Salta i links e vai al contenuto

Presunto abuso edilizio, come difendersi?

Lettere scritte dall'autore  gi
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

98 commenti

Pagine: 1 2 3 4 10

  1. 11
    Francesco -

    La mia propietà è contigua a quella di una coppia di signori torinesi
    che hanno acquistato una vecchia casa nel centro storico del mio paese, in Sardegna, ristrutturandola. Questa loro casa dispone di un minuscolo terrazzino, che affaccia nella mia propietà, sul quale codesti signori vi soggiornano dall’alba a notte fonda. Nel 2005 anch’io ho avviato dei lavori nella mia propietà, con regolare licenza edilizia approvata dal comune. Purtroppo, nell’operazione di scavo dove ho ricavato un garage di c.a 60 mq, l’architetto direttore dei lavori in seguito allo stato fatiscente del muro della casa del vicino,sprovvista di fondamenta, com’era uso in antichità, ha apportato una modifica al progetto, facendo costruire una scala che
    in progetto avrebbe dovuto invece aderire al muro del vicino. Inoltre, il muratore di propria iniziativa ha coperto col solaio una porzione di c.a 07,00 mq che era previsto a porticato. Questa ultima variante descritta ha scatenato le proteste dei miei vicini, ai quali avevo sciaguratamente fatto visionare copia del progetto, e quindi, non avendo raggiunto un accordo per accogliere la loro richiesta di ripristino dell’opera contestata, hanno fatto un esposto presso l’ufficio tecnico del Comune, che ha emesso un’ordinanza di demolizione e il fermo dei lavori. Gli Enti coinvolti oltre il Comune sono: la Procura, Ufficio Tutela del Paesaggio, Polizia Urbana Mun.le
    Comando Carabinieri locale. Oltre alla demolizione ho dovuto pagare un’ammenda di 250 euro. Però, i miei confinanti, nel frattempo hanno costruito nel terrazzo predetto, una gronda con copertura di tegole, che, a detta del D.L. che ha seguito i lavori di ristrutturazione, senza possedere alcun provvedimento concessorio dell’Ufficio Tecnico Comunale competente.Le domando, a quali Enti dovrei presentare l’esposto per denunciare l’abuso descritto? Che tipo di sanzione è prevista per l’abuso compiuto dal mio vicino?
    La ringrazio cordialmente.
    Francesco

  2. 12
    patti -

    nel maggio di quest’anno abbiamo fatto un compromesso per acquistare un terreno agricolo .con la promessa scritta che ad ottobre avremmo fatto l’atto..ma ad agosto abbiamo messo una roulott ed in piu’abbiamo creato un gazebo con il tetto e pavimento in legno sollevato da mattoni senza porte e finestre .ma la grande cretinata e’stata fare un piccolo bagno di 60cm di cemento col tetto in legno per meta’…..i vicini che non hanno cosa fare hanno chiamato i carabinieri ecco cosa ci succedera’se demoliamo ricorriamo a sanzioni ? e l’atto si potra’fare ugualmente ?

  3. 13
    mau -

    sono in possesso di un appartamento isolato dal momento che il mio paese subisce nevicate e opioggie diluvianti da un po di tempo nel mio appartamento si e verificato umido nella stanza sottostante a un pezzo di solaio scoperto.per risolvere il probblema o chiesto al mio comune se potevo fare una tettoia aperta in legno rispettando le il prospetto esterno delle mia mura senza alcuna sporgenza ,chiedendo anche se era il caso di fare la variante pagando la sanatoria ,tutto questo mi e stato respinto .Qualce mese fa o notato che nella mia zona sono state realizzate altre tettoie uguali alla mia richiesta e cosi decido di realizzare abusivamente questa tettoia.qualcuno a presentato ricorso contro di me e o avuto un controllo urbanistico ritrovamdomi esposto in bacheca comunale come costruttore abusivo e con l’ordinanza di abbattimento. Io mi sono attrezzato di foto dove altre tettoie sono sorte e non vi e stato fatto ne preso nessuna posizione ne ordinato l’abbattimento dal comune. ora le chiedo cosa devo fare e come devo comportarmi? vorrei fare ricorso e ripagare i miei vicini con la stessa moneta a chi inviare le lettere di ricorso. puo aiutarmi? la ringrazio anticipatamente e la prego di rispondere il piu presto possibile .sono residente in un paese provincia di matera regione basilicata.

  4. 14
    Giuseppe -

    Posseggo una soffitta condonata di 54 mq.Sto pagando un mutuo regolarmente.Questa possiede un suo ingresso autonomo e relative utenze autonome.E’ confinante con un’altra soffitta speculare alla mia,di proprieta della mia ex moglie.Quando ci siamo sposati abbiamo aperto abusivamente una porta internamente che le ha rese comunicanti.Ad oggi quella porta è rimasta abusiva,come devo fare per ottenere il ripristino di quella porta?Mi potete inviare una griglia da presentare al comune per la denuncia ed il ripristino immediato.Premetto che attualmente sono ingiustamente fuori casa poiche’ la mia ex ,un anno ormai,mi ha fatto allontanare dalla mia abitazione organizzando una falsa aggressione ha ottenuto dal giudice un allontanamento della mia persona di 500 mt. dalla casa e dal lavoro.
    Queste soffitte sono autonome e indipendenti l’una da l’altra,sono nate cosi,una è intestata a me e una è intestata a lei,siamo in separazione dei beni,niente figli,la mia è stata pagata completamente con i miei soldi,la sua è stata pagata tramite conto corrente cointestato.A chi posso rivolgermi per farmi giustizia su questa ingiustizia che sto vivendo,poiche il giudice per ora,dopo un anno di presa in giro fa abitare lei nel mio appartamento,dicendo che la porta non si puo richiudere poiche sarebbe troppo costoso.

  5. 15
    achille -

    Abito in un centro storico in una palazzina di 2 piani, di fronte c’ era un immobile abbandonato con la stessa altezza della mia palazzina. Questa estate sono iniziati i lavori di ristrutturazione e da progetto depositato e poi approvato dall’uff .tecnico del comune risulta che non avrebbero aumentato i volumi esterni, invece, hanno alzato il tetto ( ricavando cos’ì un ulteriore piano) di circa 2 metri, il tutto è provato anche da documentazione fotografica in mio possesso del prima e dopo i lavori, attualmente la ristrutturazione è ancora in fase di proseguo. Come mi devo comportare per far valere i miei diritti? Fare un esposto c/o l’uff. tecnico mi sembra inadeguato essendoci una “cricca” o compagni di merenda con interessi (affari) comuni.

    Grazie

  6. 16
    gi59 -

    Fai denuncia regolarmente protocollata direttamente al comando dei vigili del comune

  7. 17
    antonio -

    ho costruito su un terrazzo di mia proprietà di circa 150mq una una tettoia in legno autorizzata, poi successivamente ho chiuso questi 15mq in muratura adibendola a cucina. Cosa mi può succedere, posso sanarla?

  8. 18
    tiziana -

    cinque anni fa ho acquistato un appartamento tramite un’agenzia costruito nel 1978 ora ho trovato una vera occasione di un altro immobile ed ho venduto questo appartamento, tramite il mediatore che mi ha venduto casa ho scoperto che questo appartamento possiede 15mq abusivi, mai dichiarati al catasto, questi metri abusivi sono stati fatti dopo qualche periodo che i primi proprietari avevano avuto l’abitabilità, quindi circa 25 anni fa. ora io che ho venduto l’immobile ma non ho ancora fatto il compromesso come mi devo tutelare se i futuri acquirenti vengono a conoscenza del fatto? tiziana

  9. 19
    Gianlupaci -

    Salve, Abito in un piccolo condominio, con una corte e giardino chiusi da recinzione. Ora nel terreno attiguo si stà costruendo una palazzina e l’impresa stà realizzando presso il confine su richiesta di un acquirente un’apertura per accedere presso la nostra corte. Mi sembra una violazione dei confini, come bisogna comportarsi?
    Grazie a presto

  10. 20
    MARCO -

    Io ho un caso particolare di contestazione di ABUSO EDILIZIO, io ho acquistato su carta nel 2002 un appartamente facente parte di una corte di tre palazzine con rispettivamente 21+21+16 appartamenti. Nel 2003 il PRG ha subito una modifica approvata dal comune, la palazzina ha una data di chiusura di cantiere del Giugno 2004. Io dall’ottobre 2004 VI risiedo, ed ho pagato l’ICI e La tassa sui rifiuti, inoltre tutte le utenze (ENEL,SORGEA) hanno installato immediatamente i loro contatori. A maggio del 2006 l’amministrazione comunale ha detto di voler richiedere l’annullamento dei permessi di costruire del 2003, il costruttore che dice di non aver fatto abuso, perchè quelle differenze sono già state riconosciute e pagate, ci ha chiesto se facciamo fronte comune con lui, per impedire al comune di annullare i permessi. A novembre 2006 ci sono pervenute delle lettere con ricevuta di ritorno, da parte del comune che ci ha dato 15 giorni di tempo per presentare una memoria e a detta loro riferiscono di “Denunciare il Costruttore”, i 15 giorni scadono tra 10 giorni, il costruttore si è offerto di pagarci l’avvocato ed il processo, ed anche l’eventuale multa. Le carte che il costruttore ci ha presentato sono chiare e sembrerebbe aver ragione. Il comune ha contro, che le lettere con ricevuta che fanno partire il procedimento sono state consegnate con firma falsa, le misure effettuate dalla Polizia di alcuni appartamenti (ne mancano 5 che hanno richiesto il mandato) non corrispondono, le misure dei garage anche (non li hanno misurati tutti), hanno fotografato gli appartamenti a nostra insaputa, quando loro si presentavano solo per le misurazioni.Ci hanno prima diffamato sui giornali dicendo che eravamo abusivi (quando ancora non c’è ne un ordinanza, ne una sentenza) mettendo in dubbio la nostra buona fede, facendo una parziale retromarcia 2 giorni dopo sempre sui giornali. Il costruttore è in causa con il comune perchè sono 5 anni che variano un’area per costruire, ed a ieri la rinviano ad oltranza perchè si sono complicati la vita cedendo un terreno adibito a parco, alla costruione di un Supermercato, spostando questo parco nell’area dove il costruttore dovrebbe edificare altre palazzine.
    Io chiedevo una cosa molto semplice:

    1 – Devo accettare la richiestA del costruttore che ci ha sempre messo la faccia, presentandoci i documenti, facendo uno scritto che si assume la responsabilità di pagare tutto il processo e l’eventuale multa.

    2 – Devo accettare il non limpido comportamento del comune che ha presentato un foglio d’ordinanza impreciso e confuso, effettuando “abusi di potere”.

    3 – Prendere come alcuni vorrebbero un avvocato per i fatti norstri e cercre di far chiarezza ed impedire l’annullamento dei permessi. E in caso di fallimento la multa per abuso edilizio?

    Ringrazio per la risposta anche se mi servirebbe urgentemente

Pagine: 1 2 3 4 10

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili