Salta i links e vai al contenuto

La mia “Storia Finita Male”

Lettere scritte dall'autore  

All’inizio di quest’anno scolastico non sapevo cosa mi aspettasse e ero piena di dubbi. Oggi, quei dubbi sono spariti, ma se ne sono presentati altri e come se non bastasse, le mie ferite si sono chiuse e aperte lasciando cicatrici profonde e molto grandi. Appena arrivata a scuola ho messo gli occhi su di Lui. Era stupendo ma non avevo il coraggio di parlargli. Lo vedevo ogni giorno mentre tornavo a casa con le mie amiche. Pensavo sempre che dovevo cogliere l’occasione perché l’anno dopo Lui sarebbe andato in un’altra scuola… Ma quando mi decidevo ad aprire bocca diventavo insolitamente timida. Intanto, in quell’inferno chiamato scuola, mi annoiavo studiando, ma conoscevo anche persone stupende: i miei amici. Vedevo Lui sempre e oramai le mie amiche sapevano che mi ero innamorata e, dato che non riuscivo a parlargli guardando il suo angelico volto, mi accontentavo di visitare Molto Spesso il suo profilo di Facebook e ogni tanto, gli parlavo per qualche secondo nella chat. Credevo sarei impazzita. Così ho deciso di dimenticarlo, e verso la fine dell’anno scolastico ho creduto di farcela. Avevo iniziato a chattare con un ragazzo della sua età e lo avevo incontrato qualche volta… Non era esteticamente il massimo ma a me piaceva. Mi ero innamorata seriamente, e ci eravamo fidanzati. Quattro giorni dopo il nostro fidanzamento non mi ero ancora tolta dalla testa il mio Lui e visitavo ormai Troppo Spesso il suo profilo: così ho scoperto che una ragazza della sua età si era innamorata di Lui e Lui non sapeva chi scegliere tra questa ragazza e un’altra di cui non faceva il nome. Poi, guardando altri commenti ne ho notato uno in particolare che diceva:-Ora basta, lascio perdere la Bambina e vado avanti- La speranza si era purtroppo accesa in me: Forse mi considerava una bambina in quanto due anni di differenza… Avevo deciso di lasciare il mio ragazzo: Tanto qualche settimana dopo sarei dovuta partire per una vacanza in montagna con un gruppo di ragazzi del mio paese. Il giorno della partenza, fremevo. Aspettavo con ansia quel momento da mesi. Salita sul pullman, mi accorsi che c’era anche Lui! Un fuoco d’artificio mi esplose nel petto come in un video di Katy Perry. Cominciammo a conoscerci e a scherzare come vecchi amici. Credevo di averlo dimenticato ma… Inconsciamente lo consideravo ancora Più Di Un Amico. Scherzavamo e Lui -Come del resto tutti i ragazzi della sua età- faceva il porco, io facevo la finta offesa, Lui si scusava e ricominciava tutto daccapo. La sera stessa mi inviò un messaggio di scuse per aver fatto il porco. Ma infondo non ero offesa, perché sapevo che tanto si scherzava. Rimasi invece sorpresa quando poco dopo mi arrivò un altro messaggio da lui che diceva:- Che peccato che siamo cugini…Era meglio se non me lo dicevi…<3- Eh già… Eravamo cugini… Dannata sfiga… La speranza ardeva in me, e io cercavo inutilmente di non farci caso, Cercavo di convincermi che ‘Tanto ora mai lo ho dimenticato’. Ma la verità bruciava come la speranza. Purtroppo la sfiga colpì ancora e un suo caro amico, si innamorò di me. Volevo bene a questo ragazzo e non volevo deluderlo o ferirlo, così decisi che avrei rifiutato con dolcezza i suoi sentimenti. Ma è impossibile non rimanere feriti o delusi dalla fine dell’inizio di un rapporto. Man mano che ci frequentavamo e vivevamo insieme, il fuoco d’artificio che alloggiava nel mio petto sempre scoppiettante e sfavillante, cresceva. E io non lo potevo fermare. Sembravamo fidanzati. Stavamo sempre insieme quando non c’era il suo amico. La sera più bella della mia vita avevamo litigato non so per cosa, ma io non ero arrabbiata, e neanche il mio fuoco d’artificio voleva smettere di ardere, così cercavo di parlargli, di capire, ma non ne voleva sapere. Una mia amica -Grazie che esisti!- gli parlò e risolse tutto, portandomi la notizia che aspettavo con ansia da quasi un anno ormai… Gli piacevo! Non ci potevo credere e il mio fuoco d’artificio scoppiettò allegro tutta la notte. Il giorno dopo, stemmo insieme tutto il tempo. Non lo avevo dimenticato, avevo solo cercato di non pensare a Lui. Ero felicissima! Sembravamo davvero fidanzati ora! Durante il viaggio di ritorno dalla vacanza eravamo vicini di posto come all’andata, ma al posto di scherzare e giocare, ero sdraiata sulle sue gambe mentre dormiva e lo fissavo con sguardo adorante. Lui mi accarezzava i capelli quando era sveglio e vi giocherellava. Poi mi stuzzicava i lobi delle orecchie e mi sfiorava le labbra con i polpastrelli. Ero in paradiso! Sfiorai il cielo con un dito per poi precipitare all’inferno: tornati dalla vacanza non eravamo fidanzati, ma lo sembravamo e lo desideravamo, ma io dovetti partire per due lunghe settimane. Lui mi promise un bacio al mio ritorno, ma quel bacio non arrivò Mai. In due settimane le cose cambiarono e Lui conobbe un’altra. La mia migliore amica era appena stata lasciata dal suo ragazzo e ci consolavamo a vicenda con dei messaggi perché lei era partita, e due giorni dopo il mio ritorno sarei partita anche io. Insieme realizzammo che tutto finisce: la scuola, un film, l’oratorio feriale, le vacanze, … Gli amori e anche la vita. Parlavamo al telefono sempre e dopo aver riattaccato piangevamo nel buoi delle nostre stanze, così vuote, così fredde nonostante il caldo estivo. Mi é servito parlarne con lei perché lei ha subito la stessa condanna poco prima che toccasse anche a me. Ora, mi chiedo perché la storia tra Me e Lui sia finita a causa della distanza, mentre quella tra Me e La Mia Migliore Amica si sia saldata. Forse non era destino. Forse, non mi amava abbastanza. Forse, se non fossi partita, sarebbe andato tutto diversamente. O forse, é vero che tutto ha un inizio e una fine. Ora, continuo a pensare a Lui, mi fa male, certo, ma almeno riesco a tenere vivo e intatto il suo ricordo. Lui tiene ancora a me. Ma non come tengo io a lui. Lui mi vuole ancora bene!. ma io lo amo. Ho cercato di farmene una ragione, ma non vi sono riuscita. Sono arrivata alla conclusione che se troverò un altro amore, un altro ragazzo che mi faccia sentirecome solo Lui ha fatto fino ad ora, lo dimenticherò. In caso contrario, cercherò di riconquistare il suo cuore. Ma dato che un altro come Lui non esiste e non credo riuscirò a farmi amare ancora, sto preparando il passamontagna per entrare nel suo cuore senza bussare e rubarglielo proprio come ha fatto Lui la prima volta che lo ho visto. Esco tutti i giorni con le amiche che conoscono le mie condizioni sentimentali ma anche se possono capire come sto più o meno, indosso costantemente una maschera che tolgo in occasioni rarissime quando sono sola e quando sto con le due persone a cui tengo di più al mondo : il mio e la mia migliore amico e amica. Con gli altri, invece, fingo di stare bene e quando mi chiedono “Come stai?” io rispondo “Benissimo, Grazie! E tu?” perché é la risposta più semplice… Oggi ho voluto togliere la mia maschera e vi ho voluto dare la mia vera risposta! La mia risposta triste! La mia risposta lunga e complessa, che a parole non credevo di essere in grado di esporre. E invece é qui, Nero su Bianco… Spero di non avervi annoiati… Susy

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

1 commento

  1. 1
    haven.J -

    Ora il mio Lui vuole essermi amico perchè mi vuole bene e mi ha confidato che la storia per cui mi aveva lasciata era finita subito. La mia migliore amica ha scoperto che lui mi vede solo come una cugina e che mi vuole bene.
    Ora lei é all’ospedale… So che non c’entra niente ma ciò mi rende tristissima perché é da settimane che non la vedo e mi manca… Guarisci presto bellissima =(

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili