Salta i links e vai al contenuto

Non sopporto più mia cognata!

Lettere scritte dall'autore  

Ciao a tutti,
ho deciso di scrivere di ciò che mi sta accadendo perchè sono veramente esausta. Sono fidanzata con il mio grande amore da più di due anni, è un rapporto solido e ci conosciamo da più di 15 anni. Ci amiamo da morire. Entrambi siamo molto legati alla nostra famiglia, ma io credo che il suo affetto per la sorella sia ossessivo. Io mi sento tagliata fuori.
Mi rendo conto che sono io ad esagerare a volte, ma sul serio, per lui, la sorella è dio. Ora non per fare pettegolezzi inutili, ma non ha niente di speciale, fisicamente sproporzionata e poi quello che fa strano è che non ha assolutamente amici, ma salta da un rapporto ad un altro senza fare un minimo di selezione. Siamo due persone veramente incompatibili è vero, ma io per amore mi sforzo e cerco di essere superiore anche alle cattiverie che mi dice.
E’ molto complessata per via del suo fisico, chissà quali disagi avrà subito nell’adolescenza, ma ora dato che ha ben 30 anni sarebbe ora di crescere. Io sono più giovane di lei, ma ho un carattere forte e so riconoscere i miei punti di debolezza e anche di forza, non ho bisogno di sfogarmi sugli altri per sentirmi meglio.
Il mio ragazzo in tutto ciò non ha praticamente un ruolo! E’ lì ad accettare tutto quello che succede in modo passivo e il massimo che sa fare quando si affronta la conversazione, spesso ultimamente, è cambiare discorso o chiuderlo lì.
Tutto questo ci sta logorando, e io vorrei tanto lasciarla perdere e fregarmene, ma c’è sempre la sua ombra su ogni cosa. E questo mi fa pensare: il mio ragazzo è in grado di vivere senza di lei o non ha per niente spina dorsale?
Vi chiedo di aiutarmi, mi serve un parere oggettivo. Ho cercato di rendere chiara tutta la situazione e ora sta a voi: cosa devo fare?

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

1 commento

  1. 1
    AAA -

    Ho anch’io una cognata dello stesso “formato”: ossessione estetica, superficialità, mancanza di carattere in quanto dipendente emotivamente, cognitivamente e in buona parte economicamente da mamma & papà nonostante coetanea alla tua. Fortunatamente il mio compagno già da prima che lo conoscessi non aveva buoni rapporti con lei, per cui il problema non è sorto direttamente, bensì si sono realizzati solo alcuni screzi i primi tempi derivanti dal suo sadico godimento nello spargere zizzania. Tuttavia, è riuscita attraverso vie subdole e “Invisibili” a corrompere meschinamente il rapporto già fragile che incorreva tra il mio compagno e i genitori.
    Scrivo di questo dettaglio per farti capire che ad un certo punto -ovvero quando abbiamo realizzato che i rapporti ormai erano in putrefazione- lui, ed io con lui, ci siamo trovati ad un bivio: decidere per la buona faccia a cattivo gioco, ergo adattarsi a rapporti sterili e formali tantopiù ingoiando falsità, critiche, pettegolezzi, dispetti di una bassezza unica oppure tagliare drasticamente i contatti. Beh, abbiamo deciso per la seconda opzione. Con tutte le conseguenze che hanno riportato.
    Secondo me di fronte a certe situazioni ci vuole carattere e un carattere solido assimila in sé una certa dose di coraggio. Non credo nel “politically correct”, non credo nelle vie di mezzo, non credo nel dialogo o meglio non credo nel dialogo dopo diversi tentativi per finire a ritrovarsi, inesorabilmente, sempre allo stesso punto. In fondo i caratteri cambiano raramente e quando lo fanno è conseguentemente a qualcosa e in tempi molto lenti.
    Quello che voglio dirti è che se già a 2 anni dall’inizio del tuo rapporto ti ritrovi in una situazione critica, non la sopporterai ancora a lungo. E il tuo ragazzo se ha intenzioni tese al futuro dovrà costruirsi un nucleo familiare con te, non con la sorella.
    Non ti consiglio nulla, io i consigli degli altri li ho ascoltati ben poco in vita mia perché credo sia preferibile sbagliare con la propria testa piuttosto che fare giusto con quella degli altri. Però ti dico cosa farei al tuo posto: metterei quel ragazzo con le spalle al muro, gli spiegherei esattamente quali sono i problemi e che c’è bisogno di un cambio di rotta affinché io viva serenamente il rapporto con lui.
    Credo che un vero cambiamento rivela da subito i primi piccoli passi e si solidifica nel tempo..o meglio, nella coerenza e nella solidificazione nel corso del tempo.
    ciao

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili