Salta i links e vai al contenuto

Forse non vado bene agli altri

Salve a tutti! Ho 20 anni, una bella famiglia, pochi amici ma buoni e tanti sogni…. Io di natura sono super altruista, sono il classico ragazzo educato e gentile e soprattutto rispettoso degli altri e della società. Forse è proprio questo il problema. Dovrei essere più irruento, più “cattivo” e meno permissivo… Sto uscendo con una ragazza e noto che quando faccio lo “stronzo” lei si attacca di più a me… Ma questa non è la mia vera natura.. Perché devo fingere? Le opzioni sono due: O resto come sono e rimango solo, o cambio per gli altri ma non sarò mai me stesso… Che devo fare?

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

8 commenti a

Forse non vado bene agli altri

  1. 1
    wafer -

    Caro attimo fuggente,
    ti consiglio caldamente di imparare a cambiare il tuo atteggiamento eccessivamente educato e gentile. Non paga essere così, corri il serio rischio di perdere le tue attuali conoscenze e di isolarti sempre di più.
    L’isolamento potrebbe straziarti in futuro, quando ti renderai conto che la tua vita sarebbe potuta essere molto più piacevole aggiungendo un pizzico di sale nelle ferite altrui.
    Tutto ciò non significa che devi diventare rozzo o sgradevole; tutt’altro. Un carattere ben formato e accettato dagli altri è un sapiente impasto di tenerezza (quando occorre) e di decisione (quando occorre); di brio e di spirito contemplativo. Eccedere con l’uno o l’altro degli ingredienti ha effetti disastrosi. Sei giovanissimo; hai solo vent’anni. Se lo vuoi veramente puoi, a piccoli passi, cambiare.
    Non nasconderti dietro false convinzioni del tipo: “ma io non sono così”, oppure “questa non è la mia natura”. La nostra natura è un equilibrio di doti innate e di esperienze che ci plasmano. Partendo dalla tenerezza innata che hai di fondo, puoi gradualmente modellare il tuo carattere aggiungendo un pizzico di astuta malizia.
    Oltre a ciò, hai un’occasione imperdibile; la ragazza con la quale stai uscendo può essere tua maestra. Oltre a stringere un sano rapporto umano, con lei puoi sperimentare te stesso, stuzzicandola al
    momento giusto e nel modo giusto; dosando per bene bontà e risolutezza, tenerezza e astuzia.
    Scrivi che quando sei “cattivello”, lei si attacca di più. Io credo, nella mia modesta opinione, che lei non si lasci conquistare puramente dallo scherzetto che le hai combinato al momento. Credo che sia conquistata dal sapore agrodolce che riconosce nel tuo carattere; buono ma con quel guizzo di vivacità in più. Impara un pochino alla volta ad equilibrare i due aspetti senza tralasciarne alcuno dei due.
    Ciao

  2. 2
    Cristian71 -

    Essere o nn essere buoni?
    Ne ho parlato tante volte con amici… e anche con ragazze che ho avuto. E’ un discorso curioso perche’ i fatti sembrano confermare che essere piu’ duri con chi ti sta intorno rende l’affetto altrui piu’ forte..
    Molti confermano quel che sostieni tu e nn posso negare certe evidenze ma ci dobbiamo chiedere cosa vogliamo davvero nella vita.. Una quantita’ di rapporti tenuti in piedi dalla “cattiveria” o essere se stessi?
    Io ho provato entrambi i metodi. A 39 anni e un carattere buono, cosi’ mi conferma chi ho intorno, ho capito che dei rapporti tenuti insieme da un “metodo” non me ne faccio nulla.. Sono falsi per definizione..

    In questi giorni sto vivendo l’ennesimo fallimento amoroso. Diversamente da altre volte non sono giu’ di morale. Niente stomaco chiuso e cervello in panne. Certo sono pensieroso ma non sofferente.. Credo che la mia precedente storia, dolorosa, mi abbia rotto qualcosa dentro.. Un sistema di difesa credo..
    Con questa persona si era convenuto che e’ immaturo legarsi con chi ti tratta male. E anche che le persone non sono cose che si scaricano come se nulla fosse dopo tanti “noi” pronunciati.. E invece eccomi qua, scaricato senza nemmeno uno straccio di spiegazione. La sentivo assente da qualche giorno ma pensavo a dei suoi problemi famigliari. Era gia’ successo. Invece non ha chiamato quando doveva (come sempre dopo il lavoro) .. Preoccupato gli ho scritto un sms (questo perche’ appunto da qualche giorno nn rispondeva piu’ alle mie telefonate.. Solo sms..) per chiedere cosa fosse che nn andava.. Nessuna risposta e il telefono e’ muto da allora..
    Io nn chiamo.. Sono stanco di tira/molla amorosi con persone infantili. Magari ha capito che nn faccio per lei ma un piccolo chiarimento credo mi fosse dovuro. Deluso ma con chiarezza. Ora invece deluso ma che disprezza..

    Tutto questa parabola di parole per arrivare al punto in oggetto.. Un mio amico mi chiarisce che sua moglie, con la quale ha spiegato l’epilogo, mi giudica un bel ragazzo ma troppo buono con le donne. E lei si sarebbe stancata di me..
    E’ vero.. l’ho riempita di attenzioni, comprensione e affetto. Ma ne avevamo appunto parlato.. Chi chiesi se darle tanto era un male. Mi rispose che era meraviglioso. Ne avebbe voluto anzi ancora di piu’..

    In altre relazioni avevo fatto il duro e effettivamente continuavani a cercarle. Ma la verita’ e’ che nn me ne importava nulla di loro..

    Sono pentito di aver agito da “buono”? No. Sono fatto cosi’ e ho il cuore in pace. Preferisco essere preso a calci in culo ma essere stato corretto che aver a che fare con la mia coscienza.. (che e’ peggio di soffrire per una donna).

    Detto questo, puoi decidere solo tu il da farsi. Tecnicamente avrai maggiore successo in abiti da “cattivo”. Col tempo poi deciderai se ti soddisfa fino in fondo avere vicino qualcuno che sta li per paura di perderti invece che per amore vero.

    Buona fortuna

  3. 3
    Spectre -

    oppure c’è anche la 3^ opzione: trovare una mediazione, senza rinnegare MAI quello che sei, affrontando la realtà senza fingere o assecondarla per uno scopo, anche se alcune volte effettivamente quel che vediamo attorno a noi sa di stupido.

    pensa a cosa effettivamente varrebbe la pena smussare e cosa invece tenere cmq e sempre. nn penso tu sia nè giusto, nè sbagliato. sei così e nn devi mai mettere da parte l’autocritica. io lo faccio, e mi prendo oneri ed onori, restando anche di merda.

    nn svenderti cm fa la molta gente, perchè il tradimento verso sè stessi credo sia il peggiore possibile.

    magari trova qualcuno che sappia capire, anche se ti assicuro che sn poche le persone che sanno ascoltare, comprendere tempi e modi degli altri. e ti assicuro che nn è nemmeno un problema di età. forse noterai delle differenze nel rapporto cn gli altri col tempo, ma sarà perchè TU ti conosci di più, nn tanto perchè gli altri abbiano fatto chissà che passi.

    da questo punto di vista sn molto secco, e perchè no, anche saccente: in giro è pieno di imbecilli, di donnette e omuncoli.

    pensa a quella che frequenti oggi: ti pare che abbia senso che si comporti così? se pensi che questo sia parte dell’amore, prosegui, sennò fatti due conti e vedi te. io quando vedo che c’è una che fa così penso solo sia scema o immatura.

    PS. una donna che dice di voler anche uno stronzo, A MIO AVVISO, è proprio cretina, ma lo dice uno che nn ha capito evidentemente un c...o. uno che pensa di poter parlare seriamente, di poter sbagliare e di potersi anche spiegare cn chi blatera di dialogo ad ogni piè sospinto, ma poi, sotto sotto, ha dell’altro in testa.

    PS2. e cmq sn dannatamente d’accordo con cristian71. malgrado gli anni che si separano, mi ritrovo moltissimo in quel che dice, soprattutto nella sua buona fede che sarebbe stata anche la mia. pure io avrei scritto queste identiche parole: “E’ vero.. l’ho riempita di attenzioni, comprensione e affetto. Ma ne avevamo appunto parlato.. Chi chiesi se darle tanto era un male. Mi rispose che era meraviglioso. Ne avebbe voluto anzi ancora di piu’..

    quando succedono queste cose viene voglia di nn parlare più, tanto qualsiasi cosa viene detta è passibile di ribaltone completo.

  4. 4
    PolvereDiStelle -

    Sono pienamente d’accordo con Cristian71…l’ultima parte del suo commento potrei averla scritta io.

  5. 5
    Cartolina -

    Ciao. Sono una donna e ti dico che, qualche tempo fa, stavo con un ragazzo ‘bastardo’ e lo amavo follemente. Ero piccola, però. E, da immatura, facevo equivalere l’aggressività e la sicurezza. Eh sì, perché questo mi sento di dirlo, secondo me le donne negli uomini cercano determinazione (ovvero la capacità di essere se stessi indipendentemente dall’esterno, per quanto possibile) e anche la dolcezza. Cercano una persona matura, fatta, decisa, che le sappia proteggere più psicologicamente che materialmente.
    A volte, o quasi sempre, data la nostra poca maturità anche come società, la sicurezza viene identificata con l’aggressività, e lo ‘sfigatello’ non viene calcolato. Ora, con un pò di sale in zucca, ho capito che le ‘palle’ che cerchiamo noi donne in un uomo hanno molti aspetti. Che il bullo e lo ‘sfigato’ sono alla pari due persone che non sanno gestire la loro interiorità. Che la sicurezza e le palle vanno di pari passo con la fermezza, la gentilezza e l’educazione, mai con la maleducazione, con l’ascolto, col diverbio se è necessario.
    Il fatto che ogni tanto ti mostri ‘cattivo’ non ha niente a che vedere con te e la tua sicurezza: sono dimostrazioni estemporanee, non il tuo vero essere. L’importante è che tu ti senta te stesso al cento per cento, la tua compagna capirà. E puoi essere il più buono del mondo per due anni, ma devi dare l’impressione di saper farti rispettare, al momento giusto però. Questo le donne cercano, per sé e per i propri compagni. E non significa tradire la nostra natura, ma il contrario. Forse lei non vede questo in te, non è la persona giusta, e si attacca a queste manifestazioni estemporanee.
    Io ora sto con un UOMO della mia età. Da anni. E’ la persona più amabile e dolce del pianeta, ma, senza urlare, con grande educazione, sa essere fermo nelle sue posizioni quando la situazione lo richiede. E sembra un pulcino bagnato, uno sfigatino, non dà nell’occhio. Ma so che tesoro ha dentro. Con determinazione e dolcezza.
    Un abbraccio!

  6. 6
    flame -

    devi restare te stesso.xkè se cambi per gli altri nn ti sentirai mai a tuo aggio.ci sono ragazze che prefferiscono i ragazzi come te.

  7. 7
    vittorio -

    le donne sono cambiate gli uomini sono rimasti al palo

  8. 8
    giovanna -

    siete rimasti al palo?che concetto è questo?..teorema’prendi una donna trattala male’la sapete questa canzone?su certi aspetti è vero purtroppo non ci si spiega perché gli stronzi attirano di più…scegliere tra esser se stessi o fingere per tenersi una ragazza?in amore non si fanno giochetti e avere attorno a te mille persone perché hanno paura di te non ti porta onore,forse se noti questo cambiamento in lei quando sei ‘cattivo’non è la ragazza giusta per te,sei giovane ma ha questa età hai già un carattere impostato magari le difficoltà della vita le gioie e le delusioni ti porteranno a cambiar pensieri o a esser più forte,mi sembri un pò insicuro,ma per me non devi cambiare devi esser te stesso sempre,se no rischi di far male a qualcuno e sicuramente fingere di esser quel che non sei per quanto credi che possa durare? E per quale motivo se resti te stesso rimani da solo?devi avere stima di te stesso forse non ne hai

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili