Salta i links e vai al contenuto

Perché Dio ha creato Antonello Venditti?

Buongiorno Caro Direttore,
Proprio ieri ho fatto un bel falò.
Era bellissimo e fiammante Ho interamente bruciato la mia raccolta di Cd dell’ inetto Venditti.
Nella mia macchina non sono mai mancate le canzoni di questo vergognoso cantante.
Oggi mi vergogno per aver a volte costretto i miei amici calabresi e non ad ascoltarlo e cantare con me.
Sono calabrese ovviamente questo penso si evinca con chiarezza, fortunatamente non ho mai speso un centesimo per partecipare ai suoi concerti.
Pochi mesi fa era al Teatro Rendano a Cosenza e nel 2007 cantava sulla Via Marina a RC, caro Venditti ma cosa ci facevi in quella terra inutile??
Tu uomo di cultura che canti d’amore e passione in quella terra che a poco serve?!!!
Chissà perché?!!
Il denaro calabrese ti piace però VERO?
Oggi noi poveri calabresi ci chiediamo come Te “ma perché Dio ha creato Antonello Venditti “?
A cosa serve Venditti? Misero cantante di pochi centimetri di altezza.
La sciagurata e senza cultura Calabria un giorno servirà finalmente a qualcosa, congiungere l’Italia alla bella Sicilia, ma tu invece a cosa servirai?
Cantarai forse un nuovo pezzo ?
Noi calabresi abbiamo scritto per te un nuovo testo
“Nato sotto il segno dei Cessi”.
Venditti perfavore cantala per noi miserabili e vieni in Calabria a fare un concertone a portare la tua cultura e noi verremo tutti a vomitare nel tuo Cesso.
Saremo in tanti, milioni di disgraziati e sfortunati TI ASPETTIAMO A BRACCIA APERTE!!!
Spero che al seguito di questa lettera ci saranno tante persone che daranno voce al loro pensiero e non solo calabresi come me!
Perché è inaccettabile che ad un concerto in Sicilia un cantante offenda la Calabria e riceva applausi!
Grazie
Terrona78 e con grande orgoglio

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini - Cultura

10 commenti

  1. 1
    toroseduto -

    Ciao terrona 78, ma perchè te la prendi tanto con Venditti? Lui è convinto di far parte di quella ctegoria di “santautori” non ho mai comprato un solo disco, perchè è falso,l’unica canzone che mi piaceva,alta marea, quando l’ho sentita cantata in inglese,mi sono informato,lui l’aveva tradotta,non era sua.E’ convinto di essere un “grande”, anche io ne sono convinto che sia un grande str…a caccia di quattrini!Niente di male, lo fanno tutti i cantanti, ma almeno si limitano a cantare e basta, lui parla anche, e lo fa sempre a sproposito.E’ solo un pianista da pianobar…come lo definì il suo ex amico e concittadino Francesco De Gregori. terrone 68

  2. 2
    alemar753 -

    Ho dedicato “Stella”, una canzone-preghiera, alla Calabria, una terra che amo moltissimo ma che è, sotto molti profili, disagiata per notissimi problemi che ne pregiudicano il futuro sereno che invece meritano tutti i calabresi, soprattutto i giovani. In questo senso ho auspicato che qualcuno deve fare qualcosa». Replica così il cantautore romano alle accuse mosse nei suoi confronti dopo le sue dichiarazioni durante un concerto in Sicilia. «La mia denuncia nata, lo ripeto, dall’amore per la terra calabrese e per le persone oneste che la abitano – ha replicato Venditti – ha mutato il proprio significato attraverso il gioco di omissioni e tagli giornalistici alle dichiarazioni rese, nonchè di commenti certamente non continenti che mi hanno descritto come un male al pari della ‘ndrangheta. L’ascolto integrale delle mie dichiarazioni attraverso il filmato pubblicato su YouTube, peraltro senza alcun consenso nè da parte mia nè da parte dell’organizzatore del concerto, rende il significato esatto delle mie parole. Le dichiarazioni di cui tanto si parla si riferiscono al 2008 – ha poi concluso il cantante – e nell’estate del 2009 ho cantato nuovamente in Calabria, nell’area portuale di Corigliano Calabro, esprimendo ancora parole d’amore e di denuncia davanti a 100 mila persone. Tutti hanno capito ed applaudito. Ma se, come è evidente, si preferisce il silenzio di chi denuncia ciò vuol dire che le parole possono ancora muovere le coscienze. Ciò di cui invece bisogna aver terrore è proprio il silenzio». «Non mi devo giustificare di nulla – ha detto successivamente Venditti – Se ho parlato della Calabria è proprio perchè amo i calabresi e la loro terra. Ora gli intellettuali di destra e di sinistra si divertiranno a parlare del mio presunto razzismo». «Il concerto risale al 6 agosto 2008 – precisa – Al giornalismo italiano bisognerebbe chiedere come mai un filmato di due anni fa sia diventata una notizia di cronaca». Poi, riferendosi a YouTube dice: «Attraverso questo ‘simp

  3. 3
    alemar753 -

    Poi, riferendosi a YouTube dice: «Attraverso questo ‘simpaticò mezzo puoi essere messo in mezzo in qualsiasi momento. Purtroppo non è stata pubblicata la versione integrale del concerto, prima della Calabria ho parlato della Sicilia, della mafia, dell’Italia. Ma se inizi dove vuoi, il significato è stravolto, viene totalmente decontestualizzato»

  4. 4
    Claudia -

    ….e pensare che anche io quest’estate ero al teatro greco a Taormina, “sbarcata” in sicilia dalla calabria!, da COSENZA per l’esattezza e me ne vanto, ad ascoltare lui….e meno male che non ho pagato il biglietto….anche 30 euro sarebbero stati troppi. Approvo l’iniziativa di RLB(emittente radiofonica calabrese) che non manderà in onda i dischi di venditti fino a che il cantautore non ritorni sui suoi passi e chieda scusa ai calabresi.
    Brava terrona78, venditti può star certo che lo aspetteremo a braccia aperte………. ma “ppè ci fà nu PALIATUNI”…..

  5. 5
    Antonio Valente -

    …e che Antonello Venditti non è mai andato oltre il “…raccordo anulare…” con la sua testa.
    Chissà se conosce Pitagora…! Mha, non penso proprio…!
    Antonio Valente, un altro “Terrone” fiero di esserlo…!

  6. 6
    terrona78 -

    *Ciao toroseduto anche la mia preferita era Alta marea, ma forse quando parlava di autostrada deserta non intendeva la sa/rc??!!!

    *Ciao Claudia anche io ero a Taormina e pensa che se avessi trovato il biglietto lo avrei acquistato , ma come te sono stata fuori ad ascoltarlo e quando sono arrivata stava cantando Alta Marea.

    Strana combinazione ma ad oggi se avessi pagato avrei solo buttato i miei soldi sudati nella povera Calabria.

    *Ciao alemar753 un cantante veramente sensibile e che vuole attraverso un concerto dare voce a delle serie problematiche lo puo’ fare eccome ed e’ da ammirare , ma purtroppo non e’ il suo caso e cio’ che tutti abbiamo sentito non lascia alcun dubbio e’ molto chiaro e non ci sono fraintendimenti anche se sentito a meta’.
    Mi dispiace non e’ cosi che si parla di una regione lui non e’ intenzionato a chiedere scusa.
    A noi non interessa!!

    Ciao a tutti
    Grande RLB

  7. 7
    libera -

    Sono anch’io calabrese e non ho mai amato Venditti, ma secondo me le sue parole nascondevano sincero dispiacere e rabbia per le condizioni di ‘abbandono’ di questa regione.
    Non credo che un cantante si permetterebbe di insultare così deliberatamente, se non altro per le conseguenze.

  8. 8
    Claudia -

    Non mi pare proprio che si possa parlare di significato recondito delle sue parole…. sono state chiarissime!!
    Ma quale sincero dispiacere!!!
    Svegliati

  9. 9
    francy -

    Altola’ non insultate un cantante un MITO della canzone italiana…in quello che ha detto non c’era nessuna offesa alla gente calabrese,ma solo alle istituzioni che governano il vostro paese,cronaca di tutti i giorni al tg..saluti..

  10. 10
    Livio -

    Concordo che non ha detto nulla di male , ma si sa dell’ottusa permalosità dei calabresi che ho sempre considerato un mix tra terroni e montanari

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili