Salta i links e vai al contenuto

La colpa diamola agli invasori, non agli invasi

Lettere scritte dall'autore  Flavio Coticoni

Caro direttore,
la denuncia di Amnesty International, che accusa l’Ucraina di aver installato postazioni militari in zone residenziali oppure vicino a scuole e ospedali, sarà anche veritiera, ma sinceramente la trovo inopportuna. I crimini di guerra da evidenziare e denunciare sono infatti quelli russi. Amnesty International ha sempre denunciato i reati russi, ma mi lascia basito che abbia avuto più risalto il recente reportage ai danni dell’Ucraina che tutti quelli fatti nei confronti della Russia di Putin.

In guerra, purtroppo, tutti i diritti civili di pace, salute e istruzione saltano completamente. Sono gli stessi ucraini a voler resistere militarmente, e sono disposti a tutto pur di salvare il loro paese. Nella storia vanno sempre analizzati i contesti. Non stiamo parlando di un paese che non garantisce diritti e sicurezza perché lo ha scelto. Parliamo di una nazione invasa in modo criminale, che ogni giorno si difende eroicamente e che va sostenuta, non certo trattata con l’equidistanza di cui molte associazioni pacifiste hanno dato prova. In Ucraina ormai non ci sono più i diritti umani garantiti: questo è gravissimo e lo sapevamo già. La colpa, però, diamola agli invasori, non agli invasi.

Flavio Maria Coticoni

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi: La colpa diamola agli invasori, non agli invasi

Altre sul tema

Altre nella categoria: riflessioni

1 commento

  1. 1
    Gabriele -

    Copia incolla di una lettera già scritta, perché?😅

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili