Salta i links e vai al contenuto

Sto diventando sempre di più “Misantropo e Misogino”

Dopo tutte le delusioni e fregature subite finora sia da parte delle donne sia da parte di tutti gli esseri umani, sto diventando sempre di più sia misantropo (alla faccia dei filantropi) sia misogino (alla faccia dei misandrici). E sto imparando ad amare anche un po’ di più sia me stesso che il mio “Creatore”, al quale sarò eternamente grato per avermi dato la vita e che mi ama davvero infinitamente, e al quale, da ora in poi, dedicherò anche tutte le mie nuove canzoni.
Saluti.
Buon Natale a tutti.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

9 commenti a

Sto diventando sempre di più “Misantropo e Misogino”

  1. 1
    Angwhy -

    ma che meraviglia non vediamo l’ora di ascoltarle

  2. 2
    Cantautore... -

    Se era una risposta ironica, la tua, potevi anche risparmiartela Angwhy perché gli esseri umani non ci daranno mai la felicità, siamo solo degli illusi!

  3. 3
    MR X -

    Crisi mistica?

  4. 4
    Aton -

    Canta che ti passa. Duro il Natale, neh?

  5. 5
    Taffy -

    Cantaci la canzone di Tozzi… “gli altri siamo noi”.

  6. 6
    marikoska -

    bello!

  7. 7
    Cantautore... -

    Per MR X: tranquillo, la mia non è affatto una crisi mistica, ma semplicemente una maggiore presa di coscienza (finora, tra virgolette, alterata, se così si può dire) e consapevolezza dell’importanza delle cose. Mentre fino adesso ho sempre avuto (come tanti altri) solo un’enfatizzazione di valori errati, rovesciandone la cosiddetta gerarchia. Di conseguenza, questo mi ha sempre portato ad avere una visione contorta delle donne (ma anche delle persone in generale e delle cose) facendomi costruire appunto un ideale di donna completamente enfatizzato dal mio io che mi ha solo fatto sprecare il mio tempo a inseguire sempre anche altri falsi ideali, falsi miti e molti sogni irrealizzabili.
    Per Aton: questo Natale lo trascorrerò a Parigi, città nella quale sono nato; infatti partirò stasera, alla faccia della mia ex, che, come si dice qui, lascerò cuocere da sola col suo stesso brodo, eh. eh. eh.
    Per Taffy: se sei una donna, se vuoi, ti canterò invece la canzone che nel 2007 ho dedicato a tutti i vecchi cuori infranti, come me, di questo blog, che ho intitolato “Col cuore infranto”, e che non ho mai fatto ascoltare a nessuno di qui!
    Dammi il tuo numero di telefono che te la farò ascoltare, eh. eh. eh.
    Per Marikoska: la mia idea delle canzoni a Dio ti garba?
    Ah, dimenticavo, una domanda per le ragazze: c’è per caso qualcuna di voi di Trieste, qui?

  8. 8
    marikoska -

    Bel momento! Io pure scrivo canzoni . Per Dio sto aspettando ancora il momento propizio.. io scrivo in generale tutto in minore.. perché sono ancora in una fase interiore di regressione’ dark’ , ho 34 anni..e le note in minore le trovopiu interessanti. MA HO tanta speranza per il futuro, perché ogni giorno vedo dei piccoli miracoli, seppur non sia ancora uscita dal tunnel.
    Comunque adoro i Gen Rosso.. mi piacerebbe scrivere canzoni ispirate cosî..

  9. 9
    Cantautore... -

    Davvero Marikoska? Anche tu scrivi canzoni? Che bello. E’ difficile trovare una cantautrice in giro perché ci sono molti più cantautori. E anche tu scrivi sia le musiche che le parole?
    E quante ne hai scritte finora? Io comunque non me ne intendo molto di genere dark, ma so che è un genere musicale poco conosciuto e talvolta oggetto di pregiudizi, e che viene spesso inquadrato con i Cure o confuso con il metal.
    Anche a me poi piacciono i Gen Rosso, anche se non conosco bene neanche loro, visto che li ho sentiti poche volte e non conosco bene tutte le loro canzoni.
    E anch’io di solito scrivo in minore.
    Io invece ho 45 anni, finora ho scritto più di 200 canzoni, la prima all’età di 10 anni, e il mio genere è cantautorale e comunque di musica leggera, e che potrei anche definire più precisamente melodico-impegnato sentimentale tranne qualche canzone umoristica e qualche canzonetta che scrivo anche ogni tanto, giusto per cambiare e per non scontentare nessuno.
    Inoltre sono anche un insegnante di chitarra, che suono da 33 anni, mentre ad orecchio so suonare anche altri strumenti come, per esempio, il pianoforte, la fisarmonica, l’armonica a bocca e il flauto.
    Poi ho anche altri due fratelli cantautori, uno gemello ed un altro di 62 anni che abita a Parigi con tutti gli altri fratelli.
    Infine collaboro musicalmente da diversi anni anche col grande Franco Migliacci.
    E tu di dove sei? Scommetto toscana!

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili