Salta i links e vai al contenuto

Quando un amore se ne va

  

Ciao a tutti. Sono qui per raccontare la mia storia,esprimere i miei pensieri,tutto ciò che mi passa per la testa.  Sono una ragazza madre,ho 23 anni e un bimbo di 2 anni. Il mio ex compagno mi ha lasciato per un’altra donna,ed è stata un’esperienza che mi ha segnato molto. Nel periodo più brutto,conosco un uomo di 40 anni,sposato con una figlia. Lui fa apprezzamenti sulle mie foto,e così iniziamo a parlare. Lui è napoletano,e diciamo un po’ per situazioni,un po’ perché con i napoletani non vado d’accordo,non riuscivo a fidarmi di lui. Anche perché sapevo che era un “don Giovanni “. Dopo vai giorni,decido di incontrarlo e da li inizia una storia clandestina,durata per 8 mesi. Io non volevo assolutamente che nascesse un sentimento,ma invece è successo,inizialmente da parte sua. Quando ho capito che lui stava cambiando,che diceva di provare qualcosa di forte verso di me,che non aveva mai provato,io ho cercato di chiudere,ma lui era sempre li a rassicurarmi.  È durato tutto per 8 mesi,io sempre molto diffidente,ma comunque mi faceva stare bene,stavo bene,vivevo i momenti con lui con spensieratezza,ne avevo bisogno. Lui è stato sempre molto presente,anche quando era a casa con la famiglia mia cercava. Mi ha sempre dichiarato il suo amore per me,che la moglie non l’amava  più. Io ero sempre spaventata e molte volte cercavo di farlo ragionare,dicendo che era meglio chiudere,perché comunque aveva una famiglia,ma lui niente, diceva che ormai era innamorato e non poteva stare senza me. Parlò al cugino anche di me. Fino a quando la moglie scopre alcuni nostri messaggi,la figlia va via di casa e per 2 giorni non lo parla. Fin quando lui una mattina mi dice che ha scelto la sua famiglia,che ha giurato alla figlia di recuperare tutto,che per il suo bene non può rischiare,che io sarò sempre la persona più bella della sua vita,che non mi dimenticherà mai. Io me l’aspettavo. Nei giorni a venire cerco di chiarire,volevo sapere come stava,lui li mi distrugge,dicendomi che ero stata uno sbaglio,che non provava niente per me,che era preso solo dal momento,che non devo più cercarlo,perché la moglie lo controlla,mi dice che ama la moglie e a me non mi ha mai amato. Da quella chiamata io cancello ogni cosa di lui,motivo dentro. Lui mi blocca ovunque. Passano i giorni e le settimane,fino a quando un paio di settimane fa lui guarda le mie storie su istagram per un paio di giorni. Lo scrivo chiedendogli cosa volesse,e lui mi blocca. Poco dopo mi chiama dicendomi che li dispiace,che voleva solo vedermi,che ha scelto la famiglia per altre situazioni, che non mi ha dimenticato,che mi ha amata ma ora non più. Ha cambiato versione. Io non capisco. Ora non lo sento più, e sto facendo di tutto per non pensarlo. Ma non riesco,non capisco come si posso smettere di amare una persona. Dopo tutte le cose che mi ha detto,ha fatto…forse veramente era solo preso dal momento,o stava solo seguendo un copione come il suo solito. Ma erano troppo forti le emozioni quando stavamo insieme. Tutti mi dicono che ora lui non può rischiare,ma tornerà. Io mi fisso su questo pensiero,ma non so. Anche perché lui mi ha fatto contattare dalla moglie dicendomi di lasciarlo stare. Io ormai non so più che pensare….può svanire un sentimento in così poco tempo? Come si fa a essere così cattivi?

Grazie a tutti,in anticipo,e scusate il poema.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

3 commenti a

Quando un amore se ne va

  1. 1
    Esther -

    Sei una irresponsabile! Il precipizio si evita all’inizio non quando stai nel suo fondo!

  2. 2
    Maldamore -

    Con quelle premesse non poteva che finire così.
    La fiducia non si deve dare facilmente,
    dubitare e verificare senza il paraocchi del sentimento.
    E’ chiaro che ha scelto la famiglia come fa più
    o meno il 99% degli uomini quando è costretto a scegliere fra la moglie e l’amante.

  3. 3
    Yog -

    Ancora una volta ha ragione Esther. Dopo che ti sei mangiata la frittata con la cipolla è inutile che stai a scocciare che si son rotte le uova.
    È una famosa parabola evangelica, questa della frittata, ma davvero molto attuale e dovrebbe orientare i nostri cuori.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili