Salta i links e vai al contenuto

Persone che imitano quello che dici

Lettere scritte dall'autore  

Ciao a tutti, vorrei porvi una questione: Pochi giorni fa mi è capitato di parlare con una persona che non avevo mai conosciuto prima, è una donna con qualche anno in più me.. Ho notato che mentre le parlavo lei imitava con la bocca le parole che dicevo, senza emettere alcun suono. La conversazione 8 a cui partecipava anch’ella) è andata avanti così per un pò. Comunque dal punto di vista cognitivo e psichico è normale, non è nè sorda nè cieca. Forse ha qualche disturbo ??? grazie a tutti

L'autore ha scritto 24 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Riflessioni - Salute

3 commenti

  1. 1
    Rossella -

    Non penso che abbia qualche disturbo. Si tratta di un linguaggio astratto che, ad esempio, caratterizza anche la liturgia, o la recita del rosario. Una parte nobile che riguarda tutto ciò che l’uomo è. Io e il mio ragazzo siamo una coppia atipica sotto tutti i punti di vista. Quando ci sposeremo , anche se io non sono una persona che ama spendere, mi potrebbe capitare di voler fare una pazzia e per farlo mi basterebbe entrare in un negozio senza coinvolgerlo. Per lui non sarebbe un problema. Laddove dovesse esserlo troverei la strada per fare a modo mio senza per questo sentirmi in colpa. Nel momento in cui lo coinvolgo in questo azzardo, secondo te: mi aspetto un consiglio da padre di famiglia e marito o da compagno/amante? Quando dico che io e il mio fidanzato siamo una coppia atipica intendo questo: io lo coinvolgo perché gli voglio dare la possibilità di esprimere la sua saggezza per farlo sentire realizzato nel ruolo di marito. Non vado a fare quest’acquisto con lo spirito della brava massaia, ma all’atto pratico (non io Rossella) mi aspetto la presa in giro perché in quel momento, appunto, non sono la brava massaia.

  2. 2
    Rossella -

    Allora anche il marito deve entrare nel ruolo dell’amante fingendo (capisci a me!) di agire come un buon padre di famiglia. Io non sono così. Quando voglio fare di testa mia parto per la tangente e nessuno mi può fermare. Ma in tutto questo so che lui non potrebbe mai arrivare a perdere i sentimenti perché conosce lo spirito con il quale agisco. Altrimenti gli potrebbe prendere male e lì mi potrei risentire. Perché io sono amica dei nobili, ma tutto quello che è nobile mi fa sentire piccola. Non ho pregiudizi perché, come ti ho detto, ho sempre amato la liturgia e riconosco quanto di umano c’è in quei percorsi della mente, ma nella vita (forse per la mia vita è andata in un certo modo) questa nostra falsità mi destabilizza. Si tratta di un mio limite. Adesso che sono fidanzata vedo le cose con altri occhi perché questa mia sensibilità m’impediva di sentirmi donna.

  3. 3
    Yog -

    Eccesso di neuroni specchio?

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili