Salta i links e vai al contenuto

Con la morte nel cuore e nello spirito

La mia è una storia come ve ne possono essere tante ma questa è la mia e vi chiedo di permettermi di rubarmi pochi minuti e se vorrete aggiungere le vostre opinioni ed i vostri consigli ne sarò ben lieto.
Circa 3 anni fa ho conosciuto una ragazza, su di un sito internet, ci siamo parlati per un paio di mesi ed alla fine abbiamo trovato il coraggio di incontrarci. E’ stato un colpo di fulmine ed in poco tempo siamo diventati le 2 metà dello stesso cielo. Io avevo 30 anni, lei 22 eppure entrambi innamorati per la prima volta. Viveva in un collegio di suore in quanto originaria di un’altra città e per stare il più possibile insieme spesso restava a dormire da me ed io benchè fossi sempre stato contrario alla convivenza ero felicissimo. Ci siamo dati l’uno all’altro e ci siamo dati tutto ciò che potevamo. E’ andata avanti così per un anno, poi iniziarono i i primi litigi, certe volte anche pesanti, la convivenza un pò ci intimoriva, ma la voglia di stare insieme ci faceva sempre fare pace. Poi una volta per un litigio più brutto appena tornati da una splendida vacanza , stupidamente mi scambiai il numero con un’altra, ci uscii e la baciai ma il tutto finì li, avevo capito di averlo fatto solo per rabbia. Lei lo scoprì ed io negai, e benchè lo negassi qualcosa s’incrinò. L’ho negato per 8 mesi poi la bomba scoppiò e lo ammisi. La sua famiglia, molto all’antica, cui aveva nascosto che eravamo andati a vivere insieme s’infuriò per questa nostra convivenza e lei fu costretta a scegliere tra un uomo che l’aveva tradita e con cui litigava e la sua famiglia. 8 mesi fa, ad Aprile 2010 fa ci siamo lasciati in malo modo con grande rabbia che camuffava forse grandi rimorsi e rimpianti e lei è scomparsa tagliandomi completamente fuori dalla sua vita. Ad Ottobre casualmente l’ho incontrata per strada, mi aspettavo ci insultassimo ed invece abbiamo parlato serenamente del passato e dei bei momenti che avevamo avuto. Per 2 mesi ho cominciato a cercarla e ad andarla a trovare al lavoro 4 o 5 volte, siamo anche usciti a cena, ogni volta che ci salutavamo sembrava serena, distante ma triste. Lei mi disse di avere un ragazzo che la rendeva felice anche se spesso si contraddiceva e non mi sembrava affatto così felice per come la conoscevo con me ed io per pari le ho fatto credere di essermi innamorato di un’altra, poi per non perderla le ho chiesto di restare amici. Abbiamo parlato mi disse di aver riferito alla sua famiglia di avermi incontrato e che tutti, amici compresi le avevano consigliato di denunciarmi per stalking, diceva che non doveva e non poteva, che la sua famiglia ed il suo nuovo ragazzo non volevano che ci frequentassimo e aggiunse nemmeno lei. Ora Mi ha detto che è meglio per lei, che le serve per crescere e che appartengo al suo passato, vuole che io sparisca. Cosa dire con tristezza nel cuore e con tutto l’Amore che provo per Lei, le ho detto di nuovo addio, cercando di farlo questa volta in modo per quanto possibile gentile. Non so cosa fare. Cercarla mi sembra sbagliato e finirei per crearle altri problemi. Per me Lei è e resta l’altra metà del cielo. Che cosa devo fare? Cosa? Ho sperato la mia fosse un’ossessione ma purtroppo ho capito che si tratta di Amore. In questi otto mesi lei non mi ha mai cercato ed ora mi ha detto di aver buttato via tutti i nostri ricordi anche se in questi 2 mesi mi ha detto più di qualche bugia. C’è qualche speranza? Vi prego, consigliatemi. Grazie.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

11 commenti a

Con la morte nel cuore e nello spirito

Pagine: 1 2

  1. 1
    lisina -

    …ciao…guarda mi dispiace per la tua storia….ma la tua lettera mi
    fa un pò rabbia…l altra metà del cielo,l amore della tua vita e poi
    alla prima litigata dai il tuo numero ad un altra ci esci e la baci???
    ma soprattutto nonostante lo scopre non hai il coraggio di
    ammetterlo???allora uno scivolone potrà anche capitare….ma negare
    cosi??????sarà che ci sono passata e per me le bugie sono una cosa
    terribile….quasi mi dispiace per lei….che si è sentita presa in
    giro per 8 mesi di negazione da parte tua…non sono una
    femminista,anzi…però di fronte alle bugie mi bolle il sangue….io
    non sono di certo miss verità…ma nel bene e nel male la dico sempre
    la verità….meglio una verità che magari ti fa star male che una
    bugia da portare dietro…

  2. 2
    antonio caruso -

    Gentile Lisina
    Apprezzo la tua sincerità, anche se fa male. Credimi ci ho riflettuto molto, ho la consapevolezza di avere sbagliato e molto e credimi se ti dico che mi sono preso tutte le mie colpe. Quella volta ho sbagliato e non solo quella, ma come ben saprai la rabbia e la paura ci fanno dire e fare cose che altrimenti non faremmo. Non cerco una giustificazione, sono stato un’idiota ed un codardo e Lei invece ha continuato a darmi per mesi la possibilità di riparare. Ho perso tutto, ma sapevo allora come adesso ciò che ho perso. Ci siamo stati male e come Lei, io ancora ne soffro. Quanto è successo mi ha cambiato, molto, come non pensavo fosse possibile. Ha ragione a volermi stare lontano, ma a stare lontani in verità stiamo peggio entrambi. Ci siamo fatti male, giudicandoci ee insultandoci ma ora, che senso ha reprimere dentro noi ciò che proviamo, che senso ha seppellire qualcosa di unico. Perchè farsi condizionare dai suoi genitori, cui sono sempre stato antipatico perchè la spronavo a ragionare con la sua testa e perchè nato in un’altra città. Vorrei e spero capisca che è lei a dover vivere la sua vita, non i suoi genitori. Tra meno di un anno andrà via da questa città ed io che già l’ho persa non la vedrò più.
    Hai giustamente criticato Lisina, ma ho fatto e faccio ammenda ogni giorno per ciò che ho fatto. Quello che sono a chiederti ed a chiedere a chiunque avrà la gentilezza di fermarsi a leggere è un consiglio per cercare di recuperare l’altra metà del cielo.

  3. 3
    colam's -

    Si, con il tuo mini tradimento negato per oTto mesi poi confessato hai perso per sempre la sua fiducia. Come convincerla che non ti ricapiterebbe, di “tradire” e mentire in futuro ?

    Percio’ ti direi di girare pagina anche tu, e di tagliare i ponti, e di buttare tutti i ricordini.

  4. 4
    franco -

    posso capirti, ma le bugie perche? io ho 67 anni,separato, per 5 anni ho rivissuto i miei 20 anni a liliana ho dato tutto me stesso e di piu. credevo di avere trovato il vero amore e invece…. sono solo. coraggio ragazzo, la vita continua per te. io sono in alto mare, in questa palermo dove chi e’ solo , e’ finito.

  5. 5
    Matteo P. -

    Avete sbagliato sin dall’inizio.
    La convivenza è quanto di più sbagliato si possa concepire alla nostra
    età (20-30 anni).
    Il rapporto deve maturare lentamente.
    Ora che la storia è finita, non starci male, è uno spreco di tempo.
    Conserva i ricordi felici, e vai avanti.
    La vita è una.

  6. 6
    lisina -

    Non volevo di certo metterti in croce antonio…ripeto capita a tutti
    di sbagliare…il problema è che quando si scopre una bugia poi è
    difficile dopo fidarsi…soprattutto se questa poi si protrae nel
    tempo….cmq vai avanti per la tua strada,gira pagina…è inizia un
    nuovo capitolo della tua vita….
    @per Matteo P: non sono d accordo…la convivenza è giusta ma solo se
    si ha la maturità di affrontarla..magari a 20 anni forse è presto,ma a
    25 _30 va benissimo….anche se oggi come oggi purtroppo si tende a
    stare con le persone con troppa leggerezza e a buttare via tutto alla
    prima difficoltà ma soprattutto si tende ad andare a convivere gia
    dopo un mese,cosa questa sbagliatissima perchè facciamo fatica a
    conoscere noi stessi per tutta una vita,come pretendiamo di poter
    conoscere una persona dopo un mese?????

  7. 7
    antonio caruso -

    Ringrazio tutti Voi per le belle parole.
    Già, non è facile, non è per niente facile. In questi due mesi ho fatto di tutto per riconquistarla, senza essere però mai zerbino, ma come detto, lei non si è mai fatta sentire, o meglio non ha mai fatto nulla di concreto.
    Vedi Matteo P. mi trovi d’accordo sulla convivenza, troppa fretta, ma non potevamo fare diversamente, già a stare lontani un giorno si stava male. Ora che è finita, non mi riesce di andare avanti, perchè sono consapevole di non volere andare avanti. Ce la metto tutta, ogni giorno, cercando e sforzandomi di accantonare ogni pensiero che sia di Lei, provando a dimenticarla, elaborando “il lutto”. Lei lo ha fatto, almeno credo e sono felice per Lei, ma qualcosa nella sua voce, nelle sue parole, la tradivano, altrimenti non sarebbe uscita tutte quelle volte con me. Ed ora ogni tanto si aggiunge il cellulare che squilla sconosciuto, Io che rispondo e nessuno che parla ma che resta ad ascoltare… Forse è una mia illusione, non lo so davvero, quello che ben so è di volerla riconquistare a tutti i costi, riconquistarne cuore e fiducia. Amore e compassione alla fine vincono su tutto, ma come fare se vuole che sparisca. Non è solo la mia vita che sbiadisce, è anche la sua e so che purtroppo c’entra il giudizio negativo che i suoi hanno di me. Ho cercato di parlarle spiegandole che deve essere Lei a vivere la sua vita, ma non ho voluto calcare la mano. Sono felice se Lei lo è ma entrambi sappiamo come potremmo stare se fossimo insieme. Più di qualcuno mi ha detto di mettere tutto da parte ma Io rispondo che certe volte per vincere bisogna perdere ed Io non mi arrendo. E’ vero che il primo Amore non si scorda mai e non si sposa mai, voglio che Noi si sia l’eccezione a questa regola.
    So che siamo rimasti in pochi a credere nell’Amore, quello con la A maiuscola, Io nonostante sia stato stupido voglio ritornare al paradiso.
    Un modo deve esserci!
    Come fare, ditemi Voi, consigliatemi.

  8. 8
    Andrea -

    Caro Antonio, mi spiace dirlo ma dimenticala, almeno provaci. Purtroppo certe donne quando chiudono chiudono, in questo riescono ad essere più spietate e distaccate di noi. Io ci sono già passato..a nulla servirà starle dietro, anzi, ai suoi occhi perderai sempre più valore.
    Quello che hai fatto ha incrinato qualcosa? Certo, ma non è solo quello. Certe donne amano alla follia anche uomini che le tradiscono di continuo. Per cui non ti colpevolizzare più del dovuto, hai sbagliato, hai mentito per paura di perderla e questo, se fosso vero amore anche da parte sua dovrebbe bastarle, ma probabilmente lei è un pò vigliacca, si nasconde dietro a questo tuo sbaglio per giustificare il suo cambiamento. Non farti incantare..
    Lo so che è dura ma volta pagina.

  9. 9
    antonio caruso -

    Mi rivolgo a tutti coloro che hanno avuto la gentilezza di darmi ascolto e parole di conforto, Vi ringrazio. So di non essere il primo ad affrontare situazioni del genere e che, ahimè, non sarò nemmeno l’ultimo.
    Ognuno ha il suo modo di affrontare le cose, ma come dice bene qualcuno che conosco “se il mulo non vuol bere, non lo fai bere nemmeno a legnate” e questo purtroppo è il mio caso.
    Tutti mi consigliate di andare avanti voltando pagina ma in verità vi dico che questa mi sembra la decisione più facile e codarda. Guardarsi avanti senza più voltarsi indietro mi sembra una scelta ingiusta e deleteria. E’ vero, può averlo fatto Lei e badate bene dico “può” perchè ancora non sono convinto che lo abbia fatto volontariamente altrimenti non sarebbe uscita con me ogni volta che fossi andata a cercarla, poteva farlo forse la prima volta, ma siamo stati ogni volta ore insieme. Forse mi attacco ad un sogno ma permettetemi di avere dei dubbi e credo sia giusto che un uomo si faccia delle domande come questa!
    Si ho il dubbio che Lei provi ancora qualcosa per me dentro di se e che lo stia reprimendo a causa dei genitori e del su nuovo ragazzo poichè Lei ha detto di avere fatto delle promesse che vuole mantenere, ma mantenerle a quale prezzo dico Io, al prezzo della felicità? Quando la persona che ami ti dice “non posso e devo” cosa può voler dire? Le ho pensate tutte ed anche una di più e sono arrivato alla conclusione che dopo tutti questi mesi Lei sia ancora confusa. E’ vero ho sbagliato tanto, ma abbiamo fatto anche tanto e mi sforzo anche di capire i suoi genitori e la loro innata antipatia per me, ma cosa posso fare per superare questa prova e vincere questo scoglio?
    Se Voi aveste davanti a Voi la persona che più amate al mondo e questa vi lasciasse capire che ancora un pò è arrabbiata con Voi ma che Vi ama come parte di qualcosa di Lei e questa stessa persona vi dicesse che non può stare con Voi perchè condizionata dalla sua confusione, dai suoi genitori e da un ragazzo che sapete non l’amerà mai come Voi (lo sapete perchè è stata Lei stessa a dirvelo), sareste ancora dell’idea di andare avanti dandole le spalle o stareste fermi a lottare?
    Cosa fareste e soprattutto, come lottereste?
    Questo vi chiedo, di consigliarmi su come affrontare una difficile scelta.

  10. 10
    lisina -

    …Forse mi sfugge qualcosa..ma perchè i suoi ce l hanno cosi tanto con
    te???nel senso non piacevi loro gia all inizio della vostra storia,ma
    perchè???Ti apprezzo molto,perchè vuoi lottare e questo ti fa davvero
    onore..l unico,se lei ti amasse veramente,dovrebbe mettersi li a parlare
    chiaro con i suoi,è maggiorenne e se è felice con te perchè i suoi
    devono impedirglielo???ok avete convissuto un pò di nascosto,ma che sarà
    mai…l avete fatto per amore e per conoscervi….perchè se no non provi
    tu stesso a parlare con la famiglia di lei??se sono all antica come dici
    tu lo apprezzeranno molto….e se conquisti la loro fiducia,ecco che lei
    avrà la strada spianata per tornare fra le tue braccia…

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili