Salta i links e vai al contenuto

Non ho la forza di staccarmi

Lettere scritte dall'autore  

Sono insieme a un uomo da 3 anni… insieme è una parola grossa perché lui convive già con uno da 10 anni. Dice di non amarlo più e solite cose. Io ho scoperto che è stato così semplice venir meno ai miei principi quando ho perso la testa per lui.
In questi 3 anni non è sempre stata la bella vita che ho sentito dire può avere l’ “amante”… Ero e sono felice solo quando lo vedo, ma quando lo vedo? Una volte ci vedevamo spesso, ma ultimamente no. Nell’ ultimo mese non ci siamo potuti vedere a causa dei troppi impegni che lui ha, di lavoro e altro.
Ho pianto un sacco, ma ho sempre aspettato.
Ora però non ce la faccio più: lui non prende una posizione e peggio ancora non lo sento come prima.
Per diversi eventi ho perso degli amici e ho cambiato molte cose nella mia vita.
Ora credo di essere nella depressione più nera: non esco più di casa se non per andare a fare la spesa e andare al lavoro.
Week end da solo, la sera da solo.
Ogni tanto mi butto in cam e accendo e tutti che mi dicono che son carino e vorrebbero conoscermi (va beh mica tutti.. ). Nella mia testa però scatta qualcosa: non so se fidanzato o no, non so come avvicinarmi a una persona se mi piace perché non so cosa dire. Conosco la soluzione.
È dare un taglio a questa persona e non sentirla più. Ci ho provato ma non riesco… ogni volta finisco che lo cerco. Certo, direte voi, vai da uno psicologo… Ci sto pensando, ma non ho soldi ora.
Ho paura comunque a incontrare altri, paura anche di un rifiuto. Ho conosciuto un ragazzo x “amicizia” ma lui si è innamorato e ho detto che è meglio non vedersi.
Come faccio a staccarmi da lui ?
Ho anche pensato che forse non riesco perché alla fine sarei “solo” del tutto e mi sento una m… non posso scriverlo perché non si possono usare parolacce.
Chissà che vi state dicendo.
Sto male sul serio. Ci sono giorni che vorrei farla finita cosi non avrei più niente da pensare. E sono molto stanco. Sia fisicamente che di testa.
E a lui queste cose non le ho dette perché non voglio che mi frequenti per compassione o, come già successo, si mette a piangere perché “si sente in colpa”.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Gay

4 commenti

  1. 1
    psYco -

    E’ molto semplice, siccome è tutto nella tua testa devi solo convincerti che questa storia non ha futuro, e muoverti di conseguenza. D’altronde un futuro questa storia proprio non ce l’ha, e lo sai anche tu. Sei tu che rimani aggrappato a questa illusione, e tagli fuori tutto il resto. Probabilmente sei insicuro in generale, e questa indecisione la metti anche in questo rapporto. Insomma, sei tu che devi decidere per il tuo bene, anche se le conseguenze sono dolorose. Anche perché più aspetti, più saranno dolorose in futuro. E già adesso non è che siano ‘sto granché…
    by psYco

  2. 2
    Ares -

    Prima cosa di tutto, non è che tu non hai la forza per staccarti ma non vuoi, il che è molto diverso. Poi, scusami ma sarò molto insensibile ma devo dirtelo: non puoi permetterti di affidare il tuo cuore ed i tuoi sentimenti nelle mani di un’altra persona. Se stai con un’altra persona è per stare bene, non per soffrire. E questa è una cosa fondamentale: magari ora non la capirai però prima o poi la verità e dura realtà sarà il muro su cui ti andrai a schiantare e lo capirai da solo. Nessuno ti può dare la forza se tu non ce l’hai. E’ inutile che stai qui a piangere. Come può una persona sana di mente stare con uno che si piange così addosso? Come può la persona che ami avere fiducia e voglia di stare con te se non ti sei ridotto altro che un burattino nelle sue mani? Se l’altra persona fa i suoi porci comodi sapendo che tanto tu dipendi da lei e ci sarai sempre? Come puoi avere così poca stima di te stesso ed umiliarti a vedere la persona che ami solo quando vuole lui o solo quando non ha niente altro di meglio da fare? Ti devi mettere in testa che tu in quanto persona vali più di ogni altra cosa al mondo, ok? La gente deve meritarsi di stare con te. Non esiste in nessun universo che tu debba soffrire, non esiste in nessun universo che tu debba elemosinare amore da chi non ti merita. Ragiona sul tuo obiettivo. Se tu vuoi questa persona devi metterti in mostra ai suoi occhi, devi diventare indipendente da lui, la tua “aura” deve splendere molto di più di quella dell’altro in modo che lui si stacchi dall’altro e torni da te. Devi creare interesse attorno alla tua persona, devi creare mistero, basta piagnistei, basta sottomissioni, riprendi in mano la tua vita e vedrai che quando l’altra persona che sa di averti in pugno, vedrà che tu sei indipendente e non hai più bisogno di lui, vedrai che sarà allora che le carte in tavola si rovescieranno o almeno riprenderai in mano la tua vita e non lascerai il tuo cuore in mano a persone immeritevoli. Buona fortuna!

  3. 3
    morgan -

    Avete ragione. Io questi ragionamenti li ho già fatti ma non mi danno forza sufficiente per fare il passo.
    Sapete .. ho paura .. non ho nulla, solo un pò di lui. Lo so che non è abbastanza ma è anche tutto ciò che ho. Una amica mi ha detto che sto buttando via i miei anni, che dovrei guardarmi in giro. Sicurameente quest uomo prova qualcosa per me ma non avendo preso una decisione non è un gran sentimento.
    In questi giorni non volevo rispondere alle sue telefonate ma alla fine non ci sono riuscito. Dalla sua voce è preoccupato perchè mi sente giu di morale, ma non chiede…Mi fa parlare tanto. Solo una volta mi son lasciato andare e lui mi ha detto “dopotutto tu hai me”. Gli ho risposto che non ce l’ho sempre e s’è messo in un angolo e io mi sono sentito in colpa.
    Non sapete quanto è brutto star da solo la sera, mangiare solo, non poter organizzare le vacanze con qualcuno, sentirsi un fallito.
    Ora queste cose mi pesano tantissimo. In ufficio mi chiedono cos’ho e rispondo solo che non sto molto bene in realtà oggi ho dovuto trattenere le lacrime.
    Non credo di essere antipatico, nè un brutto ragazzo eppure nessuno mi chiede di uscire o altro. E non faccio nulla per allontanare la gente.
    Non capisco dove sbaglio.

  4. 4
    Federica -

    Bhe,le persone percepiscono il tuo umore.
    Devi creare qualcos altro su cui appoggiarti al di là della sua persona..Un obiettivo da seguire,uno sport, un viaggio, qualcosa che ti entusiasmi. Le amicizie..Lui convive da dieci anni, l’altra persona nella sua vita è una costante ormai. Perdere la speranza mi sembra l’unica soluzione, e diventare indipendente da lui farà aumentare la tua autostima e ti renderà una persona più forte. Il benessere si costruisce pian piano, sarà molto difficile all’inizio ma per una condizione futura migliore.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili