Salta i links e vai al contenuto

Mi sento come se la mia vita non fosse mai iniziata

Lettere scritte dall'autore  

Ciao, scrivo qui perché l’altra sera in una piena crisi, ho inziato a cercare su internet altre persone che soffrissero per me, e per puro caso ho trovato questo blog dove ho letto storie di altre persone che mi hanno fatta coraggio a scrivere. Frequento ancora il liceo, ma mi sento come se la mia vita non fosse mai iniziata. Circa un anno e mezzo fa, ho tentato il suicidio, ma grazie alla mia famiglia sono riuscita a riprendermi,(non mi va di andare nei dettagli), ma adesso dopo tutto questo tempo, nonostante pensassi che tutto fosse passato, è come se ci stessi di nuovo ricadendo. Ho passato davvero un periodo brutto della mia vita, dove molte persone mi hanno distrutta, e quelle di cui mi fidavo mi hanno girato la faccia. Credevo di aver superato questa fase buia, ma ultimamente sto davvero uno schifo. Avete presente quando non avete uno scopo preciso? Quando vi sentite inutili, e non date più valore a nulla? Non ho più voglia di fare nulla, non mi reputo pigra, ma stanca di dover combattere e superare, come se questa non fosse la vita adatta per me. Ogni giorno mi alzo con la consapevolezza che è inutile combattere, sperando sempre che qualcosa possa andare storto così da poter giustificarmi. Potermi giustificare dai miei comportamenti, sono stufa di tener dentro tutti questi sentimenti forti..non c’ Una via di mezzo, o appena mi sento un criticata o giudicata scoppio a piangere, oppure aggredisco verbalmente chiunque mi rivolga la parola. A volte questa rabbia mi porta anche a dire o fare cose che non avrei mai fatto prima. Io giustifico il tutto dicendo che forse dopo tutto questo tempo mi sono sentita debole dinanzi agli altri, e questi miei comportamenti mi fanno sentire più forte. A volte mi piace questo lato di me, a volte lo detesto. Lo amo perché è la prima vola che ho il coraggio di reagire e di farmi valere, lo detesto perché tratto male persone che non voglio soffrano per me. Insomma, poi ci si mettono i miei genitori, che per carità, so che fanno tutto per farmi stare bene, ma potrei mai andare a dirgli come mi sento dopo i trascorsi già avuti? Non voglio far soffrire più nessuno. Ammetto che molto ma molto spesso penso al suicidio, ma è come se non avessi il coraggio di rifarlo, come se qualcosa potrebbe andare di nuovo “storto”. Sono passata di nuovo all’autolesionismo, sperando che facendo così trovi una soluzione. La notte non dormo, e ultimamente non sto nemmeno più mangiando, è come se avessi perso tutto. Anche il solo alzarmi la mattina ed andare a scuola, per me è strano, ogni giorno pendo che quello seguente non potrei esserci più. Sto scrivendo tutto ciò in lacrime, non riesco a scrivere tutto. Grazie per lo sfogoma spera anche ad ha lato di me stessa

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

5 commenti

  1. 1
    Bottex -

    In un certo senso è vero, la tua vita non è ancora iniziata. Se fai il liceo sei ancora una ragazzina e la vita vera inizia dopo. Quindi non preoccuparti di questo.
    Secondo, credo che tu sia una persona molto sensibile. Da un lato non vuoi subire, dall’altro, reagendo duramente, hai paura di ferire chi ti sta intorno. Ti posso capire, ma ricorda che nella vita gli urti ci sono. Se, giustamente, vuoi prendere in mano la tua vita e diventarne padrona, ci saranno sicuramente persone con cui ti scontrerai o che ti criticheranno. L’importante è che tu sia sicura di te e delle tue scelte: questo è l’obbiettivo che dovresti cercar di raggiungere. Cerca di sfruttare questa “rabbia” che provi come un’energia per difendere le tue scelte, non per il gusto di sentirti forte. Perché una rabbia usata così è invece un chiaro segnale di debolezza.
    Il tuo comportamento, con alternanza di angoscia e scatti di rabbia, è quello tipico di una persona che soffre di depressione. Hai chiaramente bisogno di aiuto. Rivolgiti a un dottore competente in materia, senza vergogna. Ricorda, è sempre molto meglio ammettere a sé stessi di aver bisogno di aiuto e curarsi, che rifiutare la realtà e far di testa propria. Così le cose possono solo peggiorare.

  2. 2
    Enza -

    Senti io credo che questo stato di apatia lo abbiamo provato tutti nella vita e anche in più periodi. Giovani o adulti non credo faccia la differenza. Mi sento in difficoltà a scriverti perché sono argomenti da trattare seriamente con professionisti visto che parli di autolesionismo e suicidio. Pertanto penso che dovresti fare un percorso adatto a tutto questo. Da parte mia ti dico che lo sport è un’ottima medicina per scaricare la rabbia che uno si porta dentro. La corsa è molto utile in ciò.Poi hai detto che vai al liceo. Impegnati nello studio anche se ti costa, se è vero che ogni cosa ha il suo momento questo è quello dello studio,senza scuse. In più devi mangiare. Ti servono energie per quando ritornerai a vivere. Incrocio le dita per te. Ciao;)

  3. 3
    Yog -

    Tranquilla, ti passerà. Dato che sei al liceo, non posso consigliarti la veridica teriaca che assunta ogni sera ti porterebbe a pronta guarigione, ma essa esiste, è fortunatamente commercializzata e ti aspetta.

  4. 4
    Esther -

    Io come se non finisse mai! La speranza, … manca la speranza!

  5. 5
    Antonia Belluco -

    Innanzitutto confidati con chi sai davvero che ti starebbe accanto. Per un genitore è meglio sentirsi dire certe cose, che perdere un figlio. In uno stato come questo rivolgiti ad un medico e valuta se assumere delle medicine. Se non vuoi farlo, almeno rivolgiti ad uno psicologo. Queste sono le direttive iniziali 🙂 per il resto sappi che tutti ci siamo sentiti così ma io ti voglio far riflettere di una cosa che ho trovato su Netflix “I am bot your guru” di Robbins (documentario che ti invito a vedere): la gente sopravvaluta quello che puo fare in 3-5 anni, ma guarda più avanti: in 10 anni, 15 anni…non starai più cosi. Io ci sono passata ed ora a 30 anni non sto più così. Non buttare la tua vita solo per un periodo. E va bene la rabbia, va bene anche se ti fa trattare male le persone che ti vogliono bene, non sentirti in colpa, quella è la tua energia vitale che sta alzando la testa!!! Non sei sbagliata, sappi che la maggior parte delle persone si sente così a volte: hai una vita davanti, non sprecarla solo per un periodo, sei una persona forte, lo sento…ne uscirai fuori!

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili