Salta i links e vai al contenuto

Perché piango per qualcosa non (ancora) avvenuto?

Lettere scritte dall'autore  coccoccinella

Succede spesso.. troppo spesso. Ieri è successo, fino alle 4 di mattina, oggi è successo, ma l’ultima volta è capitato un mese fa circa.. mi succede specialmente quando lui non c’è e beh lui..non c’è per la maggior parte del tempo, non che abbia scelta, comunque. Piango immaginandomi il giorno in cui sarà finita, in cui sentirò (di nuovo) dirmi che non è più sicuro di amarmi o peggio, che non mi ama. O copione nuovo, che si è stancato di me. Che ha conosciuto un’altra. Che non mi stima più. Che non sono abbastanza per lui, come non lo sono mai stata, per nessuno. Io non credo sia normale il mio comportamento, insomma piangere e stare male e magari essere anche più distaccata nei suoi confronti per proteggermi, proteggermi da una mia supposizione, da una mia paura, che nella maggior parte del tempo tengo a bada, ma che quando non c’è lui e mi manca, quando la distanza complica e ingigantisce tutto, anche il mio amore, la paura prende il sopravvento. Perché? è perché sono pessimista? è perché sono masochista? mi piace farmi del male? è perché tutte le batoste e i cambiamenti più duri nella mia vita, specialmente quelli legati a chi amo, sono avvenuti da un momento all’altro? Improvvisamente? disistima. lutto. quasi rottura. tradimento. ricovero e trauma. E i cardini della mia vita si sconvolgono. E io rimango l’unico cardine della mia vita, ma sono incompleta, sono vuota. Tutto questo con persone diverse senza che io potessi aspettarmelo, quando le persone interessate mi facevano sentire sicura e amata, e invece poi, il tempo che cada una foglia e le carte in tavola cambiano. le carte in tavola cadono. si frantumano.
Perché ho paura? sono debole? sono troppo insicura? sì lo sono. Ho visto quello che potrebbe farmi perché l’ha fatto, e ora ho paura che succeda di nuovo. Ho paura a fidarmi di lui. Ho paura a fidarmi dei miei sentimenti. Ho paura di sapere la verità ma non potrei vivere senza. Ho paura che mi tradisca di nuovo, e che mi chieda il mio aiuto, che mi chieda di amarlo nel momento in cui io vorrei solo non essere mai esistita. Io ho fatto una scelta che comporta fiducia eppure non ci riesco. Penso a lui che guarda per caso una ragazza tanto quanto si potrebbe guardare un palo e mi viene una fitta. Sono esagerata vero? Sono sbagliata lo so. Ma non ho la forza per cambiare. Al momento tutta la mia forza è usata per sostenere altre persone, e non ne ho più per sostenere me stessa. Me l’hanno portata via, anche lui, l’ennesima persona che ho amato e mi ha fatto sentire insignificante. E così piango come una stupida. Spreco le mie lacrime, il mio tempo, la mia testa, la mia bellezza, la mia salute, il mio appetito, i miei sorrisi. Li spreco dilatando il tempo di una sofferenza futura che non sono neanche certa arriverà, esisterà. Forse è vero che è cambiato, forse è vero che sono speciale e l’idea di farmi soffrire di nuovo lo fa desistere dal commettere ancora sbagli. Forse forse forse. Forse sì forse no.
è appena spuntato il sole che sia un segno?
No probabilmente no, è solo una fottu.ta nuvola senza paranoie che si è spostata.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Perché piango per qualcosa non (ancora) avvenuto?

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

3 commenti

  1. 1
    lost -

    una marea di similitudini..tra la mia storia e la tua…solo che io sono stata anche tradita effetivamente…continua dirmi ti amo..e mi mette in disaggio…nn so piu che credere..nn so piu spiegarmi..nn parla dei suoi errori..e un discorso tabu per lui..quello che volevo dirti..nn e mai cambiato..6 anni e lui e lo stesso…in qualsiasi maniera ho provato dirgli che mi sta facendo troppo male..una sola volta mi disse”sono sincero solo con te con quell’altre donne nn sono sincero”il tempo passa..ed io rimango ferma,intrapolata in questa storia..ma sono cambiata…i miei comportamenti nei suoi confronti sono diventati”aggresivi”…a volte vorrei chiudere definitivamente…poi sto male…penso che la mia e diventata una dipendenza affetiva..avro molto da lavorare…ma penso che questo tipo di persona nn cambia mai

  2. 2
    Claudio -

    Ti do un consiglio spensierato, lascia quell’uomo, vai da un bravo avvocato divorsista, la causa la vincerai sicuramente e ti rifai una vita, probabile che incontrerai un uomo che ti ama e ti valorizzi. Pensaci, vedrai che è l’unica strada percorribile per ridarti una dignità di donna!
    Un abbraccio da Claudio

  3. 3
    Claudio -

    Sono un uomo tradito dalla compagna, ma ora lei non è più tra i vivi, ho una nuova compagna più giovane di me, abbiamo un figlio di 10 anni e uno di colore che abbiamo adottato, purtroppo la mia attuale compagna ha il cancro al cuore e si trova in Africa per lavoro con una Onlus ma il prossimo mese ci riuniamo

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili