Salta i links e vai al contenuto

Petizione Pro-Canto

  

Gentile Direttore, sono un piccolo soprano calabrese. Diplomata in Canto Lirico presso il Conservatorio di Cosenza, dal 2004 ( mi sono iscritta a 24 anni perchè tardi ho scoperto la possibilità di studiare canto, nella scuola pubblica era assente! ). Per svolgere il perfezionamento vocale, non ho potuto ancora frequentare il corso abilitante di Didattica della Musica, per avere più opportunità di lavoro. Insegno canto lirico e leggero nelle scuole private, tecnica vocale nei cori amatoriali dell ‘alto tirreno cosentino, accanto alle attività concertistiche e di studio. Ma nell’a.a. 2006-2007 ho lavorato presso la scuola media di Cetraro ( CS ) in qualità di esperto esterno, con un progetto che ha coinvolto 15 adolescenti nella preparazione e messa in scena di una riduzione per ragazzi ( da me ideata ) de Le Nozze di Figaro di W.A. Mozart. E questa eperienza mi ha finalmente aperto gli occhi su una ingiustizia che si protrae dal lontano 6 agosto 1999, quando il decreto ministeriale 201 stilava l’elenco degli strumenti musicali della Classe di Concorso A077-Strumento Musicale nella Scuola Media. Premesso che le voci bianche si possono educare, che possono acquisire la lettura e la pratica musicale, ho scritto ( anche se era già caduto il governo ho provato a buttare un sassolino nello stagno…) all’ex Ministro Fioroni, e a breve manderò al nuovo ministro anche una petizione che ho intrapreso con i colleghi da circa 2 mesi. Spero che il CANTO quindi la VOCE possa essere insegnato nella scuola pubblica prima di tutto perchè non tutti gli adolescenti possono permettersi lezioni private, in secondo luogo noi cantanti diplomati potremmo avere una opportunità lavorativa che ci è stata negata ingiustamente. Sono fermamente convinta che fino a quando ciò non avverrà la musica nelle scuole sarà monca, orribilmente ancora mutilata.
Rosa Antonuccio

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cultura - Scuola

1 commento a

Petizione Pro-Canto

  1. 1
    rosadeibanchi -

    Cara Heidi,
    sono una collega cantante, mi sono diplomata nel 93 e ho cantato in varie formazioni, dal solismo al coro con orchestra, in Rai e vari festival. Tuttavia alla fine ho smesso, dato che trovare un’occupazione stabile in quella direzione è praticamente impossibile e la concorrenza è tanta. Il nostro diploma non è abilitante, con le recenti leggi forse di possono fare corsi vari integrativi, io, vista la mia età e il fatto che ho un altro lavoro del tutto diverso, ho rinunciato a farli. Conosco colleghe che si sono diplomate in Canto Corale, che permette più possibilità nell’insegnamento, e comunque è un corso complesso da affrontare.
    Sono d’accordo sull’insegnare le discipline musicali nelle scuole, io stessa l’ho fatto nelle elementari con molte soddisfazioni, ma anche molta fatica, perché la scuola dell’obbligo non è strutturata e preparata per questo. Io mi portavo dietro, oltre al registratore, tutto lo strumentario Orff, comperato a spese mie e ogni tanto scassato da qualche allievo esuberante. I genitori sono sempre rimasti soddisfatti ed è un vero peccato che non sia capita la necessità di un’educazione all’ascolto: siamo in un’epoca in cui i rumori ci sovrastano e le nostre orecchie sono piene di disturbi, tra telefonini, radio, mp3 ecc. ecc.
    Fai benissimo a darti da fare e ti esorto a continuare nei tuoi obbiettivi.
    Una cosa che non sono riuscita a capire è se il diploma di canto artistico vale quanto una laurea breve, per caso tu lo sai?
    Cordiali saluti

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili