Salta i links e vai al contenuto

Lui ha paura delle situazioni troppo serie

Lettere scritte dall'autore  

Ciao a tutti, da due mesi mi sono lasciata con il mio ex ragazzo.. Stavamo insieme da un anno, storia un pò complicata dato la distanza per motivi suoi lavorativi.. Io sto a Firenze e lui lavora a Genova e ci vedevamo circa 3 volte al mese..
Storia iniziata benissimo, lui attento premuroso, affettuoso, tutto quello che si poteva volere da un ragazzo.. Poi ho cominciato a scoprire alcuni lati del suo carattere, ovvero spesso e volentieri quando eravamo insieme o quando parlavamo al telefono lui faceva degli apprezzamenti anche abbastanza spinti sulle altre ragazze, ho sempre cercato di rimproverarlo per questo ma lui ha sempre continuato e io non volevo perderlo per delle stupide battutine.. Un giorno però mi stancai e decisi di lasciarlo e lui lì si rese conto dei suoi errori e scoppiò in un pianto disperato, alchè io non potevo sopportare di verderlo in quelle condizioni e poi alla fine dei conti voolevo avere una sua reazione.. Tutto va avanti.. situazione superata .. Arriviamo a settembre del 2013 avevamo avuto qualche discussione durante l’estate ma tutto sembrava risolto.. Un giorno lui inizia a parlarmi dicendo che non se la sentiva più di essere impegnato, aveva bisogno della sua libertà.. Potete immaginare come ci sono rimasta io.. il giorno prima andava tutto bene e il giorno dopo bum.. Ho cercato di chiedergli spiegazioni ma lui ha sempre evitato il discorso sbuffando e dicendo che io dovevo accettare quello che lui aveva deciso.. Con il tempo, lui ha cominciato a spiegarmi.. ha detto che ha capito che tutte le battutine che faceva mi facevano stare male e che quindi era meglio così, poi c’era la distanza.. e poi ha detto che io sono la ragazza perfetta, che tutti sognano di avere ma che lui ha bisogno di fare nuove esperienze anche se dentro il suo cuore ci sono io.. Morale della favola a due mesi che mi ha lasciata continua a cercarmi tutti i giorni, non solo er halloween ci siamo visti ed è scappato un bacio.. qualche giorno fa però abbiamo deciso di interrompere il tutto e ad oggi è venuto fuori che io gli manco e che non parlare con me è difficilissimo e che sta malissimo.. Volevo un vostro consiglio, io personalmente la vivo dall’interno e vi posso dire che secondo me lui non ha ancora le idee chiare ed ha un pò paura delle situazioni troppo serie..Spero nelle vostre risposte.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

9 commenti

  1. 1
    susysa -

    Ciao credo che lui non ti ami ma che voglia cmq averti nella sua vita in quanto ti ritenga forse un suo punto di riferimento dubito che potrai essere felice con lui allontanatene..auguri
    Susy

  2. 2
    Andrea -

    E’ molto legato a te, prova per te sicuramente un grande affetto, forse anche amore.. ma ha una gran voglia di fare sesso con altre e sa che non lo tollereresti..
    Sicuramente se ne avesse l’occasione lo farebbe..

  3. 3
    grandepuffo -

    dal tono della lettera credo di capire che siate entrambi molto giovani

    in un certo senso lo spero, vista l’immaturità che traspare, di lui inanzitutto ma anche un po’ tua (perdonami) che non riesci a valutare come deleterio un rapporto che evidentemente ha dei limiti

    sarai più felice con una persona “presente” al tuo fianco e che sopratutto non ti voglia prendere in giro

    ciao

  4. 4
    camy -

    se lui è attratto da altre così tanto e vuole avere storie con altre, anche solo di sesso, NON E’ INNAMORATO DI TE, non raccontarti balle, lo sai anche tu. un uomo innamorato (ma anche una donna innamorata) non vuole avere altre esperienze con altre, specie sessuali, ma ti vuole tutta per sé, perché gli basti tu.
    altra cosa: ” e poi ha detto che io sono la ragazza perfetta, che tutti sognano di avere” questa è una frase troppo generica, cioè lui non ti dice che sei la ragazza che LUI vorrebbe e che LUI ha sempre sognato, ma che TUTTI vorrebbero, il che significa (ti parlo sulla base di mia esperienza personale) che non sei la SUA donna perfetta, che lui vorrebbe.. infatti ti ha lasciato.. di nuovo ti dico non raccontarti bugie che lui forse ha paura delle storie serie.. non ha paura di un bel niente, e il fatto che stia male nel non sentirti vuol solo dire che per lui sei un’amica, una confidente, E BASTA! anche questo te lo dico per mia esperienza personale. se ti trattano come un’amica ma vogliono fare sesso con altre, non ti amano, ma sei appunto solo una confidente.
    sai che penso che sia successo? che all’inizio ti ha trovato interessante e siete stati insieme per un po’, ma poi purtroppo ha cominciato a capire che gli piacevano più le altre di te (anche solo sessualmente, cioè lo attraevano di più) e infatti te ne parlava addirittura al telefono, cosa che rende chiaro che lui ti sentiva come amica e confidente. un uomo innamorato non ti dice cose del genere. mi spiace, è andata male, non lo hai colpito nel profondo. queste cose sincere e chiare sui sentimenti gli uomini non sono capaci di dirle, generalmente, e trovano un sacco di scuse, come quelle che lui ti ha detto dopo aver chiuso con te. ora sta a te: vuoi ancora inseguire uno che non ti ama? io mollerei il colpo fossi in te, indipendentemente da ciò che lui ti dice (e ti ripeto, te lo scrivo perché io stessa ci sono passata). guarda l’unico fatto significativo: LUI NON VUOLE STARE CON TE.
    spero che troverai di meglio, auguri!

  5. 5
    Katy -

    Ciao!

    Posso dirti la mia? Per me la paura delle situazioni serie non centra un accidente.

    E ti faccio un esempio stupidissimo.

    Se io vado al bar e mi chiedono se voglio un latte macchiato e rispondo “NO, un caffè” non è che io ho paura del latte macchiato.

    Semplicemente, non lo voglio.

    Io avevo fatto lo stesso errore: una persona dolcissima, attenta, ecc, non voleva assolutametne impegnarsi.

    Io pensavo avesse paura, le storie passate alle spalle, ecc.

    Mi sono arrovvellata per mesi e mesi, a dargli sicurezza, a giurargli che lo amavo, a fare proprio ogni cosa per dimostrargli che di me poteva fidarsi.

    Niente: non è mai cambiato nulla.

    “GUarda, per me è così…io non riesco a impegnarmi più, non voglio”.

    COsì mi ha definito tutto quanto.
    Ho perso anni dietro a questa persona….e poi? Poi niente.

    Se questo ragazzo ti vuole bene, si avvicinerà di nuovo e cambierà atteggiamento.

    Altrimenti, è tempo perso. Lo dico per te, con esperienza (purtroppo) personale.

    Ciao, in bocca al lupo

    KATY

  6. 6
    kari -

    lui non ti vuole ma gli fa comodo la tua presenza. devi farti forza e lasciarlo tu, definitivamente. chiudi ogni canale di comunicazione e vai avanti con la tua vita. a meno che tu non abbia tendenze masochiste…

  7. 7
    LUNA -

    Lascia perdere.
    relazioni serie, come se una relazione seria fosse seriosa, perché dovrebbe – si spera – rinunciare a fare quello che gli pare.
    E’ stato almeno sincero a dire che il suo problema è che vuole farsi gli affari suoi, peggio è il fatto che però vuole comunque tenerti legata a se’.
    Hai sbagliato, scusami, quando le sue “battutine” ti creavano disagio a dirti che pur di non perderlo le accettavi, sono solo battutine…
    Il concetto credo sia questo:
    1) guardati da coloro che usano la scusa di avere paura di una relazione seria, matura e impegnativa e realmente condivisa e basata sul rispetto per continuare a farsi gli affari propri, ma cercando di avere sia la botte piena che la pseudo morosa disponibile. E che usano dei confini contorti e nebulosi…
    2) se tu invece vuoi una relazione “normale” comunque queste persone ti propongono qualcosa che non fa per te e che ti causa sofferenza
    3) se una persona vuole stare con te sta con te, veramente, sennò, qualunque siano le motivazioni che dà, non vuole stare veramente con te.
    4) ci sono persone che dopo una delusione forte possono avere in effetti una fase in cui hanno paura di impegnarsi… tuttavia, a parte che ci sono persone che fanno di ciò uno stile di vita e un approccio ai rapporti. Ma dire “vorrei farmene 10 e non me la sento di stare con una persona sola” non mi pare comunque un problema a relazionarsi, ma il volersi fare i cacchi propri.
    5) nessuno diventa cieco, sordo nel momento in cui ama una persona. Non è che per forza tutti gli altri e tutte le altre diventano brutti, scemi, poco interessanti e antipatici. Ma comunque se ama quella persona quella persona è più importante, e può scegliere se vuole essere uccel o uccella di bosco o avere una relazione in cui concentrare le proprie energie in un rapporto. E fare il possibile per far funzionare quel rapporto anche evitando ciò che ferisce l’altro/a.
    Tra il pensare, il dire e il fare c’è una differenza: un uomo che fa continuamente delle battute sulle altre, battute anche pesanti e a sfondo sessuale (a meno che non sia una cosa che diverte entrambi) e consapevole di creare un disagio (e non perché tu sia permalosa o gelosona) manca di rispetto in maniera anche stupida ed è maleducato.
    E non si tratta di ipocrisia.
    Si tratta anche di sentire l’altra persona, di non pensare solo alla propria incontinenza verbale o alla propria insicurezza che spinge a voler mostrarsi come un gallo cedrone.
    Uscendo dal…

  8. 8
    Writes. -

    ( Elena stai calma, perché se insulti ti segnalano l’account e te lo eliminano, lo sai bene che il mondo è popolato da gente ingenua e che purtroppo non sa quello che fa, ma tu puoi dirglielo, ma devi stare rilassata e non tirare giu’ bestemmioni).

    Ok, bene, ci sono.
    Ciao innanzitutto.
    La domanda sorge spontanea:
    MA CI STAI ANCORA DIETRO? POSSIBILE CHE SEI COSì CIECA, RIPETO, CIECA DA NON ACCORGERTI CHE TI VUOLE VICINO SOLO PER AVERE UNA CERTEZZA NELLA SUA VITA DI SOLO SESSO CHE VORREBBE AVERE?

    LUI c’ha voglia de tromba’ , fattene una ragione.
    E’ inutile che gli spieghi le bellezze dell’amore, le bellezze del sentimento ricambiato e blabla, perché lui di bellezza ne vede una sola: il buco, anzi i buchi dato la voglia di sesso che c’ha.

    Ti lascia per non avere la responsabilità dei tuoi pianti dopo che avrai scoperto che ti ha appena finito di tradire nuovamente.
    Esistono anche questi uomini, sai?
    E quindi lascialo andare, no?
    ti sei tolta di un peso prima che ti ritrovavi incinta e lasciata a un mese prima di partorire, quando avevate già tutto organizzato.
    Perché dovresti starci male per lui?
    Ti ha dato la chiara certezza che ha una voglia di provare tanti buchi fino a quando non gli esplode, non ha voglia di impegnarsi e te l’ha detto, vuole la sua libertà.
    Cioè, piu’ chiaro di così cosa volevi?
    L’edizione speciale al tg?
    E mollalo, non dovevi nemmeno scrivere di lui,
    dovevi semplicemente dirgli GRAZIE per averti salvato da una vita infernale che ti avrebbe fatto fare se non ti avesse detto chi era veramente.

  9. 9
    LUNA -

    concetto di “uh che permalosa/gelosa/poco spiritosa” (anche ovviamente al maschile) tanto caro a chi manifesta la propria aggressività verbale e la propria libertà di parola ma non accetta che l’altra persona possa dire no grazie, mettiamola su un altro piano: il fatto che sei stai con qualcuno puoi anche considerare ciò che all’altra persona crea disagio o no, che sia tenere la radio a tutto volume, entrare con le scarpe sporche di fango, dire che bonazza me la farei bendata ecc.
    Puoi mettere sulla bilancia quanto davvero ti costa, per entrare in relazione con l’altro, modificare dei comportamenti.
    Puoi farlo o no. Tu hai deciso di accettare delle “battutine”, lui non ha messo in discussione il fatto di rinunciarvi. Palesando anche il fatto che non gli interessavano solo le battutine, ma l’azione…

    ma in sintesi, Boby, non mi pare che questa persona, in generale, collimi con ciò che
    ti fa stare bene e questa persona non ti sta neanche proponendo, offrendo una vera relazione…

    ti consiglio comunque di riflettere su questo:
    tu ti vuoi fare carico della sua presunta paura di avere una relazione “seria”, giustificandolo e considerando la cosa come se avesse una malattia.
    Lui mette in primo piano il fatto che vuole fare quello che vuole.
    Se una persona ha un problema a relazionarsi può viverla come una scusa, giustificazione o effettivamente come un proprio problema.
    Se una persona considera che un problema gli/le impedisce di vivere qualcosa che vuole veramente vivere, fidati, prima di tutto per se stessa, lo affronta.
    Perché il suo “problema” si frappone tra sè e quello che veramente desidera.
    Sennò vuol dire che considera la cosa qualcosa su cui può stare in equilibrio.

    Quindi, fermo che se tu vuoi una relazione seria e vera questo non è quello che desideri, se nella vita ti capita di pensare che l’altra persona ha un problema tieni presente che forse tu lo vedi come un suo problema, lui o lei come una scusa, una risorsa, una cosa che non ha interesse a cambiare perché gli va bene così, perché considera i vantaggi superiori ai disagi.
    E che se una persona ha un problema non puoi risolverglielo tu, ma la cosa deve partire veramente dalla persona stessa.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili