Salta i links e vai al contenuto

Mio padre si è rifatto una vita con una ragazza colombiana

Arrivo a scrivere su questo forum dopo aver cercato delle risposte/soluzioni che non purtroppo non ho trovato dentro di me.

A 13 anni ho perso mia madre e sono rimasto a vivere solo con mio papà. Mio padre si è rifatto una vita con una signora che dopo 10 anni lui ha lasciato per una ragazza colombiana di 25 anni meno di lui. L’anno scorso si sposano e dopo 3 mesi mio padre viene da me e mi dice che lei se io sto in casa si separa perche lei vuole una vita insieme a lui e io faccio parte del passato.. Dopo una miriade di litigate esco di casa e ora vivo con la mia ragazza in un appartamento di proprietà di mio papà che ha disaffittato per far si che io ci potessi abitare..
A distanza di un mese dalla mia uscita mi dice che praticamente visto che non ha più l’affitto di questa casa dobbiamo spendere di meno e lui si vuole trasferire fuori da milano, città dove siamo entrambi ora. La mia ragazza contribuisce alle spese di casa e io essendo studente all’ultimo anno di università con ottimi voti do ripetizioni di matematica per non pesare su mio padre.
Le tensioni anche se io non sono più a casa però rimangono. Dopo 2 anni di frequentazioni e matrimonio con questa persona, lei non sa ancora parlare l’italiano e non solo non lo parla ma una sera durante una cena con il resto della famiglia dice apertamente che a lei di imparare l’italiano non frega nulla. Questa persona è estremamente capricciosa, si iscrive in palestra e non ci va, si iscrive al corso di italiano e non frequenta perche non le piace, si iscrive persino ad inglese alla scuola più costosa della città sempre per frequentare quando ne ha voglia. Dopo una discussione con mio padre relativa al da farsi per contenere le spese, parlando vengo a capire che praticamente il problema del risparmio me lo pongo solo io perché lui continua a fare weekend fuori e a permetterle tutto ciò che vuole tanto da arrivare a dirmi che ora deve comprare una casa nuova per loro 2 e deve stare attento alle spese per garantire un futuro a lei dopo che lui sarà morto perché “ovviamente” lei non lavorerà….
L’ultimo capitolo è successo ieri ed io non so davvero più che fare. Mi arriva una chiamata da mio padre che mi dice testualmente: ascolta dobbiamo parlare di camera tua qui a casa.. Se non la svuoti mi va in crisi il matrimonio perché essendo delle tue cose/mobili ancora li dentro a. (la moglie di mio padre) dice che continuiamo a non staccarci dal passato e ad avere una vita nuova insieme..
Ora voi direte svuota la stanza e basta.. Chiarissimo, ma io vivo in un bilocale dove tutta quella roba non ci sta, ma va bene la posso anche eliminare in parte, ma ciò che mi fa più stare male è che mio padre non si accorga che io direttamente o indirettamente venga sempre tirato in mezzo come causa di qualcosa che potrebbe far finire sta storia. Praticamente sembra (o è così) che io per rendere felice lei e la sua storia del c dovrei essere soppresso o comunque scomparire del tutto.. Sia chiaro io non metto piede in quella casa da quando sono uscito da li.
Io ora ho paura che essendo mio padre così preso da lei e non ascoltando nessuno tranne che lei questa con la scusa che se ne va fa finire i rapporti tra me e mio papà che è poi l’unica persona che mi rimane. Lei già gli sa dicendo che è scandaloso che lui mi mantenga e che dovrei andare a lavorare per studiare. Io non sono né fuori corso né fuori tempo, studio con ottimi voti e faccio ricerca che in questo paese è pagata pochissimo. Faccio ripetizioni per pagarmi le uscite e non ho l’auto. Sono davvero confuso e deluso e non so più come dovermi comportare con mio padre che sembra non capire che se la sua compagna minaccia di lasciarlo per cose così futili allora sarebbe saggio interrogarsi sulla natura dei suoi sentimenti nei confronti di mio papà.. Lui invece dice che è normalissimo e che anzi sono io che gli metto i bastoni tra le ruote e che non gli permetto di viversi la sua nuova vita come la definisce lui.

Qualsiasi consiglio su come affrontare questa situazione è davvero gradito.. Vi ringrazio.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso

6 commenti

  1. 1
    lipsia -

    Che dire? Faccio i complimenti a tuo padre, e ovviamente tanto di cappello a chi ha saputo fare così bene i suoi conti…scusa ma per ora mi sento di dirti solo questo.
    Mi amareggiano le persone che antepongono gli estranei ai figli…perchè in fondo di questo si tratta.
    La signora se la sta giocando bene e tuo padre dovrebbe svegliarsi e darle un bel calcio in c…o e mandarla a guadagnarsi tutto ciò che lei vuole di superfluo, invece di toglierlo a te.
    Perchè non si può confondere l’ amore per i figli per una sc…..ata. Presumo che la signora in questione questo solo aveva da offrire, come la maggior parte di questa gente del resto.

  2. 2
    toroseduto -

    Allucinante! Non so come fai a sopportare un padre così. Sarebbe più dignitoso vivere sotto i ponti. Ma usa la sua stessa arma, fai un patto con lui, chiedigli di darti tempo fino alla laurea, e poi non ti
    farai nè sentire nè vedere più. Se lui si è cotto il cervello per la giovincella, al punto da considerare te, suo figlio, un peso, digli chiaramente che non vedi l’ora di cambiare vita, solo il tempo di portare a termine gli studi, e poi toglierai il disturbo.
    Nel frattempo cerca di organizzarti meglio e pensa alla tua vita,
    ne guadagnerai in dignità e autostima, lasciando tuo padre che si è bevuto il cervello facendolo crogiolare nelle sue avventure esotiche e alle sue porcate.

  3. 3
    sperduto84 -

    si, purtroppo mio papà ha perso un pò la bussola dei valori..e di ciò io soffro molto.ma come dovrei comportarmi a riguardo delle ultime richieste avanzatemi?

  4. 4
    mili73 -

    sono quasi senza parole…
    lei che dice a tuo padre che devi andare a cercarti lavoro invece di fare il mantenuto…
    mentre lei stessa vive mantenuta da tuo padre…sono allibita!
    ma in fondo le persone non finiscono mai di stupirci…
    Ma la cosa che rende triste tutta la vicenda non è lei..ma tuo padre.
    Come fa a dire che suo figlio fa parte del passato…
    come fa se ha il tuo stesso DNA!!!!!!!!!!!
    é vergognoso che ti abbia chiesto di andar via di casa ,e non solo.
    continua a chiederti di svuotare la tua camera quando sa perfettamente che non puoi portarti via tutto (conoscendo il tuo appartamento).io lascerei tutto lì,è una scusa troppo futile…

    Non gli va a monte il matrimonio … che secondo me da come lo descrivi ,questo matrimonio è già andato a monte se basta così poco per poterlo rovinare….per carità..
    è giusto che tuo padre contribuisca affinchè tu finisca gli studi , sei suo figlio! e dovrebbe essere orgoglioso di te , ed è così cieco correndo dietro alle gonne di questa donna che non si rende conto che il bene più prezioso sei tu! io ho un bambino di 10 anni , e non c’è nessuno che amo più di lui. spero un giorno che possa frequentare l’università , a costo di indebitarmi sino al collo … visto che siamo qui noi genitori ci siamo anche per questo.
    ti faccio tanti auguri per i tuoi studi ,
    in bocca al lupo per il tuo futuro
    un forte abbraccio

  5. 5
    pippi -

    Ciao sperduto,mi spiace davvero tanto per te.Inutile dire che la signora in questione è una iena,altrettanto inutile,a mio avviso,prendersela con lei,il permesso le viene dato da tuo padre,il quale si è appunto bevuto il cervello.Beh,a volte la paura della solitudine fa scendere a qualunque compromesso,sono sicura che tuo padre sia consapevole di quello che ti chiede,e spera tu capisca in quanto figlio e non immagina minimamente che rischia di compromettere il rapporto con te,probabilmente si rende conto di essere nella morsa di questa str…a,ma l’idea di farne a meno è troppo per lui.Purtroppo,se teme la solitudine,tra non molto,per lui,ci sarà il deserto dei tartari….perchè sono fermamente convinta che la tipa lo spremerà come un limone,magari gli farà vendere casa per darsi alla bella vita o per ricomprarne un’altra da farsi intestare o esserne comproprietaria,per poi,al momento giusto,dopo aver raggiunto i suoi obiettivi,scaraventarlo fuori…da casa e dalla sua vita.Non è certo una bella prospettiva condividere il bivani con ragazza e babbo al seguito..:-),sdrammatizzo un attimo.Al posto tuo,metterei i bastoni tra le ruote a questa “signora”,farei di tutto per renderle la vita difficile,cominciando ovviamente dal non muovere un solo spillo da camera mia e restando li a dormire quante più volte possibile;la esaspererei al punto da mettere lei alla porta,perchè non è una famiglia che questa donna vuole,ne il bene di tuo padre,vuole disgregare per avere campo libero consapevole dell’ascendente che ha sull’irretito….toglierti di di mezzo è come lasciare tuo padre in stato di semi-incoscienza in una stanza con una tigre affamata…e sai già cosa accadrebbe.Se puoi cerca di far capire a tuo padre il rischio che sta correndo,mettilo in guardia e soprattutto che mettesse la tipa alla prova…magari inventandosi un dissesto finanziario…quella sarebbe la cartina di tornasole.In bocca al lupo

  6. 6
    Antonino -

    semplice, senza troppi conflitti interiori. fatti passare gli
    alimenti(ha l’obbligo alimentare nei tuoi confronti) e se sperpera tanto
    i suoi beni da pregiudicare i tuoi interessi, fagli mettere una curatela
    sui suoi beni. Se questi sono i padri non c’e’ affetto che tenga. Io col
    mio siamo finiti a carte bollate ed avvocati

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili