Salta i links e vai al contenuto

In malattia o ferie colleghi e dirigenti mi telefonano continuamente

Ciao a tutti, vi chiedo un consiglio su come comportarmi o a chi posso rivolgermi per questo caso continuo. Lavoro in un ente pubblico, da casa chi ha il pc puo’ leggere la propria posta del lavoro con mailweb accedendo appunto a outlook. E’ stata data la possibilità ai dipendenti appunto di vedere la posta email aziendale da casa, inserendo utente e password che si utilizza al lavoro.
Mi capita, talora, sia assente per malattia o ferie, di essere chiamata sul cellulare perchè non trovano una pratica, mi sono trovata in una situazione che aprendo la posta da casa mi son vista email: urgentissimo rispondi, dove sei, abbiamo bisogno o tanto lo so che leggi quindi rispondici, questo dai miei colleghi e dirigente.
Ogni qualvolta sono in malattia a volte spengo anche il cellulare , poi quando lo riaccendo trovo sms: ma dove sei, urgente.
Io sono un amministrativo semplice non ho responsabilità, è possibile che io sia stata obbligata a dare il mio cellulare che sta facendo il giro nelle mani di tutti gli impiegati e vengano continuamente chiamata a casa per una pratica che si vede e si trova sul mio tavolo? Ma sono obbligata io ad entrare nella posta di lavoro come se fossi effettivamente in servizio? grazie , se potete rispondermi. Ciao.

L'autore ha scritto 6 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro

10 commenti a

In malattia o ferie colleghi e dirigenti mi telefonano continuamente

  1. 1
    alemar753 -

    No che non lo sei!! Anche io lavoro perun ente pubblico..spesso mi chiamano,quando posso rispondo,quando non mi non lo faccio.E sai perche?perche non ho la reperibilita’!!tu cel hai la reperibilita’???se si devi rispondere anche da casa e ti pagano di piu.Se non cel hai arrivederci e grazie,il teef, lo riaccendo lunedi mattina appena timbro il cartellino e nessuno ti puo dire niente.

  2. 2
    ada_mian -

    No no non cè l’ho pronta reperibilità e nemmeno un cell aziendale!! Ma quando torno al lavoro non ti dico i commenti !!: cosa ci voleva a rispondere, intanto che sei in internet per fatti tuoi na sbirciatina…e poi si sono accorte che ho due cellulari e qualcuna è gia andata a dire ai dirigente ha due cellulari e siccome di uno non ho dato il numero , le colleghe hanno già spifferato ne ha due ma un numero non si sa. Una volta telefonarono persino ai miei per sapere dove ero!!!
    Io quindi non sono obbligata ok ma come far smettere a loro questi commenti e straffottenze nei miei riguardi. Non finirà mai.Peggio del mobbing.

  3. 3
    ada_mian -

    Quindi ..non mi possono dire niente?? Forse tu volevi dire non potrebbero…!!! Con i loro commenti mi entrano anche nel cervellooo!!.

  4. 4
    alemar753 -

    se non hai reperibilita’ tu non sei in dovere di rispondere!fuori dall ufficio sono …zi miei come uso i cellulari.Digli che ce ne hai 30 di cellulari e che li collezioni…allora?che c e?si mi piace collezionare cellulari.Non hanno scheda!…ma poi e’ assurdo ttto cio…sono cavoli miei che faccio nel tempo libero.Ma che gente e’ questa? nel tempo libero sto sempre a fare sesso diggli..e non sono teledipendente..il telefono l accendo e lo butto da un parte…se poi torvo telefonate d emergenza di familiari li richiamo…se siete voi colleghi siete le ultime persone sulla terra con cui vorrei parlare neltempo libero..Digli cosi!parla chiaro e mandali affanc…

  5. 5
    ada_mian -

    grazie Alemar, …mi hai fatto anche ridere in questa torturosa mia vicenda, con :”nel tempo libero sto sempre a fare sesso diggli..e non sono teledipendente..”. Gli canterò bene la prossima volta che ci provano cio’ che tu mi consigli, e’ che poi ho sempre il terrore che mi facciano di peggio. Forse mi conviene veramente sussurrando piano affa…senza nessun testimone intorno.!!

  6. 6
    dancan -

    scusa, ma invece di postare su un forum pubblico… andare dai sindacati, no? che
    almeno li ti possono dare una risposta concreta?
    comunque, dipende da te. rispondere oppure no. se sei reperibile, DEVI. se sei in
    malattia, non devi. se lo fai e dai l’abitudine, poi levargliela non è semplice. un modo
    per fermarli , ce l’hai. ogni volta che accedi da casa, aggiungi un ora di lavoro . a
    fine mese, quando non te le pagano, le contesti… poi vedi come si calmano.
    comunque, se vai dai sindacti, forse risolvi. ci sono per quello….

  7. 7
    ada_mian -

    per dancan

    i sindacati? infatti da me risolvono subito cosi: cambia posto di lavoro, cambia ufficio.bella risoluzione.

  8. 8
    dancan -

    e tu allora smetti di lavorare, quando sei in malattia. spegni il telefono, quando sei in ferie o in malattia. oppure gli chiedi di pagarti la reperibilità 24/7.

  9. 9
    John -

    Non c’è nulla di corretto nel comportamento ripetuto da parte dei tuoi colleghi e dei dirigenti; l’eccezione invece ci può stare, e lì credo sia corretto collaborare da parte tua. L’unica cosa che ti chiedo, senza farti processi preventivi, è che rapporto hai con l’assenza per malattia? Perchè mi sembra dalle tue parole che sia una cosa abbastanza ordinaria, messa quasi sullo stesso piano delle ferie. Da qui quindi forse potrebbe derivare l’atteggiamento un po’ così da parte dei colleghi. Chiedo eh.

  10. 10
    katia -

    Io ho lo stesso problema mobbing e in mutua mi chiama il mio capo…ho sentito un sindacalista e secondo lui…dovrei rispondere solo durante gli orari di reperibilità della malattia…io sono a casa per ansia e attacchi di panico…nn sono una dirigente ma un operaia…le comunicazioni nn dovrebbero esser fatte scritte?io ovviamente nn ho risposto perché essendo malata nn capisco che comunicazione deve farmi…il mio sindacalista mi ha consigliato di chiamarlo nell orario di reperibilità mutua per sapere cosa volesse…sta cosa la trovo assurda…

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili