Salta i links e vai al contenuto

Malessere: non amore?

Lettere scritte dall'autore  

Salve ragazzi,
sono una ragazza di 17 anni, ho un problema che mi logora e vorrei dei consigli sinceri.
Pochi giorni fa mi sono lasciata con un ragazzo dopo esserci stata per 4 mesi e mezzo.
Ci siamo lasciati di comune accordo ma con grande dolore.
Sin dall’inizio non ho mai avuto dei “batticuori” o morsi allo stomaco, comuni e tutti gli innamorati, questo scatenava in me un dubbio che mi provocava malessere che si manifestava a momenti; magari passavo una serata bellissima con lui, ma la mattina dopo, appena sveglia, avevo voglia di lasciarlo e l’impressione di non amarlo, di non voler stare con lui.
Questo è un problema che gli ho esposto sempre, dagli inizi della nostra storia, perché vedendolo affezionarsi sempre di più non volevo prenderlo in giro.
Le prime volte abbiamo risolto parlandone, dicendo di viverci senza pensare tanto, ci bastava stare bene insieme, che ci fosse affetto e stima di base (lo adoro come persona). Però dopo un po’ il malessere si ripresentava e non sapevo se questo senso di insoddisfazione fosse mio (adolescenza=confusione=pre-depressione) o a causa del non essere presa, ma starci per volerlo essere a tutti i costi perché non volevo perdermi una persona come lui, e l’idea di lasciarlo mi faceva stare male.
In tutto questo, lui dei miei momenti “no” ci stava male e così pochi giorni fa, parlando del mio ennesimo giorno no, da sua iniziativa, abbiamo deciso di farla finita per non stare male entrambi. Io ci rimango male, lui scoppia a piangere ed io vedendolo piangere scoppio ank’io (è sempre successo che vedendolo star male lo fossi pure io).
Ci diciamo che forse ci siamo incontrati in un momento sbagliato di crisi interiore, della mia vita o forse non c’è stato mai amore, non eravamo fatti l’uno per altra.
Comunque ne avremmo parlato a “mente fredda”, più in là, e ci siamo promessi di rimanere amici perché ci consideriamo speciali a vicenda e non vale la pena di perdersi di vista.
Fatto sta che ora lo penso, penso ai momenti belli insieme, ed ho una gran voglia di rivederlo. L’angoscia ancora c’è.
Forse perché apparteneva a me, forse c’è ancora perché penso che non è finita del tutto, forse ci sarà un altra occasione in futuro ed allora rifletto ancora su ciò che provo.
Forse perché ora mi manca..
Mi sento anche di friggere perché x colpa di come sono (mai stata così) mi sono persa davvero una persona che merita amore e che ne può ricambiare altrettanto.
Aiutatemi per favore…… grazie.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

2 commenti

  1. 1
    Davide -

    Ciao Valia,
    secondo me avete fatto la cosa migliore,non per perdervi di vista ma proprio per capire cosa provate l’uno per l’altro.Il rispetto e la sincerità sono alla base di ogni rapporto ricordatelo.
    Fanne oro di questi giorni,si hai capito bene.Perchè nonostante tu ci stia male,nonostante ti capiti di pensarlo è proprio in questi momenti che puoi capire veramente cosa può rappresentare questa persona per te.
    Magari coglierai certi aspetti (positivi o negativi) che non avresti mai potuto cogliere se foste stati ancora fidanzati.
    In bocca al lupo!
    Davide

  2. 2
    emy -

    ciao Valia,
    sono una ragazza di 14 anni e capisco perfettamente la tua situazione, perché il mio ragazzo mi ha lasciato per lo stesso motivo per cui tu, voi, avete deciso di lasciarvi. io solo a pencarci sto malissimo e continuo a chiedermi se posso fare qualcosa per riprendere la mia storia con questo ragazzo. puoi aiutarmi? cos’è succasso alla fine tra voi?
    grazie,
    Emy

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili