci soffre, mia madre viene prima di tutto e quindi mia sorella farà sempre parte della mia vita e tu non puoi startene lì con quella faccia da cazzo, impara a fingere e a fottertene”. Sto pensando alla mia vita, a sta famiglia di merda in cui un possibile mio figlio potrà crescere , i miei genitori  distanti e nessun supporto… PS : quando lei se ne esce con queste frasi , o quando entra in casa mia senza nemmeno salutarmi, tutto il resto della famiglia compreso il mio lui fa finta di nulla come fosse la cosa più normale del mondo. PPS: non sono bigotta, anzi, ma sono stata cresciuta in una casa e non in una giungla.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

15 commenti a

Rapporti ambigui tra il mio ragazzo e sua sorella

Pagine: 1 2

  1. 1
    Yog -

    Mmmmh… sei probabilmente finita in un paese slavo. Là queste cose sono normali, hanno quegli usi e costumi un po’ strani, tipo pisciare nel lavandino (cosa che noi non facciamo). Non sono cattivi, ma per farci un figlio ci vuol davvero un bel fegato. Poi a ben vedere se uno tocca un po’ la sorella non ne farei mica un dramma, se ci pensi è andata peggio a quelli che il 13 agosto avevano preso azioni Atlantia.

  2. 2
    Bohemien82 -

    Mollalo e scappa via da quella casa. Io lasciai una ragazza perché a casa sua era normale che le donne (madre e le figlie) girassero in mutande alla presenza mia o altri. Be, per me è segno se non di volgarità, di mancanza di educazione, rispetto e bon ton..questo le tocca i capezzoli? Be un po’ malsano é a quell’etá. Ok che si dice “i cugini sono i primi” ma tra fratello e sorella é da vomito.

  3. 3
    Gimmy -

    Secondo me stai dando troppo risalto a un paio di gesti che lasciano il tempo che trovano. Mai convivere con tutta la famiglia di lui ne di lei, se uno tollera i difetti del partner non significa che deve anche accettare tutti quelli del clan. Il bello di poter vivere per conto proprio sta nel fatto che non ci sono intrusioni di terze parti e mi pare di aver capito che adesso non vivi più con loro. Quindi si tratta di tollerare qualche uscita infelice. Frequentare significa conoscere le persone, per cui devi solo capire se il tuo ragazzo ti ama nel modo in cui vorresti, come si comporta con te, il suo atteggiamento nelle cose che non condividi o che assume per evitare di portare scompiglio nella coppia… e se non trovi riscontro positivo tra quello che cerchi per il tuo futuro allora vorrà dire che sei nel posto sbagliato.

  4. 4
    Golem -

    È l’estetica volgare la parte interessante della sorella. Sarei stato curioso di osservarla.
    Comunque, una cosa è certa, ed è che solo tu puoi sapere cos’è meglio per te.

  5. 5
    Attimo Ogi -

    Pur non volendo fare il bacchettone, mi sembra strano che quando si diventa adulti siano ancora consentiti certi “giochini” che magari sono innocenti da bambini.

    I bambini esplorano se stessi e il mondo circostante, e le mamme sanno bene che cosa riescono a combinare (cose che metterebbero in imbarazzo chiunque, ma appunto per loro non c’è malizia perché sono piccoli).

    Quando invece si diventa adulti, c’è la maturità per capire che cosa è adeguato rispetto a ciò che non lo è.

    A mio parere un uomo adulto non dovrebbe toccare il seno o il culo alla sorella, salvo che non sia un medico e per ragioni legate al lavoro, non per affettività (o peggio ancora per altro).

  6. 6
    Golem -

    Giusto Ogi, ottima riflessione. Potrebbe essere un medico quel fratello, o in subordine studente di Medicina fuoricorso. In quel caso tutto avrebbe un senso. Non ci avevo pensato.

  7. 7
    lilly -

    ma pure io ti dico di scappare.. e’ una brutta situazione, una brutta famiglia con usi discutibili.. non vivresti bene tu ne’ eventuali figli se decideste di averli.. lascia stare.. bisogna essere compatibili anche nei valori per far si’ che una storia funzioni.

  8. 8
    Rdf -

    A me manco e’ passato mai per la testa di sfiorare culo o tette alle mie sorelle .

  9. 9
    Berry -

    Grazie a tutti per i vostri commenti e per aver condiviso le vostre opinioni.

  10. 10
    Gabriele -

    Ciao Berry, posso dirti da parte mia che ho tre sorelle e che tra fratelli e sorelle c’è spesso complicità, che è giusto che ci sia. Ma oltre è allucinante. Al di là delle risposte secche che ti sono state date, l’unica cosa che ti posso suggerire è di non saltare subito alle conclusioni: possono avere certe dinamiche proprio Perchè fratello e sorella, e se hanno vissuto coi i genitori assenti è naturale che fra di loro ci sia un intenso legame, che non vuol dire che debba sfociare in qualcosa di carnale. Mi auguro di no almeno.
    A parte questa stranezza, ti piace stare col tuo ragazzo?

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili