Salta i links e vai al contenuto

Pausa vera?

Lettere scritte dall'autore  camminante-l

Sono nuova del sito, mi sono appena iscritta perché sento di aver bisogno di leggere delle parole che mi aiutino a capire quello che succede in modo obiettivo.

Ieri sera, dopo ben 24 ore di discussione, il mio ragazzo mi ha chiesto un periodo di pausa. Mi spiego meglio:
Io ho ventun anni, lui ventotto e stiamo insieme da dieci mesi. La storia fra noi due nasce dopo tre mesi dalla sua rottura di una storia durata tre anni, la sua storia più importante. Diceva di avere bisogno di libertà, dei suoi spazi, che non voleva saperne di cose serie poi usciamo insieme una sera e lo colpisco subito, decide di impegnarsi con me e ci fidanziamo, forse bruciamo le tappe, già dopo qualche mese io conosco parte della sua famiglia. Lui sembra molto preso, la nostra vita è bella, abbiamo gli stessi interessi, siamo molto complici, c’è sopratutto una grandissima intesa fisica, dice che non è mai stato così bene. Mi dice sempre che non può non innamorarsi di me ma non succede.
A settembre cominciano i problemi, lui mi dice che sente il bisogno di libertà, che non capisce perché non mi ama, poi subito dopo mi dice che però vuole stare sempre con me. ancora.

Ieri, dopo tre giorni in cui era sparito, io vado a cercarlo a casa. Lui mi dice che non aveva il coraggio di chiamarmi perché spaventato dai suoi stessi pensieri.
Ripete che ha bisogno di libertà, che si sente oppresso dai legami, frustrato perché non riesce a concludere nulla sul lavoro, mi dice anche che in questi giorni non gli sono mancata.
Mi dice soprattutto che non sa se vuole stare con me (senza mai guardarmi negli occhi) , che vuole pensarci.
Io comincio a piangere, è uno strazio vedermi, lo so, soffro di panico e questo mi porta sull’orlo della disperazione, non riesco a smettere per mezz’ora circa. Gli chiedo di cambiare idea, stiamo così bene. Lui non vuole fingere che non sia successo, vuole affrontare tutto.
Decidiamo di dormire insieme e facciamo l’amore, è bellissimo come sempre, mi fa le coccole tutta la notte e anche il mattino. Ci alziamo e ricominciamo con i problemi. Io insisto ancora, non ho nessuna intenzione di lasciarmelo sfuggire e so che lui può amarmi, io in fondo ho avuto la consapevolezza di amarlo solo quindici giorni fa, lui dice che pensando alle sue parole non vorrò più stare con lui. Insomma penso che sia finita e gli chiedo di dirmi addio, con la morte nel cuore, lui non ci riesce. Si parla di un periodo di pausa per poter capire e metabolizzare tutto. Lui si stupisce che non lo odi, come le sue ex, anzi io con dolcezza consolo anche lui, piange sul mio petto per qualche minuto. Quando lo saluto mi abbraccia forte, piange ancora e mi dice stai tranquilla tesoro, cerchiamo di risolvere tutto con un po’ di tempo. Mi dice anche di aspettare un suo segnale, di non forzarlo se ci tengo e questo lo prometto.
Mi sembra tutto così contraddittorio, non capisco quale sia davvero il suo desiderio.

Io non so se sia solo un modo per rendere a me meno brutto a me il distacco visto che ho preso la situazione molto male…
Che in realtà voglia chiudere o c’è ancora una speranza?
So di essere stata prolissa ma volevo fosse chiaro tutto…
Grazie, buona serata.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Pausa vera?

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

3 commenti

  1. 1
    -

    No. No. No. Aspetta. Fammi capire una cosa.
    Tu stai da DIECI MESI con un ragazzo nell’attesa che lui si innamori di te? E TU hai capito da QUINDICI GIORNI di amarlo?

    Mi sembra di vivere su Marte.. Ma quella buona vecchia storia che PRIMA ci si innamora e DOPO ci si fidanza che fine ha fatto?

  2. 2
    toroseduto -

    Perfetto il commento di lì. Non si può confondere il sesso con l’amore
    lui mi sembra ancora impastoiato fra nuvole e frattaglie…e in queste
    condizioni, è scorretto bussare ad una porta a casaccio.
    Come è scorretto aprirla…naturalmente! Ciao TS

  3. 3
    lisina -

    Bè sono un pò sconvolta…nel senso Lì ha ragione…come si fa a non
    innamorarsi in 10 mesi??? a meno che la vostra non sia nata come una
    storia di solo sesso ed attrazione fisica…mi spiego..vi siete
    conosciuti solo dopo 3 mesi che era finita la storia di anni di lui…
    (ora non so come e perchè è finita)ma una storia di 3 anni non la si
    dimentica in soli 3 mesi…quindi mi viene da pensare che lui si sia
    attaccato a te nel senso più fisico che emozionale….per questo non
    ti ama dopo 10 mesi e per questo tutt ora lui è in piena confusione
    totale…quindi da un lato posso capire lui…ma dall altro tu come
    puoi aver capito solo 15gg fa di essere innamorata???poi è vero ognuno
    ha i suoi tempi però innamorarsi dopo 10 mesi…mi sembra
    tanto..soprattutto perchè da non innamorati vi siete presentati alle
    famiglie….cosa che di solito lo si fa quando ci si fidanza si,ma si
    è innamorati…

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili