Salta i links e vai al contenuto

L’era dei partners chattatori incalliti

Salve a tutti, visto che non riuscivo a dormire, (sono stata lasciata poco più di un mese fa, e mi comporto ormai come il pugile dopo l’incontro… bistecca sull’occhio livido e si aspetta che passi… bleahhh!), ho pensato di chiedervi se i vostri Lui/Lei passati o presenti, erano dei chattatori più o meno incalliti… e quanto questo ha influito sulla vostra relazione.
Mi spiego, per la prima volta, lo scorso anno, mi iscrissi in uno di quei siti per conoscere gente, un pò per curiosità, un pò perchè le mie amiche ne parlavano con divertimento, e perchè cominciavano ormai a girare leggende su matrimoni meglio riusciti, di persone che si erano conosciute in rete.
Così, ho voluto provare per capire cosa cavolo fosse tutta questa storia e…VIA mi sono buttata, faccio la mia bella tabella con i dati, metto una foto che reputo degna e speranzosa come se avessi lanciato, bottiglia con messaggio, in mezzo all’oceano premo il tasto invio.
Nel giro di pochi minuti mi arrivano 4 proposte di conversazione in chat con dei perfetti sconosciuti di cui non so nulla e che posso più o meno identificare da una foto francobollo nella loro pagina, parlo con tutti ma, anche per un semplice discorso di tempo e piacere, ne scelgo 2 con cui continuare a conversare e alla fine arriva l’invio del numero di telefono al quale contattarli.
Stupita e divertita di questo gioco, faccio subito una considerazione economica, le compagnie dei telefoni stanno guadagnando una barca di soldi con il traffico su internet!!… e soprattutto mi rendo conto che c’è qualcosa di diabolico in questo meccanismo.
Sono una professionista dell’IT e non stavo davanti al computer di solito in casa, anzi ne avevo un netto rifiuto, ed invece era diventato l’equivalente del telefono di quando avevo 15 anni, che tutti dovevano lasciare libero perchè il mio moroso poteva chiamare e trovare occupato. Fortunatamente vivo sola (hi…hi…hi…)
Non facevo altro che aspettare i messaggi di quelli con cui avevo conversato e che mi erano piaciuti e passavo il tempo a guardare un pò in giro…. cosa cavolo mi stava succedendo? Mi sentivo al supermercato.!
Si potrebbe pensare che io sia una che non riesce ad avere relazioni sociali appaganti, ed invece non è così… per questo ero ancora più incredula, non ho mai avuto problemi a socializzare ne a riscuotere successo fra i maschietti e la cosa mi lasciava perplessa,… perchè mi attirava tanto questa modalità?
Alla fine molto banalmente mi resi conto che era semplicemente più facile.
Comunque, uno dei due che tenevo d’occhio, mi decisi a chiamarlo al telefono, e non ci crederete ma scoprii che era veramente interessante come pensavo. In più era pure carino… FREGATA SUBITO, dalla mia curiosità che è a volte fastidiosa anche per me stessa.
Insomma la faccio breve, dopo 10 giorni prendo un aereo e arrivo lì per incontrarlo, dovevo vedere veramente oppure togliermi questa illusione dalla testa.
Risultato, passo 4 giorni da favola, torno a casa e non riesco a pensare ad altro, decido di ritornare nonostante i casini con lavoro ecc.. e passo lì altri 10 giorni, ugualmente da favola.
Nasce una storia, Lui viene a trovarmi regolarmente, ci sentiamo al telefono tutti i giorni, mi presenta subito ai suoi (incredibile, io nemmeno volevo), ed ecco dopo 2 mesi, profilarsi all’orizzonte il primo pilone di cavalcavia autostradale stile viadotto della Valle del Salto in Abruzzo, immmmmmenso, gigantesco e soprattutto in duro cemento armato.
Un giorno mentre ero al lavoro, faccio un’altra considerazione, sulla base del fatto che appena rientrava da lavoro , il mio Lui, si connetteva immediatamente in internet e magari anche sulla chat dove ci eravamo conosciuti, se mi mettevo a parlare con lui tramite messaggeria istantanea, per rispondermi impiegava molto tempo, quindi mi dico…”forse sta parlando con altra gente”… ovviamente… sempre… tutti i giorni… ogni volta che lo trovo connesso… con puntualità e rigorosità… MI SORGE UN DUBBIO!!!
L’ingenua che vi scrive conosceva in teoria i problemi di questi mezzi di comunicazione, ma non poteva immaginare che proprio Lei ne avrebbe incontrato uno così!!!!
L’ingenua, non è però stupida, e mandate a quel paese le buone maniere, immediatamente costruisce una trappola, facile da immaginare. Un nick alternativo , con tanto di tabella dati, e foto.
Risultato: Lui abbocca in pieno, e una mattina, mi trovo a digitare frasi idiote, con Lui che cerca di rimorchiare questa sconosciuta internauta fin troppo cedevole e magari combinare un appuntamento. Piango lacrime amare e mi dò della stupida.
Avevo pensato di fargliela pagare molto cara portando lo scherzo all’estremo, ma alla fine vinta dalla delusione e sfinita dalle lacrime lo chiamo e gli dico che non voglio più vederlo.
Lui impazzisce e mi dice che no… non vuole che finisca fra di noi, di perdonarlo, che l’ho beccato nel suo difetto-debolezza più grande, è un vanesio, uno a cui piace essere cercato e intrattenersi con più donne per ottenere gratificazioni, ma che non passa di fatto alle azioni, è solo teoria, per questo mi prega di lasciarlo tornare da me.
Io mi prendo del tempo… chiedo un consulto fra amiche e valuto l’ipotesi di dargli una seconda possibilità… (oggi posso dirlo ho sbagliato), dopo un mesetto circa lui viene a trovarmi e come per i genitori (esagerato) si presenta con un anello, io lo guardo pensando… è scemo… e gli dico che non ha un grande valore per me questa cosa, noi non ci conosciamo nemmeno, alla fine lo accetto come un qualsiasi monile e lo metto via. Lui si placa, (credo io) gli chiedo di non chattare più specialmente in quel sito, Lui mi dice…si si…ecc…la storia riprende e va vanti molto bene, continuiamo a conoscerci e a condividere sempre di più le cose che avevamo in comune (quelle c’erano perchè io lo avevo scelto proprio per quello e anche Lui)… dopo alcuni mesi iniziamo ad avere il desiderio di essere più vicini, e a fare dei progetti (ogni tanto però capivo che Lui non aveva smesso di chattare…e nonostante la delusione decisi di non dargli peso, pensavo ad un innocuo passatempo), pensando all’estate futura immaginiamo di passarla tutta insieme in qualsiasi modo, penso che le cose stiano andando veramente bene e che il problema della chat sia relativo.
Poi un giorno iniziarono i problemi… infatti io ero preparata al rodaggio della convivenza (Lui no) e dopo pochissimo tempo perde completamente l’entusiasmo per me, non sa se mi ama e quant’altro, e per farla breve dopo le vacanze estive mi lascia (anzi devo farlo io perchè Lui me lo fa capire a mezza bocca), con il cuore spezzato e piena di rimproveri per me stessa torno a casa, e la prima cosa che verifico, è che Lui non ha aspettato un solo istante per tornare alle sue vecchie abitudini, è sempre lì in chat, tutti i giorni, (ovviamente non sto più a guardarlo regolarmente, uso dati a campione e finora è stato il 100% delle volte)
Per quanto mi riguarda non ho mai più incontrato nessuno conosciuto in chat, ho piuttosto riscontrato una certa modalità di azione, tentativi di abordaggio molto simili, mariti che ti dichiarano di cercare sesso virtuale, mogli che tradiscono i relativi compagni tramite i potenti mezzi della tecnologia, famiglie ignare di tutto quello che succede proprio davanti ai loro occhi, figli che finiscono in mezzo alle bufere di genitori poco cresciuti…che delusione.
E pensare che c’è chi paga per per poter trovare gente da prendere in giro…(Lui pagava).
Alla fine vi porgo una domanda, secondo Voi i chattatori incalliti sono i soliti fedifraghi solo con mezzi più potenti a disposizione, o l’avvento di internet e delle chat per incontri e similari, ha fatto peggiorare la situazione ed ha coinvolto anche quelli che non c’avrebbero nemmeno pensato prima?
P.S.: Da un mio piccolo sondaggio ho verificato per nessuno dei frequentatori abituali di chat vive questo come un problema
le dinamiche di relazione sociale sono, a loro parere assolutamente simili a quelle fuori dalla rete.
Io ho qualche dubbio. ma boh…!!!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Attualità

14 commenti a

L’era dei partners chattatori incalliti

Pagine: 1 2

  1. 1
    leilaluna -

    Non voglio spezzare una lancia a favore delle chat anche se è oltremodo molto semplice scambiare quattro chiacchiere con le persone.. ma non credo sia del tutto giusto attribuire alle chat ogni colpa.
    Conoscere nuova gente?? e che c’è di male?? se poi hai trovato un’uomo dalla doppia vita.. mi dispiace che è andata molto male per te.
    Non dico questo perchè le frequento (ci mancherebbe.. massimo uso il msn messenger per i miei amici così non li chiamo al telefono) ma piuttosto perchè credo semplicemente che tu abbia solo incontrato un CHATIPOCRITA. è una categoria molto alta della tua statistica.. ma non tutti sono così.. =)

  2. 2
    gino -

    Scusa, ma che significa sta frase, guarda giusto solo per curiosità:
    “Nasce una storia, Lui viene a trovarmi regolarmente, ci sentiamo al telefono tutti i giorni, mi presenta subito ai suoi (incredibile, io nemmeno volevo), ed ecco dopo 2 mesi, profilarsi all’orizzonte il primo pilone di cavalcavia autostradale stile viadotto della Valle del Salto in Abruzzo, immmmmmenso, gigantesco e soprattutto in duro cemento armato.”

  3. 3
    Andrea -

    Leggendo questa lettera mi viene in mente un blog che avevo scritto sul mio msn Space….Io non mi definisco un chattatore incallito…perchè al massimo parlo con i miei amici prima di uscire…ma rimango dell’idea che Internet e le chat hanno dato una brutta piega alle persone…A mio parere ormai internet ha quasi sostituito la vita reale e ha contribuito almeno in parte a “soffocare” i sentimenti umani…Non c’è + il contatto in prima persona…non esiste + il piacere di incontrarsi e scambiare 4 chicchere guardandosi in faccia…conversazioni sempre molto fredde e a volte ripetitive…e a lungo andare stufano…e parlo per esperienza..con la mia ex parlavamo sempre su msn…e alla sera quando ci vedavamo…non sapevamo + cosa dirci…

  4. 4
    roby -

    io penso che hai solo trovato la persona sbagliata anche se non ho problemi a socializare con la gente essendo che sono molto timido mi viene difficile parlare con le donne e quindi in chat mi viene il tutto molto + facile ciò non vuol dire che una volta conosciuta una donna continuo a parlare con altre per lo meno non mi metto a rimorchiare altre posso benissimo continuare a parlare con le persone che ho un raporto di amicizia. cmq per non farla troppo lunga penso che tu hai soltanto trovato la persona sbagliata ci sono persone e persone in giro e siamo tutti diversi uni dagli altri.

  5. 5
    lealialcuore -

    Per Gino…hai mai preso con la macchina un pilastro autostradale di quelli che sostengono i cavalcavia kilo-metrici alti 200 metri e più…Ecco fa male…un casino, non so se sei un ingegnere edile, ma insomma il senso era quello, scusate se non era molto chiaro…era un modo per sdrammatizzare.
    Grazie Gino
    Per Andrea, sono perfettamente d’accordo con te.

  6. 6
    ChiaraMente -

    Un conto è usare il pc per comunicare con persone che già conosci, altro è conoscerne di nuove. E a volte l’occasione fa l’uomo ladro..anche nelle bugie.

  7. 7
    marco_incasinato -

    Ciao. Da non-chattatore credo che internet dia sopratutto spazio a chi ci sa fare… per cui vedi tu. Ma le delusioni non sono solo on-line… io sto vivendo un periodo bruttissimo… ho 45 anni e ho preso una cotta colossale per una mia amica (separata, lo sono anche io) ma lei niente, é un legno. La cosa che mi fa più male é che come amici andavamo d’accordissimo, ma da quando le ho detto quello che provavo (e che mi sembrava provasse anche lei) ha cominciato a defilarsi, senza neanche dirmi una parola. Capisco fossi stato uno str***o qualunque, ma una chiacchierata franca e sincera me l’aspettavo, e invece niente… é questa la cosa che mi fa stare più male, il non sentirla e il non sapere perché… mi mancano i suoi occhi, quel suo sguardo, il suo sorriso… sto proprio male. Ma male male….
    Auguri ne abbiamo bisogno tutti.
    Marco

  8. 8
    gino -

    Mai chattato in vita mia. Anzi consideravo questo un mondo malato quasi da handicappati della comunicazione, comunque riservato a persone con grossi problemi relazionali o paranoie particolari. Mi sbagliavo, è circa un anno che dedico svariate ore alla settimana a questo strano hobby.
    Ho conosciuto di persona parecchie donne, strane,di tutti i tipi, spesso persone normalissime che in un delicato momento della loro vita si affidavano alla chat per un “aiutino”, per cercare di rompere l’assedio della solitudine, per lanciare un messaggio, una bottiglia in mezzo al mare, o solo per sesso.
    L’esperienza più strana con una donna peruviana, mi ha contattato lei, separata in cerca di un compagno, un grande amore per l’italia e un casino di problemi personali. La povertà di quel paese, i suoi figli da mantenere con lavori saltuari e malpagati, la violenza e il maschilismo endemici delle sue zone, insomma una quadro da far paura ma anche una grande capacità di trasmettere amore e una grande, infantile dolcezza, una tenerezza tutta particolare che purtroppo le donne occidentali stanno perdendo giorno dopo giorno. Lei si faceva vedere in webcam, si spogliava per me e mi trascinava in qualcosa cosa che si potrebbe anche definire amore. Poi ha iniziato a chiedermi dei soldi, sarebbe venuta in italia, magari con figli mamma e parenti al seguito; rimanevamo collegati fino a tarda notte ed io per mesi rinunciavo al sonno e mi presentavo un cencio al lavoro.
    Poi ho dovuto chiudere, farle capire che questo era in fondo solo un gioco
    forse un po’ crudele e pericoloso, il distacco si è compiuto in circa un mese
    durante il quale mi ha fatto capire che lei realmente soffriva, che credeva veramente di aver trovato un uomo per lei e che in questi mesi si sentiva la persona più felice del mondo.
    in concreto, la lezione che mi è rimasta da questa esperienza è che bisogna stare attenti a come ci si comporta, spesso dall’altra parte del pc o della webcam ci sono persone deboli, per le quali il gioco del chattare acquista dei significati e dei sensi piuttosto profondi, completamente diversi da quelli con cui noi, ogni sera, ci apprestiamo a lanciare i nostri messaggi.

  9. 9
    lealialcuore -

    Caro Gino,…per l’appunto come volevasi dimostrare, la chat per incontri è un luogo nel quale tutto si confonde…prova pensare una cosa…avresti mai intrattenuto anche solo una chiacchierata con una donna peruviana senza conoscerla, che ti avesse “catturato” in un qualsiasi bar della tua città, e non basta, ammesso e non concesso che fosse possibile, dopo aver conosciuto tutti i suoi casini, e soprattutto alla prima richiesta di denaro (il tutto rigorosamente dal vivo), avresti deciso di continuare a frequentarla!!!
    Secondo me no…anche perchè chiudere come hai fatto via chat non sarebbe stato ugualmente indolore (o quasi) come invece è stato così. Come io non avrei forse frequentato un tipo che dal vivo mi avrebbe sicuramente inviato messaggi contraddittori, molto più efficaci di quelli che dalla chat si possono percepire.
    A parte quelli proprio espliciti della serie cerco sesso via webcam.
    Io continuo a sostenerlo, la chat è un luogo pericoloso per le relazioni sentimentali (non per tutto..sia chiaro), perchè è un luogo che non esiste e tutto diventa possibile, anche inventarsi una personalità che non ci appartiene e volendo…riuscire a fregare un’altro!

  10. 10
    maurizio -

    Ciao ,io con questo non voglio spezzare una lancia per la chat ,ma posso dirti che la donna con cui mi sono incontrato e passato 2 anni sono stati bellissimi ,tali che sto soffrendo ancora adesso a distanza di sei mesi dal momento in cui in punto in bianco non si è fatta più sentire ……….tu dirai perchè,si è trovata a scegliere me o suo marito e con lui l opinione pubblica e che opinione HA VINTO LEI (L OPINIONE)

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili