Salta i links e vai al contenuto

A fianco del Ministro della salute Roberto Speranza

Lettere scritte dall'autore  antoniodamilano

A testa alta, nel rispetto delle istituzioni, della salute di tutti e della propria dignità.
La politica non è un gioco d’azzardo sulla pelle dei cittadini». Convinto com’è di essere a posto con la coscienza, per settimane Roberto Speranza si è chiuso la bocca, non ha reagito alle accuse della destra, quasi ha finto di non sentire le provocazioni e di non vedere l’assedio. Ma oggi al Senato, chiamato a difendere se stesso e l’istituzione che rappresenta sin dall’inizio dell’emergenza da Covid 19, il ministro della Salute è partito all’attacco: «In un grande Paese non si fa politica su una grande epidemia», ha scandito con tono severo due volte.
Il linguaggio d’odio della destra.
Senza mai nominare Matteo Salvini, da mesi il suo principale accusatore, Speranza ha sfogato tutta la sua amarezza per il «linguaggio d’odio» che sente ogni giorno addosso, ha rimproverato alla destra – di opposizione e di governo – di «sfruttare l’angoscia degli italiani per miopi interessi di parte». Ma al di lá dello scontro politico, il ministro ha anche provato a sgombrare il campo alle accuse che hanno messo a rischio il suo incarico e fatto ballare il governo. Dalla mancanza di un piano pandemico, al presunto coinvolgimento del ministero dello Salute nell’ inchiesta di Bergamo. «È falso, semplicemente falso, che non abbiamo attivato circolari per i pazienti Covid».
“C’è chi soffia sul fuoco e chi prova a spegnere l’incendio”
#iostoconRoberto

L'autore ha scritto 13 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: A fianco del Ministro della salute Roberto Speranza

Lettere correlate a:

A fianco del Ministro della salute Roberto Speranza

Continua a leggere lettere della categoria: Politica - Salute

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili