Salta i links e vai al contenuto

Piccole artigiane romane (e non) … ci siete?

  

Chissà se questo appello porterà da qualche parte…
Sono mesi ormai che mi diletto nella creazione di bigiotteria…mi piace usare la fantasia,mi piace creare e stupirmi,mi piace colorare di magia,mi piace inventare…e qualche giorno fà,ho anche partecipato al mio primo mercatino serio, in un paese di mare. Mi sentivo una formichina,col mio banchetto piccolino piccolino, intorno a me banchi immensi, chi vendeva cd,chi vendeva animali, porte, finestre…e io,piccolina piccolina, vendevo la mia fantasia. Mi ha accompagnato il mio ragazzo, mi ha sostenuto in tutto e per tutto, è andata bene ma…mi sono sentita comunque sola. Vorrei riuscire a condividere tutto questo con delle amiche,ma quelle pochissime che ho,neanche definibili tali,hanno altro da fare,ed è anche giusto così,forse. Vorrei conoscere chi,come me,ha quest’hobby,per poterlo condividere,per farci forza a vicenda,per scambiarci idee, e divertirci insieme. Purtroppo mi accorgo di aver sbagliato molto nella mia vita,di aver perso persone per strada, di aver dato fiducia alle persone sbagliate. Mi guardo intorno e mi ritrovo abbastanza sola e vorrei ricominciare da qualche parte e allora…io ricomincio da qui.

L'autore ha scritto 17 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro - Me Stesso

3 commenti a

Piccole artigiane romane (e non) … ci siete?

  1. 1
    arturo -

    non sono ne un artigiano ne un creativo…. però posso dirti quello che ho pensato nel leggere la tua lettera …

    Che bello ! Il tuo ragazzo è veramente fortunato ad avere accanto una donna così intrapendente e determinata !

    Continua cosi’ ed in bocca al lupo !!!

    ciaoooo

  2. 2
    nenè -

    Ciao, ti ho letta e ho provato una bella emozione di gioia!Sarebbe piaciuto anche a me coltivare questo interesse che tuttora è fortissimo!!! Quando vivevo in Chile, ero amica di un gruppo di artigiani mapuche e facevano dei gioielli meravigliosi. Allora mi sono limitata a fare la “gringa” e non facevo altro che acquistare, ma se tornassi indietro, certamente mi farei insegnare la loro arte…hai pensato a un piccolo sito internet? Anche solo fatto con l’aiuto di qualche amico. Una mia collega norvegese ha una sorella che fa gioielli stupendi e vende tanto su internet, anch’io spesso faccio acquisti così…i banchetti d’altro canto hanno sempre il loro perchè, quindi ti consiglio di farne più che puoi. Sono convinta, al di là della tua bravura, che riuscirai a vendere con facilità tutta la passione che riponi in questo progetto. Ciao e in bocca al lupo!

  3. 3
    dreamer -

    Grazie ragazzi…
    Il sito già lo ho in realtà,solo che non riesco ad aggiornarlo spesso,ci vuole tempo per scattare ogni volta le foto e caricarle,e poi non sono una grande fotografa…però diciamo che me la cavicchio….il mio ragazzo fortunatamente mi appoggia sempre,e mi accompagna ovunque. Forse,senza di lui,non ce la farei. E’ difficile andare avanti quando vieni derisa da molti conoscenti che ti dicono che sono tutte cretinate. Io non voglio farne un’attività a fine di lucro,a me rilassa molto e appassiona,e mi basta vendere a un prezzo che mi permetta l’acquisto di materiale per continuare…e poi,vorrei farne un progetto sociale per disabili psichici e anche fisici…mi piacerebbe insegnare quest’arte e rendere concrete le idee di chi non può farlo…un domani perché no,una cooperativa,o qualcosa di simile,ecco il progetto,nato mentre svolgevo il servizio civile…ma è brutto vedere chi ti ride dietro 🙁 però sono determinata 🙂

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili