Salta i links e vai al contenuto

Posti

Mi chiedo spesso perché nel mondo dilaghi corruzione e incomprensione.
Perché non possiamo amarci tutti, esistere in armonia sebbene vi siano anche idee contrastanti tra di loro? Perché debbono esserci tanti morti per mano dell’Uomo?
Oramai il Mondo è dominato da stereotipi e luoghi comuni, il diverso viene allontanato e terminato.
Le persone aperte ed equilibrate, degne, nobili e comprensive sono davvero poche, e stanno avvizzendo come un albero.
Un albero che forse un tempo era possente e vivo, ma ora tanti vermi ne consumano le radici.
Vivo da sedici anni, e – purtroppo – ho visto il Mondo per quello che è.
Il mondo, dunque, è ancora tranquillo da qualche parte?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Riflessioni

2 commenti

  1. 1
    colam's -

    Il mondo e’ secondo me rovinato dall’avidita’, che in pochi potenti e’ oltretutto infinita.

    Se sapessimo tutti (e noi occidentali per primi) tornare ad accontentarci di una vita più parca, senza bramosia, il mondo starebbe molto meglio.

  2. 2
    Mau -

    Il mondo è quello che hai visto. E ancora hai tanto da scoprire.
    L’augurio che mi faccio è che, ragazzi giovani come te, siano una speranza di cambiamento, per un mondo migliore, di prosperità e pace.
    Diffondi questi tuoi buoni sentimenti tra i ragazzi della tua età.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili