Salta i links e vai al contenuto

Mine italiane in Angola

In occasione della visita del Santo Padre in Angola, abbiamo appreso una cosa a dir poco sconcertante. Moltissime mine disseminate su quel territorio sono di fabbricazione italiana.
Come è possibile coniugare l’aiuto all’Africa con la vendita di ordigni di distruzione di massa fatta dal nostro Paese?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Mondo

2 commenti a

Mine italiane in Angola

  1. 1
    avantitutta -

    …e purtroppo non è solo il ns. Paese, te l’assicuro!
    Ormai questo è un “malcostume” un pò troppo frequente, non sto a citare esempi stranoti. Come si fa a coniugarlo?
    Io non lo so, chiedilo un pò ai nostri politicanti, loro di certo lo sanno..ma figurati se svelano i …SEGRETI DEL LORO SUCCESSO!!!!

  2. 2
    Gordon -

    La produzione di mine antiuomo in Italia è proibita da moltissimo tempo.. Forse si tratta di mine anticarro, non confondiamo. E comunque se si vuole mettere mine le si compra comunque o le si autoproduce.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili