Salta i links e vai al contenuto

Prodi detto Romano (poesia dialettale)

Appena vinte le elezioni
er famoso popolo della sinistra
cominciò a esse er popolo dei ….minchioni
e la faccia de mortadella fu messa in vista.

In prima fila gonfio de boria
con vestitino da fa invidia a la canali
c’era nientepopò dimeno che lussuria
con quegli occhioni astrali

C’era pure la foto de l’anoressia
secco allampanato e n’po’ bruttino
che te viè voia de buttallo via
tanto te m’pressiona stò fassino

Pe nun parlà de ascanio er pecoraro
che solo a guardallo viè da vomità
pe dì boiate è n’santo e pure raro
chi l’ha votato che stava a pensà ?

Er massimo de la soddisfazione
è vede prodi ar capo der governo
poi rimirallo e sentillo in televisione
pare proprio er sempreterno.

Ma che javemo fatto ar padreterno
da meritasse sti quattro stalinisti
ma pe dov’e vive drento a st’inferno
nun bastavano li vecchi comunisti?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cultura - Politica

4 commenti

  1. 1
    Pasquino -

    Er padreterno, sentita sta preghiera,
    je diede n’occhiataccia de sgomento:
    “ch’avete fatto pe’ merità bufera?
    Avevo già sentito sto lamento,

    cinquanni fa quanno vinse er nano.
    Cinquanni de Tremonti e de La russa,
    da vergognasse d’essere italiano…
    Ma lassa perde i versi de Trilussa:

    Ha vinto come sempre er Vaticano…

  2. 2
    Giacomo Montana -

    PLACIDI SORRISI IN PRODI AVVENTURE

    Sotto il cielo plumbeo,
    la tua strada si mostra
    come foglia ingiallita,
    altre cadono in chiostra.

    Senti foglie secche,
    nel buio scricchiolare
    Il rumore si alterna
    con quello del mare.

    Un altro scricchiolio,
    è un vecchio bastimento
    stanco di galleggiare,
    è inclinato dal vento.

    Essenza vera
    di disgustose bugie
    labile prosa
    di infinite manie.

    Custodisci segreti
    nell’ombra plasmati
    senza alcun ritegno
    sin’ora forgiati.

    Inizia adesso
    la storia passata,
    deludente lo so
    come altrove mai stata.

    Alternate si sono
    illusioni e certezze
    prodi di nome
    ma in vero stranezze.

    Orbita attorno
    a verità celate
    una politica vuota
    e senza squagliate.

    Non ci son dubbi
    è una carognata,
    s’odono sdegni e lamenti
    di gente angustiata.

    Poco tempo fa, ricordi?
    ci ritenevi come quasi fratelli
    ugual al canto dell’Inno,
    mai più! così imbecilli.

    Il richiamo possente di un tuono
    ha fatto ben vedere,
    ora l’uragano degli umori
    non può più tacere.

    Il popolo buono
    resistente, umano,
    facile da indovinare,
    è il Popolo Italiano.

    Il cielo terso, sovrasta la terra
    carica di frutti non raccolti,
    simpatie preziose ingannate
    che altri coglieranno accorti.

    Giacomo Jim Montana

  3. 3
    Giacomo Montana -

    AL GUADO DELL’INGANNO

    Cara Italia, è primavera e siam sul rifiorire
    ma ti lasciano avvolta da violenze e misteri
    tra litigi, farse, processi strani e quindi ire

    Chi torna al governo esulta, brinda, opprime,
    nella morsa della tirannia più sorda e ostile,
    con salari e politica ridotti a mo’ d’imbuto
    ancor si crede a chi in politica è più scaduto.

    Ora noncuranti di tutto, il governo è caduto,
    suonava una musica malefica fuori tempo
    di un vecchio pentagramma rinvenuto.

    Si fa l’Italia dei deputati tra i più sordi e muti
    senza far risalire alla gente la scala del risveglio
    accettando ancora gli stessi al Parlamento
    col cuore di ghiaccio e persino sprovveduti.

    Ogni governo all’altro incolpa i danni
    così nessuno s’accorgerà mai di nulla
    povertà e tanto cinismo ancor maciulla.

    Morti, invalidi, disabili sui posti di lavoro,
    che chiedono prevenzione senza errore
    non solo tutto vien lasciato come prima
    ma pure dopo i danni resta tutto orrore.

    Quante promesse a vuoto al vento
    sempre gonfiate da ipocrisie e inganni
    eccoli lì ora che escogitano altro abbaglio
    per le elezioni e poi essere ancor tiranni.
    (Giacomo Jim Montana)

  4. 4
    mago silva -

    Sono il presidente della parapsicologia europea a monaco di baviera.
    Le nostre predizioni non hanno mai fallite.
    Avvisammo sul nostro giornalino che prodi non aveva carisma e che non aveva futuro ,il suo aspetto e il suo parlare non impressionava nessuno
    Mentre berlusconi, figlio di bona madre ha carisma prende
    Elegantemente per i fondeli i suoi colleghi di altri paesi, secondo
    La parapsicologia; a prescindere dal suo comportamento poco morale
    E’ un dritto e questo fa onore al suo popolo. Sono convinto che i moralisti si scandalizzano,ma il fine giustfica i mezzi.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili