Salta i links e vai al contenuto

Quello che non ti aspetti…

Lettere scritte dall'autore  Matteo-solo

Ciao a tutti, scrivo per la prima volta in vita mia su un forum, ma volevo condividere con voi la mia storia.

In questi giorni per me molti difficili ho letto e riletto tanti messaggi su questo sito che mi hanno aiutato a tirare avanti, in tanti di voi mi sono riconosciuto…

La mia storia è questa….

Ormai sei anni fa, conoscevo al mare la ragazza della mia vita ( almeno così credevo e speravo) …. una ragazza bellissima, dolce, simpatica, umile, solare, incredibile…. lei era più piccola di me aveva 14 anni, io 19… anche se solo quattordicenne era davvero molto matura e non dimostrava affatto quell’età. Dopo un anno di messaggi e nulla più, l’anno successivo al mare ci mettiamo assieme… ho passato due settimane quell’estate bellissime, piene di amore e gioia… purtroppo la vacanza finì e prima di settembre non ci siamo più visti perché lei doveva andare via con i suoi genitori e io dovevo tornare a casa. Da li è iniziata la nostra avventura. Essendo così piccola sapevo bene che mi sarei dovuto sbattere per andare io da lei e in 5 anni mi sono sorbito ore e ore di treno e poi di macchina ( abitiamo solo a 40 kilometri di distanza, non tantissimi) .
All’inizio il rapporto era bellissimo, anche se i suoi genitori ci mettevano spesso il bastone tra le ruote perché ritenevano che eravamo troppo diversi e di età troppo differenti. Ma questo devo dire non ci ha quasi mai messo alle strette anche grazie a me che ho avuto davvero tanta ma tanta pazienza. Ho davvero fatto di tutto per lei. Niente con il passare degli anni avevamo sempre un bellissimo rapporto, certo ogni tanto si litigava, ma penso che dopo 5 anni sia abbastanza normale. Tutto va bene finche lei a settembre si iscrive all’università e da lì il nostro rapporto inizia a deteriorarsi. Per quanto l ‘ amassi non passava settimana che non litigavamo anche per cose stupide.
Ammetto che anche io ho sbagliato ma purtroppo non riuscivo a rendermi conto che il vaso si stava riempiendo. Un mese e mezzo fa il nostro castello ha iniziato a crollare del tutto. Una sera esce con un ragazzo che adesso è quello che gli piace e lo bacia… Me lo dice subito, giustificandosi che era ubriaca (aaahhh) e io mi arrabbio molto ma sinceramente non pensavo potesse essere l’inizio della fine. Inizia a non cercarmi più tanto, usciamo e io mi sento molto più freddo per il discorso del suo bacio e allora già prima si litigava, figurarsi dopo….
Un giorno mi chiama e mi dice, dobbiamo lasciarci io non so più cosa voglio dalla mia vita, non so se ti amo più. Mi crolla il mondo addosso, non riesco a capire questa sua decisione, avevamo anche prenotato le vacanze assieme tre mesi fa, era felice. Purtroppo dopo vengono a galla altre cose che sinceramente non mi sarei mai mai mai aspettato da lei. Mi dice che è andata a studiare a casa sua, per l’esame, mi dice che l’ ultimo giorno che ci siamo visti io me ne sono andato arrabbiato da morire, abbiamo litigato di brutto… lei dopo che me ne sono andato in quel modo cosa fa?? chiama questo e ci esce assieme. Non ci potevo credere. Davvero! Senza parole.
Un giorno la chiamo disperato per cercare di capire cosa succedeva e lei mi parla di questa persona come se io ero un suo amico e mi diceva che gli mancava e tutte cose cosi. Che mazzata che mi ha dato!!! Lei è sempre stata una persona che condannava queste cose, il fatto di tradire di comportarsi in modo scorretto… Mi diceva prima si lascia la persona poi al massimo ci si crea un’altra storia. Invece quando gli ha fatto comodo ha fatto tutto quello che voleva.
Sono sinceramente ancora sconvolto da questa cosa, credevo di conoscerla come le mie tasche e invece in tre mesi è cambiata in un modo incredibile. Una spiegazione non me la so dare. Adesso a distanza di qualche settimana sto un po’ meglio anche se nel mio cuore c’è sempre la speranza di un suo ritorno, anche se non so come potrei reagire dopo il suo comportamento. Però ragazzi 5 anni sono 5 anni, non li posso buttare nel cesso. Poi io l’amavo con tutto il mio cuore, avrei dato la vita per lei. Davvero. Pensavo spesso al futuro ed ero certo che ci sarebbe stata lei nel mio futuro. Non so più cosa fare e cosa pensare. Adesso vivo alla giornata. Ho delle persone che mi sono state vicine e mi hanno aiutato a stare bene. Però sento sempre un certo malessere, per quanto mi ha ferito mi manca come l’aria. E voglio sperare in un suo ritorno… Forse sbaglio. Non lo so. Grazie per la pazienza ragazzi. Scusate per la lunghezza della lettera, mi sono dovuto anche contenere se no scrivevo un libro. Un saluto a tutti.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Quello che non ti aspetti…

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

10 commenti

  1. 1
    rossana -

    matteo-solo,
    mi dispiace per quanto stai passando.

    tuttavia, in questa frase “anche se i suoi genitori ci mettevano spesso il bastone tra le ruote perché ritenevano che eravamo troppo diversi e di età troppo differenti.” c’è buona parte della risposta al tuo dolore di oggi.

    l’essere troppo differenti, forse può crear danno, ma non è detto che lo faccia, mentre la differenza d’età, all’età in cui è iniziata la vostra relazione, già contiene in sè pessime prospettive d’evoluzione.

    poi, nulla è scontato: poteva pure andar avanti bene, ma difficilmente, purtroppo, per l’intera vita…

    un abbraccio

  2. 2
    matteo-solo -

    Si lo so, hai ragione. La tua osservazione è perfetta, troppo piccoli, non si può pensare di stare assieme per sempre se si inizia una relazione cosi giovani. A quell’età non sappiamo ancora chi siamo. Sono pochissime le persone che si mettono assieme giovani e poi vivono insieme per la vita. Forse il fatto di averne passate tante assieme mi aveva fatto sperare in un futuro roseo.
    Abbiamo sempre lottato assieme e pensavo questo avesse cementato il nostro rapporto a sufficienza. Comunque non voglio precludermi nulla, vedremo come si evolveranno le cose. Voglio vivere alla giornata e prendermi quello che viene, positivo o negativo. Anche se dentro di me sento che lei un giorno tornerà….Un bacio.

  3. 3
    Toxicity21 -

    Quando ho letto la tua storia ho scosso la testa. No, non per qualcosa di negativo che abbia provato o per qualcosa che nella tua storia non abbia condiviso. Nulla di tutto questo: ho scosso la testa perchè mi son chiesta “Perchè in questo mondo sembra che tutto vada al contrario?”. Ti spiego meglio: la tua storia è molto simile alla mia ed i tuoi comportamenti mi sembrano un pò i miei: anch’io stavo con un ragazzo (l’unica persona che abbia amato in tutta la mia vita) che non viveva nel mio stesso paese ed anch’io, come te, prendevo sempre il primo treno per raggiungerlo, nonostante l’uomo fosse lui e non io (non è una visione maschilista la mia, ci tengo a puntualizzarlo, penso soltanto che per per vari motivi, una donna dovrebbe sentirsi ed essere protetta dal suo uomo. E’una questione di dna secondo me).
    Anche lui, come la tua ex, da un giorno all’altro mi è sembrato un estraneo ed anch’io, come te, mi son chiesta come fosse possibile e chi fosse quella persona che avevo davanti ai miei occhi, una persona diversa da quella che avevo sempre amato.
    Bene, questo è il tuo spazio e non voglio parlare di me, ho semplicemente sviluppato una riflessione a partire dalla tua storia, dalle sue dinamiche e mi son chiesta perchè un ragazzo come te, che sembra molto maturo, abbia incontrato una persona che forse non ha saputo apprezzare questa tua qualità e tutti i sacrifici che hai fatto per lei.
    Matteo, tu non sei solo, se è vero che hai queste qualità stupende non credo che tu sia solo perchè hai dentro di te la capacità più bella che si possa possedere: la capacità di amare qualcuno, nonostante tutto, nel dolore, nel male e nelle difficoltà.
    Io non conosco questa ragazza ma in base a ciò che hai descritto del suo comportamento capisco che non era matura quanto te e che forse non aveva la tua stessa forza. Ciò che tu le hai donato, le mancherà sicuramente ma ciò che devi chiederti tu, forse, è quanto possa essere giusto per te essere trattati in quel modo.

  4. 4
    Toxicity21 -

    Insomma, sei sicuro che questa persona possa percorrere le vie della vita con te? Sei certo del fatto che con questa persona tu possa essere serena? Pensi che dopo aver conosciuto quel suo comportamento tu possa tornare a fidarti di lei?
    Io non credo che le persone cambino, non ho mai creduto a questa balla, nè quando sentivo dire che i lupi possono trasformarsi in pecore e nè quando sentivo che erano le pecore a trasformarsi in lupi. Le persone sono sempre molto chiare, è solo che il nostro affetto è capace di dipingere con colori diversi, con i colori dell’amore, le oscurità che percepiamo nelle persone che amiamo.
    Hai avuto la possibilità di vedere in tutte le sue forme l’oscurità della tua ex, ora devi chiederti se sei disposto a conviverci nel tuo futuro.
    Devi fare una scelta consapevole e devi assumerti le tue responsabilità.
    L’amore non è nè un’utopia, nè una barzelletta e penso tu lo sappia bene: guardati dentro allora e scava più che puoi.

    In bocca al lupo,

    Roberta.

  5. 5
    matteo-solo -

    Ciao Roberta grazie per i commenti. Hai scritto delle cose davvero molto belle. Bè guarda io credo che lei, prima o poi, capirà cosa ha fatto e sono quasi certo che ci rimarrà davvero male. I nodi prima o poi vengono sempre al pettine.
    Io non rimpiango nulla di quello che ho fatto, perchè in quei momenti ero davvero felice, la vita mi piaceva e anche se prendere sempre il treno o farmi due ore al giorno di autostrada era pesante non mi importava. Non ho mai avuto una vita facile e la storia con questa persona era davvero la cosa più bella che mi era capitata.
    Di certo non mi sarei mai aspettato di essere trattato cosi, di essere buttato letteralmente via, di essere cancellato da un mese all’altro. Per chi poi, per cosa? Hai ragione quando dice che mi devo chiedere se davvero voglio dare a questa persona una seconda possibilità se mai me la chiederà. Sinceramente adesso non lo so, io come dici tu non credo minimantete alle persone che cambiano cosi di punto in bianco. Ed è anche per questo che mi riesce difficile comprendere cosa sia accaduto. Adesso voglio solo prensare a me e riprendermi la mia vita, se poi un giorno le cose dovesserò cambiare valuterò al momento, con l’esperienza acquisita da questa vicenda.
    Da quello che scrivi anche tu devi aver soffermo molto, mi dispiace.
    Come hai detto tu, noi non siamo soli e non lo saremo mai, certo a volte non è facile pensarlo, ma dobbiamo farci forza combattere.
    Un abbraccio.

  6. 6
    brunetto87 -

    Matteo,la tua ex ti ha tradito,e tu che fai?speri in un suo ritorno e non sai se perdonarla?Se verrà mandala via a calci nel culo!Queste persone non meritano di avere bravi ragazzi al loro fianco!Devoono avere solo porci schifosi che le useranno solo per i loro “scopi” e dopo le butteranno nel cesso facendole sentire come delle puttane che hanno soddisfatto solo i loro bisogni di sesso,e lì che si rendono conto a chi hanno perso!!
    Inoltre come si fà a tradire una persona che ti è stata vicina per 5 anni?Il cuore,il sentimento,IL RISPETTO dov’è?è mai possibile essere cosi cattivi e strafregarsene della persona che si ha accanto?
    Lo sò 5 anni non si dimenticano nemmeno in un’anno,ma pensa che se ti ha tradito 1 volta lo potrà fare in futuro,e tu come potresti vivere questa storia,sempre con ansia e con sospetto?
    Ricorda,la vita ripaga tutto,se fai male in futuro riceverai male!La ruota gira e non possono vincere sempre le persone che fanno del male!
    In bocca al lupo e sì forte!

  7. 7
    Toxicity21 -

    In base a ciò che scrivi, mi viene soltanto da dirti che è bene che tu pensi a te e non alle motivazioni che hanno indotto la tua ex a comportarsi senza rispetto nei tuoi riguardi.
    So che quando si è amata tanto una persona sia davvero difficile riuscire a prendere contezza del fatto che chi avevamo al nostro fianco, in realtà non ci volesse quel bene profondo che forse noi eravamo in grado di provare per loro. No, non è un elogio alle nostre persone, è che la realtà dei fatti parla e dice che noi, che prendevamo il treno per raggiungerli, che speravamo sempre nel loro benessere, alla fine siamo stati trattati come i peggiori degli stronzi. Questa non è generosità, questo non è amore, Matteo.
    E non pensare mai che la tua ex possa vivere con un’altra persona, con il suo attuale ragazzo un rapporto diverso da quello che aveva con te, più bello e sereno, perchè una persona che sbaglia e che non si rende conto dei suoi errori, non sbaglia soltanto con te, ma sbaglierà anche con gli altri perchè prima di tutto sbaglia nei confronti di se stessa.
    Prenditi il tuo tempo per capire chi sei, che cosa vuoi da un rapporto sentimentale e per capire se ciò che sei meriti un altro genere di “trattamento”.
    Sì, anch’io ho sofferto tanto per una persona che conosco da 6 anni e con la quale sognavo di dare alla luce un bambino e con la quale sognavo di fare l’amore per la prima volta.
    Ho 22 anni ma non mi è mai interessato vivere delle avventure e forse ciò che dovrebbe essere un valore, in questa società, diviene un “problema”.
    La mia storia si intitola: “Amo una persona con la quale so che è impossibile stare”. Se ti va di leggerla, è lì. Ti aiuterà a sentirti meno..solo, appunto 🙂

    In bocca al lupo per tutto Matteo e mi raccomando, difenditi.
    Difenditi sempre.

  8. 8
    matteo-solo -

    Ciao Roberta, ho letto la tua storia. Dispiace sempre quando persone così, come te, debbano soffrire in questo modo. La vita è ingiusta, o forse lo è nell’apparenza. Vedo spesso in giro molte persone che si comportano in modo davvero scoretto, in generale, che hanno almeno all’apparenza una bella vita e mi dico, ma è possibile che il mondo giri al contrario? Non me ne capacito. Ma penso anche che il “contadino raccoglie sempre quello che semina”. Se nella vita ti sei comportato male, te ne sei fragato degli altri, hai fatto tutto quello che hai voluto, un giorno o l’altro ne pagherai le conseguenze. Certo è brutto vedere come anche chi si comporta bene, si prende le sua batoste, ma forse queste sono fatte in modo tale da far crescere la persona che le subisce. Sinceramente sono rimasto colpito dalle cose che scrivi. Sei una persona di una profondità incredibile. Si vede che hai sofferto molto. Non so perchè ma non mi dai l’idea di essere felice, magari mi sbaglio, anzi di sicuro.
    Grazie dei messaggi. Un abbraccio.

  9. 9
    Toxicity21 -

    E’simpatico e dolce “vedere” come alla fine tu, che eri e sei la persona che aveva ed ha bisogno di conforto, abbia dato una bella “pacca sulle spalle” a me 😀
    Tutto ciò che hai scritto in quest’ultimo post è proprio ciò che anch’io penso: La riflessione iniziale è quella: “Perchè SEMBRA che vada tutto al contrario?” e poi, quando la rabbia si trasforma in qualcosa che fa meno male, si capisce che le persone raccolgono SEMPRE ciò che hanno seminato, nel bene e nel male. E’quello che capita e che capiterà a te, a me ed è quello che capita e capiterà alle persone che con assoluta immaturità ci hanno fatto soffrire.
    Sì perchè io credo che si fa soffrire un’altra persona solo quando non si è maturi, se si è maturi non si fa mai soffrire qualcuno.
    Quindi, forse, è anche giusto perdonare la loro immaturità, o almeno nel mio caso non penso si possa parlare di cattiveria.
    Io, dal mio canto, l’ho perdonato. E tu, lo hai fatto?
    Il perdono è la prima chiave d’accesso al superamento del malessere che si è vissuto: fino a quando non ci si perdona e non si perdona anche l’altro, non potremo mai voltare veramente pagina o cambiare proprio libro 🙂
    Ti ringrazio per ciò che mi hai scritto, anche tu, nei limiti della virtualità, hai colpito tanto me.
    Non so quanto abbia sofferto, so solo che ho sofferto e che, comunque sia andata e comunque andrà la mia vita, non permetterò mai a nessuno di calpestare la mia dignità e di oscurare il sole che in me esiste.
    Non sono triste perchè sono felicissima di me stessa e della vita che mi è stata donata. Ciò che mi fa rabbia e tristezza è “solo” la constatazione del fatto che al mondo esistano persone che non sono in grado di godere dell’amore che un’altra persona, con estrema generosità, dona loro. Leggere storie come la tua risveglia in me questa rabbia, il mio profondo desiderio di “giustizia”.

    Un abbraccio anche a te, Matteo e quando vorrai parlare di te, scrivi pure: io ti risponderò 😉

    Roberta.

  10. 10
    Matteo-solo -

    Ciao Roberta,

    Sai perchè ti ho dato una “pacca sulle spalle”. Fin da quando ero piccolo, ho sempre cercato di aiutare le persone che vedevo in difficoltà. Nel mio piccolo cercavo di far sorridere le persone che stavano male, dare consigli ad amici che vedevo in dificoltà, aiutare una ragazza a rimettersi insieme al ragazzo che l’aveva lasciata. Tutte cose cosi, e anche se adesso sono cresciuto, quando vedo una persona in difficoltà, una persona che soffre, cerco da tendergli la mano. Sinceramente non mi sono mai dato una ragione del perchè io sia cosi. Sta di fatto che praticamente mai nessuno ha fatto per me quello che io ho fatto per lui..Va bè ma tanto si sa che aspettarsi indietro qualcosa è il primo errore da non commettere. Con questo non pensare che sono un santo, anche io ho fatto le mie belle cazzate. Ma ho cercato sempre di avere un’equilibrio. Un altro mio grande difetto è quello di mettermi sempre nei panni degli altri. E quindi spesso e volentieri capisco quello che le persone fanno. Ti spiego meglio. Quello che ha fatto la mia ragazza è terribile, però posso anche capire che una persona possa in un determinato momento sentire qualcosa di diverso dentro di se e possa fare determinate scelte…come posso capire che una persona poi si penta davvero e voglia correggere gli errori fatti.. Sono fatto cosi, sono fatto “male” forse. Va bè. Ascolta senza impegno, mi farebbe piacere sentirti su msn, solo per parlare di questa esperienza. Tranquilla se non vuoi non c’è problema. Solo che qui non è facile parlare. Ma davvero non è un problema. Ti dò il mio se vuoi aggiugimi. matteo_earthquake@hotmail.it

    Ti saluto. Alla prossima.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili