Salta i links e vai al contenuto

Non mi sento a mio agio con il mio corpo

Lettere scritte dall'autore  

Non nascondo di aver avuto qualche problema con il cibo anni fa, ma in questa lettera mi riferisco ad altro. Quando avevo circa 8-10 anni, ho fatto un controllo alla schiena e il medico mi aveva detto di avere solo “un atteggiamento scoliotico”. Mi ha prescritto così la ginnastica correttiva e il nuoto. Ho fatto tutte e due per un paio di anni, poi ho smesso e non camminavo più tutta curva. Il tempo è passato, sono cresciuta e non ho più pensato a questa storia. Poi qualche anno fa, ho scoperto di avere la scoliosi che mi ha provocato un’asimmetria delle costole formando il cosiddetto gibbo costale sulla schiena, nella parte destra. Se sto dritta non si nota molto, ma se mi piego con il busto in avanti la sporgenza si vede. Adesso ho 22 anni e so benissimo di non poter fare più nulla. Il busto non serve, anzi mi atrofizzerebbe solo le ossa e i muscoli. La ginnastica correttiva può servire? Ripeto che so che ormai non la potrò mai eliminare, ma si può ridurre? E ancora, posso impedire alla curva di peggiorare? probabilmente queste domande dovrò rivolgerle al medico specializzato, ma sto qui e butto fuori tutto ciò che ho dentro. In questo stato ho paura a relazionarmi con le persone. Ho paura di farmi abbracciare per timore che possano accorgersene; Mi sento in colpa per il fidanzato (che tra l’altro non ho, e non ho mai avuto) perché penso: “perché dovrei piacere ad un ragazzo? Ci sono milioni di ragazze con una bella schiena dritta e perfetta, perché qualcuno dovrebbe interessarmi a me? Perché si deve pigliare un mostriciattolo con la gobba?”… Premetto che sono appena uscita da un’operazione al seno, e ho cicatrici su una parte del corpo che per la donna è tragica… Non so, mi sento fuori posto. Ormai aspetto solo il prossimo “colpo di sfortuna”… preferisco definirli così e non disgrazie.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso - Salute

5 commenti

  1. 1
    Point -

    Le curvature come le chiami tu, credo si possano ancora correggere a 22 anni. E poi boh, chi lo dice che non puoi interessare a nessuno? Quando meno te lo aspetti tutto succede, prova solo a fregartene degli altri.
    Provaci almeno.

  2. 2
    Mau -

    Ciao Sanny.
    Volevo segnalarti una lettera del 30/05/2012: PICCOLO MOSTRO, dove una certa ‘mos.’ scrive di problemi come il tuo…..
    Una lettera che forse ricorderai visto che l’ultimo commento, il 7°, è stato lasciato da te. (o da una ragazza che ha il tuo stesso nik…).

    Detto questo sono profondamente addolorato per i tuoi problemi fisici e capisco che tali avversità debbano essere vissute, alla tua età, come qualcosa di devastante e, visti in una prospettiva di vita relazionale, insopportabili, angoscianti, forse umilianti.
    Ma quando scrivi, domandandoti, perchè un uomo dovrebbe avere attenzioni verso di te…la tua paura…il timore di non piacere e di provare vergogna…beh…mi fai venire in mente delle lettere postate tempo fa di donne sposate a uomini portatori di handicap.
    Una in particolare mi ha colpito…una ragazza che ha sposato, contro la volontà di tutti e tutto, un ragazzo disabile..in carrozzina a seguito di un incidente di moto, se non ricordo male.
    Questa donna scriveva che lo avrebbe risposato cento, mille volte, anche se il vivere quotidiano, le istituzioni, la famiglia, pure il condominio, erano ostacoli giornalieri con i quali lottare.
    Fa riflettere, no?
    Magari quell’uomo, prima di conoscere questa donna, aveva pensieri simili ai tuoi…si sentiva emarginato, forse..chissà….aveva pensato di suicidarsi….come scrivono tante persone anche qui…su questo blog….
    Poi….improvvisamente…la vita, la ritrovata fiducia, l’amore, una rinascita in un certo senso.
    Certo…ognuno vive la propria esistenza, il suo mondo, le sue realtà, il tutto vissuto sulla sua pelle, con una propria sensibilità e un personale carattere.
    Ma quello che ho ricordato è un esempio, una grande dimostrazione d’amore, di come la vita possa sì riservarci dolori, sofferenze, angosce…..ma possa anche donarci cose magnifiche.
    Per cui non perdere mai determinazione e fiducia.
    Ti auguro ogni bene.
    Maurizio.

  3. 3
    ro -

    Ciao Sanny,
    ti scrive una donna che ha 38 anni e che ha dall’adolescenza una evidente cifoscoliosi (non so neanche più come si scrive…) che si vede chiaramente quando, sia a casa che in ufficio, sono in una posizione rilassata, sia quando sono in costume, al mare e comunque in tutte le situazioni in cui sono particolarmente tranquilla e qualche amico/a mi fa notare dicendomi: “stai dritta!!”. Purtroppo era curabile ma solo quando ero bambina, innanzitutto con dei piccoli accorgimenti (tavola sotto il materasso, plantare sotto un piede ecc…) e poi eventualmente con il busto. Ma i miei genitori, che adoro, hanno evidentemente trascurato questa cosa importante, ed è l’unico motivo per cui a volte mi fanno ancora un pò rabbia (infatti guardo sempre i miei figli piccoli e già li correggo/rimprovero quando vedo che non stanno ben dritti). Tra l’altro sono considerata una bella donna, con un discreto fisico ma con questo difetto, che induce molti a dire: “peccato….”non sai che rabbia da parte mia! Quello che so io e che spero presto di poter fare (ho aspettato di terminare le mie gravidanze) è l’operazione chirurgica, che è l’unica soluzione,dopo una certa età. Sarebbe in termini molto poveri, l’inserimento di un ‘asticella (non sò di che materiale) ancorata alla colonna vertebrale; quest’ultima con il passare del tempo si appoggia all’asticella stessa, raddrizzandosi. Non so se fa il tuo caso, ma so che questo tipo di intervento si fa, si fa anche in Italia (io per esempio sono di Genova e qui viene fatto). Fossi in te mi informerei presso la tua ASL, ovviamente dopo averne parlato con il tuo medico e con un ortopedico, per valutare se può risolvere il tuo caso.Auguri!

  4. 4
    alberto42 -

    sono solo insicurezze…come diceva Bennato…ci troviamo a raccontare a tutta la gente il nostro falso incidente!…capisco il timore di affrontare la vita, pero’ se cominci a nasconderti dietro questo cose è finita!Vai a fare nuoto,le cicatrici tra qualche hanno
    avrai la scusa per rifartelo più bello il seno, per quanto riguarda il ragazzo, se uno ti ama sai quanto caspita se ne frega della cicatrice o che sei un po’ curva,anzi gli sembrterai piu bella!Gli sembrerai unica! nn ti mortificare così, svegliati ora o te ne andrai piagnona per tutta la vita! e quando capirai che ci sono persone che non danno peso a certe cose magari sara troppo tardi.

  5. 5
    IO -

    Ciao,
    io sono stato 7 anni con una ragazza che aveva la scoliosi, mi ha raccontato spesso di quando era piccola, la sua fortuna è che è anche una bellissima ragazza.
    Lei mi raccontava di aver portato il busto per tutta l’adolescenza ed utilizzava anche degli elettrodi per rinforzare i muscoli della schiena.
    Poi verso i 13/14 anni (credo) è andata a zurigo a farsi operare e le hanno messo dei ferri nella schiena per raddrizzare la spina dorsale.
    Dopo l’operazione (rischiosa) è passato tutto.. ovviamente non può inarcare la schiena, ma ti assicuro che era normalissima.
    Informati meglio e poi decidi
    Buona fortuna

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili