Salta i links e vai al contenuto

Matrimonio e adozioni? Anche da parte di omosessuali?

Allora, poco fa stavo leggendo un articolo relativo alla possibilità di matrimonio e adozione da parte di coppie omossessuali, e mi chiedo una cosa: tutti i detrattori, per quale motivo sono contrari? Nel senso, la famiglia non è più da un pezzo, mamma papà e bimbo/a, e l’amore è amore a prescindere dal sesso, quindi se una coppia omosessuale vuole sposarsi, non vedo dove sia il problema.  Rispetto all’adozione, sento molte persone che sono contrarie dire frasi del tipo “eh sì, ma poi chissà come crescerà sto bimbo/a”. Beh, sappiate che ci sono figli di coppie omosessuali che non sono dei santi, ma quasi, e ci sono dei figli di coppie eterosessuali, che sono dei veri e propri criminali, a dimostrazione del fatto che on conta chi li cresce, ma COME li cresce.

Posso capire che chi vuole un figlio e non può averne, e scelga quindi l’adozione, possa avere qualche riserva, a mio avviso no sempre giustificata, ma si può capire. Personalmente, rispetto all’adozione, io non ho mai voluto figli e mai ne vorrò, poi se capita, è un altro discorso. Rispetto al matrimonio, non credo nel matrimonio, se stai insieme a qualcuno ci stai a prescindere da un pezzo di carta. Un pezzo di carta che però sono d’accordo, a volte, almeno a livello di legge, serva. Un mio parente, lo scorso anno ad esempio, si è dovuto sposare per poter avere un’agevolazione dallo stato sulla prima casa, perché per averla dovevano essere sposati. In casi come questi, si può capire, ma per il resto si sta insieme a quella persona, a prescindere che ci si sposi o meno.

Personalmente non capisco, nemmeno l’esigenza di chi si sposa in grande stile,  con famiglia, parenti vari, amici colleghi e conoscenti. Se proprio ci si deve sposare, si può fare anche una cosa molto più semplice e sobria, che resterà di più nella memoria, di una cosa in pompa magna. Che in qualche modo sia dovuta al fatto che sin da piccole, alle bimbe viene malamente insegnato, che devono sposarsi in un determinato modo, con abito bianco, ecc. ecc..? 

Non ditemi, che certa gente sceglie di sposarsi in chiesa, perché credente o preché è la casa di Dio, per favore. Perché se è vero che Dio è ovunque e uno è veramente un credente, non serve farlo in chiesa.  Ad ogni, è solo una curiosità, più che altro legate ai detrattori delle coppie omosessuali che vorrebbero sposarsi e adottare un bimbo, tutto qui. Non vuole esserci polemica, ma solo capire il perché.

 

L'autore ha scritto 10 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook Matrimonio e adozioni? Anche da parte di omosessuali?

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Riflessioni

18 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    ninoprod -

    Non è un argomento su cui discutere tanto.
    Si tratta solo di convinzioni e punti di vista personali che scaturiscono dal valore che ciascuno di noi ha del matrimonio, oltre quello puramente formale del contratto.
    Per il concetto che ho io del matrimonio, vedo il matrimonio tra gay una vera buffonata. Se poi vogliamo parlare di diritti, credo sia giusto che due persone che si vogliono bene, possano vivere insieme e avere la legittima possibilità della mutua assistenza e legale rappresentanza.
    Per l’adozione invece credo che al bambino, in questi casi, venga a mancare un qualcosa che lo renderà diverso dagli altri coetanei e non si potrà mai sapere l’effetto che produce. In fondo si tratta sempre di una condizione non del tutto naturale e per questo non del tutto giustificabile..

  2. 2
    Rebecca333 -

    Apro una parentesi rivolgendomi a Ninoprod:
    1-Ci sono matrimoni tra “coppie convenzionali” più “buffonate” di quanto tu creda. Basta dare un’occhiata ai dati dell’OCSE SUI DIVORZI E SULLE SEPARAZIONI IN ITALIA.
    2-Vorrei sapere quali condizioni sono “naturali” per i bambini al giorno d’oggi. Basta la presenza fisica di una coppia uomo-donna per garantire un educazione “perfetta”? Quanti bambini al giorno d’oggi vivono in famiglie allargate, non hanno un padre/una madre oppure sono figli nati fuori dal matrimnio o da seconde nozze?Non esiste NESSUN contesto NATURALE. I bambini non nascono con pregiudizi o stereotipi,pertanto sono gli adulti che li circondano a fare sì che crescano in buon contesto o meno.

    Concludo esponendo il mio punto di vista.
    Penso che la motivazione maggiore ad aver spinto gli omosessuali a chiedere il riconoscimento dell’atto civile, con conseguente trascrizione presso gli appositi registri, sia stata in primo luogo il voler raggiungere (sottolineo giustamente) pari diritti rispetto alle coppie coniugate. Per quanto riguarda l’adozione, l’unica ammessa sin ora è quella nei confronti di figli biologici e questo sempre come forma volta a tutelare il minore. Inoltre vorrei sottolineare il fatto che quanto discusso sin ora non coinvolga unicamente gli omosessuali, ma anche le cosiddette coppie di fatto (non coniugate). Il discorso è ben più ampio di quanto i media non facciano credere preferendo creare la solita polemica. In parole povere: il matrimonio civile è un atto guridico che riconosce diritti (oltre che doveri)che qualsiasi altra coppia NON ha. Parafrasando iosonoio, certo un pezzo di carta non attesta l’impegno e la fedeltà assoluta, ma a livello legale si rivela non indifferente.

  3. 3
    Rebecca333 -

    Dimenticavo, aggiungo quest’ultima riga: Ecco perchè i detrattori sono contrari.

  4. 4
    cassandra8 -

    Ciao “iosonoio”. Io non sono contro le coppie omosessuali, ma credo che non debbano avere il diritto di potersi sposare e di adottare/avere figli. Il matrimonio prevede un marito e una moglie e come fine la procreazione. Sposarsi sarebbe davvero inutile. Possono giustamente, stare insieme, come tante altre coppie eterosessuali, senza un pezzo di carta. Se proprio ne hanno bisogno possono lasciare un testamento, volendo. Non ha senso, secondo me, sotto ogni punto di vista. I figli poi… Scherziamo?! Un figlio ha bisogno di un padre e di una madre, contrariamente a quello che dice “Rebecca333”, è naturale. Che adesso ci siano famiglie allargate in cui nessuno ha più un ruolo, famiglie in cui i genitori non sanno essere tali, è un altro discorso, perché questo non è normale. Un figlio ha bisogno di una figura femminile e di una maschile per poter crescere in modo giusto. L’una non può scindere l’altra, perché hanno due competenze diverse. Nessuno pensa ai problemi psicologici che potrebbe avere questo bambino? Per esempio a scuola. Sarà un emarginato, discriminato e vittima di ingiurie da parte di altri bambini. Quando dovrà fare i compiti e compilare con i nomi dei genitori gli spazi “padre” e “madre” non pensate che potrebbe avere dei dubbi? Forse, le coppie omosessuali, potrebbero essere migliori di tante eterosessuali, anche perché vanno contro a tanti ostacoli per amore di un figlio, ma non credo sia giusto, per tutti i motivi sopra elencati.

  5. 5
    sara -

    una figura femminile e una maschile, perché sennò non è normale, è una cosa che on sta ne in cielo ne in terra. I bimbi vengono discriminati sempre e comunque, purtroppo è un dato di fatto. Personalmente come ho scritto, non conta chi li cresce ma COME li cresce. Se poi viviamo in una società altamente maschilista misogina, arrogante e cattiva, non è un problema del bimbo, ma dei 2 idioti che lo hanno fatto venire al mondo.

  6. 6
    cassandra8 -

    @”sara”: che fai cambi nick? E’ vero, i bambini possono essere discriminati anche nel caso in cui i propri genitori siano eterosessuali, ma mai quanto potrebbe accadere a quelli di una famiglia omosessuale! Non conta chi li cresce, ma come li cresce si, ma sempre rispettando l’ordine che ha stabilito madre natura. Il bimbo, non avrà mai colpe, ma vivendo in una situazione così ambigua ed anomala, avrà, ingiustamente, addosso il peso delle decisioni altrui.

  7. 7
    justin -

    Mi spiegate perche al giorno d’oggi vedo bravi mariti di famiglia che trattano male le proprie mogli e quante volte ho sentito dire da loro “non la sopporto piu'” mi spiegate perche tante brave mogli e madri casalinghe vanno fuori casa flirtando avendo tresche con ben altri bravi maritini di famiglia? Perche molti maritini scelgono in alta percentuale di avere rapporti con trans o prostitute, molte mogli decidono poi di intrattenersi con il capo, o il migliore amico… quello che voglio dire e’ che ce’ solo una grande ipocrisia generale un falso perbenismo ed e’ questo che nuoce principalmente al bambino che si ritrovera confuso al sapere che mamma o papa’ vanno ad una cena di lavoro…. aime’ scoprendo un giorno la realta’ dei fatti. E poi per favore tutti dicono la stessa cosa….UN bambino non puo’ crescere senza la figura FEMMINILE (o maschile in caso di lesbo) ecco ma avete degli studi scientifici a dimostare che certi figli di bravi genitori vengono su delle vere e proprie teste di cxxxo? Io non credo che la tetta apparte di nutrirlo quando e’ piccolo gli serva in futuro poi per divenire una persona migliore, ce gente che poi dice: oddio! Verra’ su anche lui omosessuale! Ovvero tale figlio tale padre…. sappiamo bene chr il sesso e’ l’individuo stesso a sceglierlo piu un istinto che una scelta,, quindi cari amici ignorantelli niente paura! Ci sono milioni di gay lesbo cresciuti in famiglie etero religiose, smettiamola di scrivere le solite frasi da trasmissione alla de filippi, usiamo il cervello e meno ipocrisia!

  8. 8
    justin -

    E aggiungo lleggendo i vostri commenti, vedo sempre molti strafalcioni, ovvero che vuol dire: i figli vanno cresciuti secondo l’ ordine stabilito da madre natura? E facciamola finita con “la scienza esatta di madre natura per favore” tutti dicono la stessa frase che ne siete ossessionati che madre natura sia con voi! Galileo o pitagora studiavano madre natura e ne hanno tratto delle conclusioni, ma speigatemi o portatemi delle prove scientifiche sulle tesi di madre natura per poter crescere un figlio, se tirare un bambino avuto per sbaglio nel cassonetto fa parte di questo grande progetto di madre natura? Non so avete delle prove? potete dimostrare effettivamente che un bambino cresciuto in una coppia etero sia cosi’ fondamentale per la crescita personale dell’individuo? Be’ guardatevi attorno….. dove sta madre natura? Io vedo solo tanti errori di “persone” qual etero o glbt chr siano non e’certo questo che fa la differenza…e non si parla dei tempi di oggi, perche’ citando un certo psicoterapeuta dei tempi nostri “R.morelli” i figli non hanno mai avuto cosi’ tante attenzioni come ai tempi di oggi! anche troppe! Vogliano compararle con i tempi remoti? In cui spesso veniva a mancare la figura del padre o della madre, o di tutte e due! Dove spesso erano i nonni a crescere i figli o gli orfanotrofi. Allora vogliamo ancora sostenere la tesi fi madre natura? Alcune tribu’ indigene richiedono che il figlio maschio venga cresciuto solo dal padre, e la femmina dalla madre…la questione qui signori miei e’ tutta culturale,, ma un giorno ci arriveremo ce’ voluto del tempo per dichiarare che la terra e’ una sfera, a suo tempo era una blasfemia!

  9. 9
    justin -

    Un tempo si credeva che le donne non potessero fare gli stessi lavori degli uomini….. vagli a dire oggi a una donna di lasciare il suo lavoro! Credete ci sia molta differenza fra questo e l’altro? Dove sta madre natura adesso? Una donna puo’ fare la soldatessa o la senatrice e allo stesso tempo un’uomo e’ incapace di essere “pmadre”?? Ripeto voglio la tesi e la scienza esatta di madre natura perche’ e’ facile citarla quando fa piu comodo…. e ho detto anche tropppo.

  10. 10
    Angelo 9 -

    Concordo pienamente con cassandra8. Una famiglia perfetta non esiste, ma un figlio ha comunque bisogno del padre e della madre. Lo aveva già detto a chiare lettere Freud, lo stesso Freud divinizzato da una certa cultura ma dimenticato quando non fa comodo. Gli studi sui presunti vantaggi che un bambino riceverebbe dal vivere con genitori omosessuali sono tutti di parte, i dati vengono confrontati appositamente con quelli di famiglie in gravi condizioni economiche e non tengono conto della cronaca vera, dissimulata ad arte, che descrive una situazione ben più preoccupante.
    Consiglio a tutti un libro molto interessante che ,al di là di come la si pensi, fornisce dati ed argomentazioni precise. Lo si può scaricare da Playbooks o simili. L’autore non può venire accusato di essere un bacchettone. E’ un uomo di sinistra, separato e sposato una seconda volta, uno con esperienze vere, che non tratta la tematica in modo ideologico.

    MARIO ADINOLFI, “VOGLIO LA MAMMA. Da sinistra contro i falsi miti di progresso”

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili