Salta i links e vai al contenuto

Non le dirò mai che…

Ciao a tutti,

in passato scrivere qui mi è stato di aiuto quindi cercherò ancora una volta di cercare pensieri e opinioni da chi me ne vorrà dare!

Sono……. (non voglio scriverlo) di una mia cara amica, lei è fidanzata e sta insieme a lui da parecchio tempo.
La conobbi proprio verso la fine di una mia relazione adata poi a finire in maniera molto deludente per me, ne soffrii molto.
Lei vide quanto ci stetti male ma non cercò mai di interessarsi troppo alla cosa e io non le davo modo di farlo dato che ne parlavo pochissimo.
Finita la mia relazione, l’amicizia tra di noi gradulamente comiciò a crescere… Io e lei lavoriamo nello stesso posto quindi abbiamo modo di vederci tutti i giorni, io feci un lungo periodo senza macchina e lei si era gentilmente offerta di venirmi a prendere e portarmi a casa tutti i giorni!
E così abbiamo avuto occasione di stringere ancor di più il legame.. Io non ho ancora mai conosciuto il suo ragazzo, perchè lei sapendo quanto lui e geloso a sempre preferito non fargli sapere di questa amicizia stretta, io per lui sono un collega della sua ragazza, manco si ricorderà come mi chiamo credo… Sempre per il fattore fidanzato “abbiamo” deciso di non sentirci nemmeno più x messaggi (ce ne mandavamo davvero pochissimi). A quel punto io le dissi che se era così un problema la gelosia del suo ragazzo capivo perfettamente e che forse era meglio se non fosse venuta più a prendermi perchè magari qualcuno che li conosceva poteva vederci insieme e poi sarebbe scoppiato un putiferio!
Lei ci rimase un pò però accettò la cosa…
Qualche mese dopo, dato che abbiamo davvero poce occasioni di vederci fuori da lavoro, la invitai ad uscire.
Lei ovviamente rifiutò dicendomi che lei era fidanzata, che aveva un impegno e che non avrebbe mai potuto lasciare il suo ragazzo perchè lui per lei è come un fratello. (eeeh???)
Dopo ha tenuto a dire che non voleva rovinare l’amicizia a causa di questo rifiuto, e io l’ho rassicurata che non sarebbe successo… Già peccato che dal giorno dopo non mi ha parlato più per quasi 10 giorni, senza darmi spiegazioni, così andai a cercarle e lei mi disse che era emotivamente a pezzi che era piena di pensieri e che aveva bisogno di stare tranquilla. A quel punto o creduto che volesse allontanarmi e così me ne sono stato sulle mie, poi le venne da me qualche giorno dopo chiedendomi scusa per come si era comportata, io accettai senza cercare più spiegazioni, lei mi tese la mano dicendo “Amici per sempore?” io risposi con un sorriso e la cosa finì li.
Il rapporto tra me e lei rimase comunque stupendo, c’era intesa, sintonia riuscivamo a parlare di tutto l’uno all’altra e come mi faceva ridere lei era diverso da come lo faceva qualsiasi altro amico/a che abbia!
Solo che con il passare del tempo (sono quasi 3 anni che ci conosciamo) pur avendo avuto altre opportunità con altre ragazze queste non riuscivano ad attirarmi perchè non erano lei, perchè ai mie occhi non avevano ciò che ha lei!
Spaventato e turbato da queste sensazioni mi rinchiusi in me stesso, non riuscivo più a essere me stesso con lei, perchè volevo di più e sapevo che lei non poteva darmelo…
Lei notò quanto io fossi cambiato e cerca di capire cosa fosse successo, lei sentiva di essere responsabile, la vedevo davvero triste e con gli occhi lucidi, io la rassicuravo sul fatto che lei non mi aveva fatto assolutamente nulla di male!
Stavo cercando di allontanarmi da lei, e ci stavo anche riuscendo, ma poi sono tornato sui miei passi, lei mi manca quando non la vedo, quando non c’è vorrei ascoltarla e parlarle, davvero ci tengo troppo…
Tornai ad essere quello di sempre, lei cercò spiegazioni, ma io non riuscii a darle.. le dissi solo che avevo dei validi motivi per comportarmi così ma che non volevo dirli, lei mi chiese se era perchè si sarebbe potuta arrabbiare e io le risposi che non lo sapevo ma che comunque non le avrei spiegato i motivi.
La cosa si è chiusa li, ora siamo amici come prima, anzi la sento più legata a me rispetto a prima…
Ma però a conclusione ho deciso che è meglio per lei se io non mi faccio avanti… Sarà dura ma credo che rimarrà sempre e solo un’amica… Per quanto io creda che varrebbe davvero la pena fare di tutto per stare con lei sono consapevole che lei è fidanzata, e alla fine dei conti io non centro nulla…
Sarà dura ma prima o poi passerà, standole vicino sarà molto più difficile ma ci tengo troppo a lei per allontarla e per allontanarmi. So bene che è sbagliato ma non so che altro fare…
Alla fine credo che non le dirò mai nulla…

Vi ringrazio in anticipo per commenti e consigli!
Un abbraccio a tutti!

Alex

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

12 commenti a

Non le dirò mai che…

Pagine: 1 2

  1. 1
    Mr8.x -

    È fidanzata.

  2. 2
    Aton -

    E’ fidanzata, e il fidanzato pare essere molto sicuro di sé (un altro ti avrebbe staccato la testa dal collo da un pezzo).
    Ciò dimostra che essere gelosi significa essere perdenti (concetto che non c’entra con la tua lettera, ma mi garba buttare lì una perladi saggezza). La tua storia dimostra anche che è verissima la “legge dell’amica”, ergo fai bene a stare zitto e ingoiare il rospo. Comunque consolati, è capitato quasi a tutti.

  3. 3
    Joshua -

    Non c’è bisogno di ‘non dirle mai che…’: in questi anni sei stato più che eloquente. Quindi se pensi di essere eroico a non dirle niente, ricrediti. Per il momento sei quello, anche ai suoi occhi, che non riesce a superare una dipendenza malsana e ad accettare una realtà che oltretutto sarebbe anche discutibile cercare di modificare.
    Quella sua frase: ‘amici per sempre?’ è d.e.f.i.n.i.t.i.v.a., ciccio!

  4. 4
    AlexItakus -

    @Mr8.x: Lo so bene..

    @Aton: Il fidanzato quasi non sa della mia esistenza come ho scritto nella lettere quindi non vorrà staccarmi proprio nulla dal collo perchè non sa nulla. Comunque grazie di aver appoggiato la mia idea di starmene al mio posto alla fine è la cosa giusta.

    @Joshua: Sei stato parecchio realistico… Spero solo di non aver fatto la figura dell’idiota sfigato ossessivo… 🙁

    Grazie a tutti x i commenti!

  5. 5
    Luna -

    Il fidanzato non sa chi sono i colleghi di lei? Dopo anni? Manco casualmente? Boh. Non dico che dovrebbe saperlo perche’ si fa fare l’elenco con il cv di tutti da lei, ma mi sembra piu’ normale saperlo. Anni fa successe a me, al contrario. Lui me lo disse e io mi distaccai perche’ mi pareva corretto, perche’ gli passasse. Lui si incazzo’ e mi disse che si era innamorato (parole grosse? Chissa’…) ma non aveva mica la peste. Prese il mio distacco come un rifiuto anche amicale. Cosi’,chiarito questo punto, mi comportai normalmente. E lui anche. Siamo tuttora in buoni rapporti, anche se non lavoriamo insieme da anni.

  6. 6
    AlexItakus -

    @Luna: Il suo ragazzo conosce alcuni colleghi, ma è proprio di me che non sa nulla, davvero non ci siamo nemmeno mai presentati.. Lei ha sempre tenuto nascosto tutto su di me, la nostra amicizia, il fatto che veniva a prendermi per andare a lavoro, le colazioni insieme ecc… Tutto questo causa della gelosia del suo ragazzo… Che dire queste sono situazioni strane… Nonostante ci siano elementi contrastanti in tutta questa storia comunque rimango dell’opinioni di non far nulla.. Anche se vorrei averla ora più di ogni altra cosa al mondo…

  7. 7
    Joshua -

    AlexItakus, lascia stare il discorso dell’idiota o dello sfigato o dell’ossessivo. Le dipendenze sono brutte bestie e quelle affettive – te lo dice un altro ‘idiota sfigato ossessivo, ma rinsavito… quasi completamente’ – non hanno nulla da invidiare, purtroppo, a quelle di altro tipo.
    Per uscirne oltre a riconoscere di averla devi anche convincerti di volerlo fare: se assumi invece la convinzione che sei eroico perché non glielo dici (cosa che oltretutto non è perché lei ha capito benissimo…) rimarrai invischiato in questa dipendenza e ti rovinerai la vita inutilmente. Lascia stare tutti i segnali o le situazioni che nella tua mente ti sei costruito come possibili aperture.
    Devi farti coraggio in un solo senso: tu non la vuoi come amica, la vuoi come ragazza. Quindi a cosa ti serve non allontanarla anche come amica se non hai un futuro con lei come ragazza?
    Riduci al minimissimo sindacale le tue interazioni con lei, visto che non puoi mettere in atto un no contact assoluto… E comincia ad aprire gli occhi su altre donne (che vedrai per determinati aspetti saranno meglio di lei e per altri peggio, nessuna è perfetta!).

  8. 8
    AlexItakus -

    @Joshua: Hai perfettamente ragione su tutto, questa è diventata per me una dipendenza… I punti per me sono tre in questo momento:

    1. Lei non mi permentte di allontanarmi, o meglio ogni volta che ci provo lei non mi lascia fare;

    2. come hai detto tula vedo tutti i giorni ed è parecchio difficile;

    3. non dicendole nulla non credo di essere un eroe, anzi il contrario, io vorrei parlarle ma sono consapevole che lei è fidanzata e accetto la realtà che parlarle apertamente dei mie sentimenti sarebbe una cosa futile a se stessa.

    Alla fine quello che mi chiedo io è:
    perchè non mi lascia nel mio se (come credi tu e pure io) lei ha capito qual’è il problema?

    E viene anche da chiedersi: perchè a questo punto non parlarle in maniera diretta così da mettere tutti i pezzi al proprio posto?
    In questo modo tutto sarebbe chiaro e potrei andare per la mia strada tranquillamente…
    In questo modo non dovrei più spiegazioni a nessuno e sarebbe anche più facile per me mettermi il cuore in pace superare questa “situazione”.

    Mi sento anche ridicolo in tutto questo, perchè non riesco a prendere una posizione, o meglio, quando credo di essere riuscito a prednerla poi non riesco a mantenerla, perchè lei mi fa capire che ci sta male, e sembra non capire quello che succede (a differenza di quello che pensiamo)…

    Forse sono io che mi faccio mille viaggi mentali inutili.. Non so..

  9. 9
    Joshua -

    A meno che non lavori esattamente nella tua stessa stanza, se vuoi, hai tutte le possibilità di limitare progressivamente i contatti.
    Penso che per la loro psicologia e il loro intuito sentimentale, le donne:
    1. capiscono, molto meglio degli uomini, i segnali di interesse; quindi convinciti che lei sa già tutto e non crearti l’illusione che se glielo dicessi avresti qualche o più possibilità;
    2. dopo un tempo molto, ma molto, più breve di qualche anno ti collocano pressoché definitivamente o nella categoria molto ristretta di ‘possibile partner’ o in quella affollatissima di ‘caro amico’; se poi questo ‘caro amico’ si mostra presente, dialogante, gentile, servizievole entra nella tristissima categoria degli ‘orsacchiotti del cuore’;
    3. sia perché, a differenza degli uomini, sono convinte che un amore finito o un innamorato di loro che non corrispondono possa essere comunque disponibile per un’amicizia, sia perché fa sempre comodo avere uno o più ‘orsacchiotti del cuore’, cercano di tenerti sempre legato, tanto più quanto più glielo consenti.
    Se vuoi parlale, ma sappi che hai pochissime probabilità di uscirne bene.

  10. 10
    t01012 -

    “Non glielo dirò mai” .. È una frase che tristemente conosco bene. Io sono del parere di prendere o lasciare. Nn portarti questo sentimento nn espresso nel cuore perché un sentimento del genere ferisce più di un arma e le tracce che lascia dietro a volte possono essere indelebili. Io nn gli ho detto nulla e ho fatto anche di peggio: gli ho fatto capire l’esatto contrario nella speranza che ingannando lui avrei convinto me stessa di non provare nulla. Uno stupido errore di cui me ne pentirò per sempre. Nn si può tornare indietro con il tempo.. Quindi tornando al tuo caso: ora o mai più. Scegli piuttosto di esprimere quello che provi . Dagli in seguito tempo per riflettere nn farla parlare subito dei suoi sentimenti.. Il tempo a volte fa miracoli. 🙂
    Cristina

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili