Salta i links e vai al contenuto

Quando è finita davvero

Lettere scritte dall'autore  fradel

Quando lo vedi non provi più nemmeno un leggerissimo brivido: bugia.
Se sta amabilmente scherzando con la donna con la quale si è sempre divertito a farti ingelosire non hai nessun istinto omicida: bugia.
Quando sai che la donna per la quale ha perso la testa e che da sempre lo tratta come un idiota, continua a trattarlo come un idiota, sei sinceramente dispiaciuta per lui: ancora una bugia.
Quando è finita davvero, l’unica cosa che non riuscirai mai più a fare, se l’hai davvero amato, è farti toccare ……
Non importa se è stato un santo o un demonio, non ce la puoi fare, non lo puoi nemmeno pensare.
Se il cuore volta pagina, chiude il libro e già che c’è lo brucia pure, la tua testa non riuscirà più a partorire sogni di voi due insieme, a fare l’amore, a baciarvi, a coccolarvi.
I pensieri un tempo assordanti sono ridotti ad un leggero brusio, quasi soporifero.
Le immagini, un tempo così vivide da far sanguinare gli occhi, sono frammenti sfuocati e sbiaditi.
Così, la piccola donna stanca, piano piano, comincia a risistemare la sua casa, sporcata, depredata e vandalizzata, dopo quella che doveva essere una festa da sogno, ma si è trasformata in una guerra da incubo.

L'autore ha scritto 11 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi: Quando è finita davvero

Altre sul tema

Altre nella categoria: amore

4 commenti a "Quando è finita davvero"

  1. 1
    glosstar -

    Complimenti per la raffigurazione della perdita, della lacerazione e della redenzione. Ora cerca di guarire. Auguri.

  2. 2
    Max -

    Ciao Fradel, credo averti già scritto in altra occasione. Le tue lettere ci trasmettono in modo davvero poetico e emotivo il tuo stato d’animo, la profondità con cui hai vissuto un rapporto e la difficoltà estrema di prenderne le distanze. Tutto questo ci parla di una persona di sensibilità più unica che rara, che non avrebbe meritato di soffrire così e alla quale non si sarebbe dovuta fare l’ingiustizia di prenderla e lasciarla a piacimento. Una persona che, quando si è data, lo ha fatto in modo completo e senza riserve e chi l’aveva trovata non aveva idea del tesoro che aveva conquistato. Ma non posso non raccomandarti di cercare, in qualche modo, di superare questo stato di empasse in cui ti trovi, che ti impone la scelta fra una sofferenza perenne o un cinismo e un inaridimento ancora più tristi e desolanti. Cerca, se posso permettermi un consiglio, di guardare avanti e di provare, nonostante tutto, a crederci ancora. Magari, se vuoi, parliamone più diffusamente.

  3. 3
    Luca -

    Ciao, scrivi in modo illuminante e sono colpito dal riferimento alla guerra. Io è da mesi che sto cercando di recuperare le forze dopo anni di Vietnam per/con una donna e non ho voglia di muovere un dito anche se mi manca. Per me è il riposo, la quiete, il recupero delle energie consumate, impegnate, sprecate. Sento di aver investito tantissimo, non ho nulla di cui pentirmi in questo senso. Ho dato il sangue, anche se qualcuno dice il contrario. Non era mai successo che giungessi a questo tipo di constatazione in una relazione, solo io posso testimoniare quanta energia c’è voluta, quanta sofferenza, quanta resilienza. Arriva semplicemente il momento di deporre le armi, consapevoli che si è sopravvissuti, ed è questo che conta, non si ha più voglia di combattere, non se ne ha più la forza e ci si deve dedicare alle proprie ferite, alle lacerazioni che rischierebbero di farti morire in mezzo al campo di battaglia. Tregua? Fine della guerra? Pace? Boh, buona notte

  4. 4
    Renato -

    E’ così per tutti quando un amore finisce , sia per colui che lascia sia per chi viene lasciato ( anche se per quest ultimo accade dopo, ma sempre) . Quando finisce dentro di te non te ne importa proprio più un c...., anche se tu lo hai descritto molto più poeticamente

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili