Salta i links e vai al contenuto

No alla proroga ai versamenti fiscali

Lettere scritte dall'autore  MARIANO CANGIULLI

Il Ministero dell’Economia ha detto no… le scadenze fiscali restano ferme a Luglio 2020.
Entro questo mese infatti i contribuenti, tutti i contribuenti (Autonomi – P.IVA – Persone Fisiche ecc. ecc.) dovranno senza indugio fronteggiare 246 scadenze fiscali e “consegnare” allo stato circa 22,4 miliardi (secondo alcune stime).
Con buona pace del sistema economico, dei profondi problemi di liquidità da cui è afflitto, un ulteriore MAZZATA si abbatte su chi produce e consuma perché, come è ovvio, quanto lo stato esige senza se e senza ma, sarà, almeno in gran parte, liquidità sottratta ai consumi che non entrerà quindi in circolo al nostro tessuto economico fatto soprattutto di piccole imprese.
La miopia di tale scelta è davvero paradossale, basterebbe infatti il bignami dell’economia per capire il grave pregiudizio che ciò comporta, soprattutto in termini di moltiplicatori Keinesiani che mancheranno di attivarsi.
Ma il Ministro ci dice che lo stato ha bisogno di soldi (secondo le dichiarazioni di ieri in parlamento rimandare solo a Settembre le scadenze fiscali costerebbe allo stato 8,4 miliardi) per perseguire le sue mirabolanti ricette di politica economica che, quand’unque ben congeniate impiegheranno qualche mese per ottenere gli effetti previsti.
La logica perversa sembrerebbe quindi quella di togliere qualcosa che è già nel sistema economico (la liquidità) per perseguire politiche pubbliche che fronteggino il problema della liquidità che attanaglia il sistema….il discorso non quadra fosse solo per questioni di scarto temporale.
Senza considerare che una sottrazione così importante di risorse da un sistema malconcio potrebbe generare fenomeni riconducibili, anche se in maniera indiretta, alla curva di Laffer.
Comunque ancora una volta un occasione mancata….peccato, soprattutto, e qui lascio da parte per un momento l’economia, per lo scoramento profondo che ciò genera nella società…una politica così miope e lontana infatti abbatte ogni velleità di ripartenza sottraendo energie al voler fare di cui la nostra società è piena.

Mariano Cangiulli
Economia e Buon senso (Youtube)

L'autore ha scritto 12 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: No alla proroga ai versamenti fiscali

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Riflessioni

6 commenti

  1. 1
    Marconi -

    Le tue riflessioni sono troppo influenzate dalle tue preferenze politiche per essere interessanti.

  2. 2
    Bottex -

    Io non sono un economista e non so nulla di moltiplicatori Keinesiani. La semplice, catastrofica realtà che vedo io da cittadino comune è questa: non ci sono soldi. Non ci sono perchè anni e anni di malgoverno li hanno bruciati tutti. Lo stato italiano dovrebbe avere montagne di denaro, visto quanto tassa i propri cittadini, invece è in brache di tela, perchè i nostri politici si sono mangiati tutto. Lo stesso premier Conte ha ammesso indirettamente questa drammatica realtà, quando una volta qualcuno (non ricordo chi) gli aveva chiesto se riteneva una buona cosa intraprendere questa politica per avere fondi dalla UE nel giro di diversi mesi, quando vi era invece grande urgenza. Lui aveva risposto: “Se ha un’idea migliore la prego di dirmela, perchè non so cos’altro fare”.
    Ecco perchè non può esserci una proroga, indipendentemente da chi governa. L’alternativa era aumentare ulteriormente il debito pubblico e non possiamo permettercelo, con la Germania che ci sta addosso. Bella m…a.

  3. 3
    Yog -

    E pagatele ‘ste tasse, senza frignare. Cacciate la grana e state muti.

  4. 4
    Marconi -

    Bravo Yog, breve e circonciso.
    Avete avuto soldi, cassa integrazione, sospensioni di pagamenti ecc. ecc…. spesso non meritati.
    Siete delle lagne e queste sono tasse sui redditi 2019 che puoi anche pagare fino al 30 agosto con una sopratassa di solo lo 0,4%.
    Un imprenditore che non ha messo da parte delle riserve per affrontare i periodi di crisi merita di chiudere.

  5. 5
    Rosa -

    Io sono contraria alle proroghe perché trovo che il carico fiscale ci consenta di non capire quando è arrivato il momento di difendere la patria. Le tasse sono un bene primario, una questione di coscienza.

  6. 6
    Bottex -

    Il discorso di Marconi fila benissimo e non fa una piega. L’unica cosa che si può dire è che purtroppo tanti imprenditori non hanno nemmeno avuto la possibilità di metterli da parte questi soldi. O magari, li avevano messi da parte ma li hanno esauriti.
    Non che questo cambi le cose ovviamente.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili