Salta i links e vai al contenuto

Mia moglie contro la mia famiglia

Salve a tutti voi, mi permetto di esporvi un mio problema personale cercando il parere di qualcuno perché sono veramente disperato. Vivo a 600 km dalla mia famiglia di origine ormai da 8 anni x lavoro e ho conosciuto mia moglie 5 anni fa a Napoli dove vivono i miei nello stesso palazzo. Abbiamo avuto un inizio fantastico tutto era perfetto anche se per due anni siamo stati lontani, lei aveva un rapporto bellissimo con i miei addirittura andava a casa mia tutti i sabato perché li vedeva come la famiglia perfetta, quella che mi diceva non essere la sua. purtroppo col passare del tempo e l’arrivo di un bimbo tutto è cambiato. Ho dovuto subire umiliazioni di ogni genere auguri di morte dei miei, disprezzo, privazioni e quant’altro. I miei genitori, non dei campioni di buon senso, hanno dovuto subire indifferenza e litigi quando sono venuti a trovarmi, addirittura una volta ha cacciato mio padre facendogli fare il biglietto del treno prima del tempo per cose futili, stupidaggini che potevano essere evitate. Non sono mai stato libero di dire andiamo a fare un week end dai miei, andiamo un po’ a Napoli così la mia famiglia può vedere mio figlio. Ogni volta mille tragedie litigi cose orribili che ritengo non essere giuste. la mia famiglia dal canto suo ha sempre cercato di venire incontro alle nostre esigenze, anche se malincuore, quando gli abbiamo esposto il problema, ma molte volte io un po’ x mancanza di coraggio un po’ x senso di colpa non ho avuto la forza di parlare con i miei. per me è troppo difficile dire a chiunque ma soprattutto ai miei di non prendere il bimbo in braccio perché secondo mia moglie loro sono sporchi, per me è dura dire da un giorno all’altro non chiamate più o chiamate una volta ogni tanto. Per me sono solo cattiverie evitabilissime da parte di mia moglie. Ma il problema più grande è che lei alterna momenti di pura serenità con la mia famiglia, mesi e mesi nei quali è lei a chiamare per prima i miei la sera, è lei che distribuisce amore per loro sui social network ed è sempre lei che insiste perché i miei genitori vengano a trovarci a casa. poi all’improvviso senza un motivo preciso si ritorna all’odio profondo che porta in me tante ansie paure e vergogna, si perché non so come comportarmi con i miei, che sono allo scuro di tutto e non immaginano la follia in cui vivo, quando mi chiedono di salutare mia moglie al telefono ed io devo trovare mille scuse perché magari per 3 4 5 giorni non li vuole sentire. Non ho nemmeno la libertà di avere un rapporto personale con i miei, mostrargli il bimbo su Skype o chiacchierare con loro dandogli qualche notizia del bimbo, perché c è sempre da affrontare le accusa di “mammonismo” e di voglia di schierarmi dalla parte loro. Lei mi dice che se non voglio sfasciare la mia nuova famiglia devo tirare fuori gli attributi con i miei cari, ma questo è amore? Non sarebbe più naturale sopportare 5 minuti di telefonate e 15 20 giorni alla anno di convivenza pacifica con i miei facendomi stare più sereno a me e facendo felice il bimbo che adora i nonni istintivamente pur vedendoli 2 3 volte l’anno? Tra l’altro i miei dovrebbero venire a trovarci a fine aprile dopo una forte insistenza da parte di mia moglie che li ha invitati, ma non sanno che già da ora è iniziato il pentimento e stiamo litigando da già due settimane perché lei vorrebbe che non venissero più. mi sento di impazzire. Datemi un parere ve ne sarò grato. Grazie a tutti.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia

39 commenti a

Mia moglie contro la mia famiglia

Pagine: 1 2 3 4

  1. 1
    Gianco -

    Mi spiace dirtelo…ma sei messo male…io ho sposato 15 anni fa una donna simile…stesse cose…stessa dinamica….e da 6 mesi sono separato…per le stesse identiche idiozie che col tempo si acuiranno e determinaranno fra voi una insanabile rottura….mi spiace…aspettati il peggio…AUGURI

  2. 2
    diego1983 -

    Ti ringrazio per la schiettezza.dentro di me già so che andrà a finire così.ho solo il terrore di perdere la quotidianità con mio figlio.grazie per l attenzione!

  3. 3
    Selvatika -

    Tu sei un santo, peró falla curare. Un domani in sede di separazione potresti ottenere l’affidamento

  4. 4
    Lupo76 -

    Inizia a raccogliere materiale per la separazione,non farti fregare dal tuo istinto di protezione,proteggi tuo figlio,lei prima o poi ti pianta e quando decidera’ di farlo,non te lo dira’ subito,ma si preparera’.Fregala sul tempo,se poi gli passa,cambia atteggiamento,meglio cosi’.

  5. 5
    diego1983 -

    Grazie a tutti,volevo solo precisare che quando ho scritto che i miei non sono campioni di buon senso intendevo dire che cmq loro ci chiamano tutti i giorni a casa una volta la sera anche per sapere del bimbo e lei la vede come un invasione una voglia di entrare nel nostro quotidiano,anche a me da un po’ fastidio xo 5 minuti al giorno non sono un dramma tanto da far rompere un matrimonio,poi noi stiamo cambiando casa e i miei risultano invadenti perché chiedono come sta andando.certe cose potrebbero capirle da soli,ma cmq io non vedo motivazioni forti.io penso solo che lei sia una persona con dei problemi di doppia personalità e piena di complessi d inferiorità che teme che il rapporto solido che ho con la mia famiglia possa essere più importante del nostro,ma non è vero.tra l altro mia madre parla più con lei che con me.vabbè sono un caso disperato,mi sa che è solo questione di tempo.

  6. 6
    rossana -

    Diego,
    secondo me, dovresti dare un colpo al cerchio (la tua famiglia) e un colpo alla botte (tua moglie).

    in parte può aver ragione lei: una telefonata al giorno va bene per gli innamorati; forse un po’ meno per una donna che vorrebbe il proprio uomo e la propria famiglia tutti per sè. potresti proporre ai tuoi di chiamarvi una volta alla settimana durante i week end, adducendo scuse varie.

    anche con lei, però, dovresti poterti far valere un po’ di più: non dico per “andare a donne” ma per avere il diritto di far vedere il piccolo e d’interagire con la tua famiglia quando ti va.

    tieni presente il suggerimento di Lupo ma nel contempo cerca di prendere in mano la situazione, direttamente o tramite l’ausilio di un consulente famigliare, che potrebbe esservi d’aiuto. fallo subito, prima che sia troppo tardi…

  7. 7
    diego1983 -

    io non vorrei dare l ennesimo dispiacere ai miei,ma cmq avevo già pensato di chiedergli di chiamarmi qnd sono a lavoro così a casa siamo “liberi” e accontento un po’ tutti,ma purtroppo penso che andando avanti mi venga imposto qualcos altro.grazie rossana

  8. 8
    IO -

    forse tua moglie è un pò psicopatica, soffre di doppia personalità.. ma in ogni caso, se mia moglie mi dicesse che non vuole che i miei genitori prendano in braccio mio figlio perchè puzzano o sono sporchi, io la butterei fuori di casa in mezzo secondo

  9. 9
    diego1983 -

    Io lo farei molto volentieri.dopo però perdo figlio casa e mezzo stipendio.

  10. 10
    diego1983 -

    Dopo l ennesimo litigio stasera abbiamo deciso di separarci,le ho detto che avrei fatto in modo che mia madre non chiamasse più a casa e magari mi avrebbe chiamato a lavoro ma neanche questa soluzione è andata bene.io non li devo sentire,una volta ogni tanto magari,ma non tutti i giorni.per me non è giusto,non per la mia famiglia,ma proprio per me che è un ingiustizia.per favore non mi lasciate solo,io non so con chi sfogarmi.

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili