Salta i links e vai al contenuto

Ho 27 anni e non sono più solo, e probabilmente non lo sono mai stato

Intanto ringrazio tutti quelli che mi hanno scritto una parola gentile, ai sommersi che come me si trovavano in una situazione di disagio. A loro va in questo momento il mio pensiero, e l’augurio che tutto un giorno si possa sistemare, come sta succedendo a me…
Andrò al sodo. Ero depresso, ero giù. La mia chiusura verso il mondo partiva in primo luogo da me. Sul serio. Come si può volere bene al mondo se non si riesce neanche a volere bene a sè stessi… Non si può, ora lo so.
Ho scavato dentro di me. Ero ossessionato dal mio suicidio. Era il mio ultimo pensiero prima di andare a dormire e il primo al momento del risveglio. E un giorno è successo un “regalo” inaspettato. Una paralisi ad un piede. E la relativa paura di non capire cosa stà succedendo. E la voglia improvvisa di riprendermi con i denti quello che da solo mi ero tolto: la voglia di vivere.
Da quel giorno è cambiato in me l’approccio alla vita. Non vi sto a dire nel dettaglio cosa ho fatto. Ma come suggerito da alcuni di voi mi sono iscritto ad una associazione nel campo della musica… la mia grande passione, sono andato a vivere da solo, ho viaggiato… da solo e con mio zio, ho fatto l’amore con delle ragazze splendide (quello aiuta molto, hehehe).
Mi sono infine innamorato.
Ho coltivato l’amore per me stesso e ho permesso alla tristezza di andarsene, come ogni tanto le permetto di ritornare per farla calmare un po’.
Ma in sostanza vivo come se non ci fosse il domani. Basta scrupoli. L’unica limitazione è il rispetto e l’amore per gli altri.
La cosa buffa è che nessun neurologo sa cosa mi stia succedendo… Ho esami che mi dicono che i miei nervi non conducono bene gli impulsi dal cervello. Mi sento solo un po’ debole, ma ho ripreso a muovere il piede, e la fifa per la salute continua, ma senza farne una malattia. Ci sono volte in cui penso proprio che non succeda proprio niente per caso.
Vorrei solo stringere quelle persone che come me si sono sentite a un passo dal baratro (dalla parte del baratro) e far loro una carezza. E invitarli a fregarsene un po’ di tutto, di pensare soprattutto a loro stessi, a volersi bene, e a cominciare a fare cose folli, per spezzare la loro routine. Fate le cose da soli, per voi stessi, e apritevi con qualcuno.
Sceglietelo bene e fate in modo che vi stia a sentire. Non ascoltate le cazzate che ha da dire (se non ci è passato non può capire, voi siete molto superiori da questo punto di vista). Ma soprattutto pensate a fare solo cose belle. Cercate di vivere soprattutto per cercare dei momenti felici.
Poi, se siete persone valide, “speciali”, sensibili… Mettetevi in gioco e non temiate giudizi. Vivete per voi stessi. Le cose accadranno. Sappiate riconoscere un treno buono quando arriva.

Un abbraccio a tutti.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

18 commenti a

Ho 27 anni e non sono più solo, e probabilmente non lo sono mai stato

Pagine: 1 2

  1. 1
    Velia -

    Bellisimo e particolare ciò che hai scritto..sono d’accordo con il fare delle follie..anche se sempre nel rispetto di se stessi e degli altri..può aiutare a star meglio a volte..oltre che di me l’anno scorso mi sono innamorata di un uomo con il quale ho vissuto emozioni meravigliose..ma che adesso mi dice che non se la sente più di impegnarsi..andare a vivere con me..e io mi distruggo..ma credo sia meglio per me prendere la vita così come viene..un amico mi invita a partire per andare a vedere un concerto ed io accetto nel giro di un minuto..e così partirò per tre giorni con chi non mi sarei mai aspettata…la vita è imprevedibile..tanto imprevredibile..ed io accetto ciò che di buono e meno buono viene dalla vita…perchè l’importante per me è continuare a giocarla questa partita..
    Un bacio grande
    Velia

  2. 2
    Damocle -

    Bravo… sei una gran persona… e i tuoi consigli sono utilissimi…Davvero molto bella questa lettera… good luck!

  3. 3
    Mayte -

    hai capito…..ora vola…

  4. 4
    Ari -

    Bè, mio caro, buon per te.
    Ottimi consigli.
    Temo che nessuno li ascolterà, ma è bello sapere che qualcuno ce l’ha fatta ed è contento.
    Buona fortuna.

  5. 5
    sakamura -

    Bella bellissima stupenda questa lettera.
    Un grande insegnamento per chi come me continua a distruggersi per essere stato lasciato da una cretina che non merita un minuto del mio tempo. Voglio ipegnarmi a seguire i tuoi consigli perchè è giusto quello che dici, “prima di tutto se stessi sempre nel rispetto degli altri” e quindi anch’io ho deciso di fare la mia follia vada come vada…….farò un viaggio da solo in un posto che mai mi sarei sognato di visitare senza pensarci ancora.
    Un forte abbraccio.

  6. 6
    ilaria -

    Che dire..stupende parole..ma difficile da applicare!!
    La mia è una situazione difficilissima, e ne sn consapevole…sn una donna di 24 anni ke ama e dipende in tutto e per tutte dal proprio marito..nn riesco a dire basta ora basta..eppure me ne a fatte di tutti i colori!! è brutto quello ke sto per dire, ma forse sarà perkè mi sn sentita sempre un gradino più in basso di lui…ma le persone a me care, mi ripetono ki ti ama nn mette al primo posto nn mette al primo posto le cose materiali:la barca , la makkina, i soldi cerca di capire e di darti tante sicurezze….credetemi sto da anni cn questa persona e ho sempre messo tutte le energie ke potevo ho perdonato di tutto e di più ma forse ho capito ke per lui era scontato ke io perdonassi tutto……adesso per una mia negligenza data da tutte le porte in faccia ricevute da lui, sapete cosa ha detto ke lui nn vuole stare più cn me, ho fatto di tutto per fargli capire certe cose ma lui niente….anzi si consola cn amici e amike!!
    Ed io come mi riprenderò kiedo a te “SECONDA PERSONA” mi dicono devi ricomciare da te devi stimarti di più..ma forse quello è il mio problema più grande quello di nn stimarmi…..e di vedere lui cn tutti i poteri, donne hai sui piedi e tutto il resto…..proprio per questo nn ha paura di perdermi credo!!!!
    Le pene d’Amore sn atroci sopratutto quando è stato il tuo primo AMORE…..ragazzi avete una sensibilità straordinaria tutti voi..vi leggo spesso, ma spesso nn riesco a scrivere sn anke bloccata in questo!!
    sicuramente quello ke ho scritto sembrerà assurdo, ma è quello ke credo…Un bacio a tutti….

  7. 7
    Seconda persona -

    Ciao Ilaria. Faccio di professione il tecnico informatico.
    Una cosa che ho imparato sul lavoro, e che cerco di applicare nella vita è “AVERE UN PIANO B”.
    Non mi sento in grado di dare consigli su come dovresti affrontare la situazione con lui… Penso sarebbe sbagliato.
    Ma non fare in modo che la tua felicità dipenda esclusivamente da un’altra persona. Cercala in te.
    Non è giusto per te. Non sarebbe neache giusto per lui.
    Il mondo è duro, bisogna essere forti

  8. 8
    ilaria -

    Ciao Seconda persona grazie per avermi risposta….vedo ke anke a te qst situazione ti spaventa, tanto da nn poter esprimere nessun vero giudizio(skerzo)….forse si, l’unica soluzione è trovare la felicità in me stessa!! ma nn so neanke io da dove devo partire..sn invasa da pensieri, cerco di dormire e faccio incubi, un vero caos dentro di me………avere il vuoto dentro è dolorosissimo, sentirsi sola è tristissimo….spero di ritrovare me stessa…ma anke qsta ricerca mi fa paura, perkè vuol dire ricominciare..ed io ho paura di ricominciare!! bacio

  9. 9
    Ari -

    Cara Ilaria, stai molto attenta perchè se ti scova Paolocogitoergosum (si fa chiamare così, pensa se è montato…) si arrabbia moltissimo con te e te ne dice di tutti i colori!
    In effetti stavo per dirtene quattro anche io, poi ho capito che in fondo, se davvero non ti stesse bene così, a 24 anni te ne saresti andata.
    Figuriamoci.
    Nessuno ti tiene in catene vicino a un uomo che ti disprezza, ti tradisce e ti umilia.
    Questo significa che:
    1) ti piace soffrire (benissimo. tutti i gusti sono gusti)
    2) sei troppo pigra o troppo codarda per assumerti la resposnabilità della tua vita e così lasci che se la prenda qualcun altro (anche questa è una tua liberissima decisione)
    Quindi, lungi dal giudicare chichessia, ti auguro buon proseguimento e buona vita!
    (Nel caso volessi un consiglio eccolo: trovati un lavoro, vattene via da quella situazione, iscriviti a un corso di ballo, di canto, di judo, a una scuola serale, quello che ti pare)

  10. 10
    Stardust -

    è buffo: cercando su google “sono solo” ho trovato la tua prima lettera in cui esponevi i tuoi problemi di solitudine, lì mi sono rispecchiato molto, così ho deciso di scrivere una lettera simile per avere anch’io dei consigli. Hai scritto la tua prima lettera nel 2007, non leggendo questa lettera mi chiedevo se poi eri riuscito a risolvere i tuoi problemi, ora che ho visto che ci sei riuscito sono contento per te e spero possa accadere anche a me!

    La cosa strana è che dalla prima lettera in cui ti deprimevi a questa in cui ti ritieni guarito ci sono stati solo 8 mesi di distanza, è incredibile quanto in poco tempo si possano riaggiustare problemi durati anni interi…

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili