Salta i links e vai al contenuto

Lui è sposato ed io sono un’amante

La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

2.508 commenti

Pagine: 1 2 3 4 251

  1. 11
    Laura -

    X Maurizio:
    bisogna vedere perchè non vuole seguirti, che giustificazione ti da.
    Io ritengo, rispondendo così anche a nik, che l’ AMORE si trova una sola volta nella vita e che bisogna fare di tutto perstare insieme…perchè stare lontani se questo ci fa soffrire? per chi? per dei figli che una volta cresciuti se ne vanno per la loro strada? per un/a coniuge vendicativa? nulla mi fa più male che stare lontano dal mio AMORE, nulla mi rende più infelice che saperlo lontano da me!!!
    Ho detto chi tradisce per natura perchè quelli/e che tradiscono anche con più partners contemporaneamente lo fanno per sport, c’è invece chi scopre, per molteplici cause, l’Amore dopo il matrimonio e queste se non seguono il cuore saranno solo degli infelici e trasmetteranno infelicità anche ai figli…si inganna chi ci vuole bene e i nostri sentimenti.

  2. 12
    lipsia -

    Buonasera, anche io sono “l’ amante”, o per lo meno lo sono stata (ufficialmente) fino a 15 mesi fa, poi la situazione che generava solo sofferenza si è trasformata e dopo qualche mese di silenzio, astio e desideri di vendetta, ci siamo ritrovati (non so se più per merito suo o per merito mio), c’era solo il desiderio di non perderci di non buttare via tutto ciò che ad oggi abbiamo avuto.
    Ad oggi, continuiamo a vederci, non spessissimo, ma ci sentiamo più volte al giorno, è una situazione abbastanza serena, ho smesso di disperarmi, per quello che lui non poteva e non riusciva a darmi, non ho smesso però di sentirmi sola in certi momenti, però rispetto a prima sono più allegra, non piango più.
    A lui non ho mai chiesto di lasciare la famiglia, sono sempre stata convinta (conoscendolo), che non avremmo potuto essere felici, sull’ infelicità altrui, è un luogo comune è chiaro, però credo dipenda dalla sensibilità di una persona.
    Io amavo e ho accettato questa situazione, anzi a dire la verità non ho nemmeno mai desiderato che lui venisse a stare con me e del resto lui non me lo ha mai proposto.
    Credo che ogni situazione sia soggettiva, forse alla mia età si vivono le cose un po’ più con la ragione che col sentimento, magari quando si è più giovani è diverso non lo so, (con questo non pensate che io sia una specie di patata lessa)
    Comunque oggi abbiamo una bella storia, lui è il mio mondo, è a lui che penso ancora prima di pensare a me stessa, è a lui che ho voglia di confidare le cose belle e quelle brutte, abbiamo sempre una bella complicità e un bisogno di raccontarci l’ uno all’ altra, la voglia di proteggerci, e lo capisco che mi vuole bene.
    A volte rifletto su questa strana situazione: ma non mi ci voglio addentrare troppo, per ora va bene così non ho il bisogno di trovare un altro uomo, (ci ho provato, ma non è facile eliminare il disagio che provo in queste situazioni, mi sento sempre fuori luogo, e mi chiedo: cosa ci faccio qui?, per cui evito accuratamente) e mi godo quello che ho, senza troppe domande.
    Che dire? Credo che se uno vuole una cosa la deve perseguire fino ad ottenerla, cercando magari di non far soffrire troppo altre persone (inevitabile). Però penso che anche le esperienze che uno ha alle spalle siano determinanti per certe scelte. Saluti a tutti

  3. 13
    maurizio -

    per Laura ,io l avrei seguita e ancora adesso sono sicuro che lo farei e lei che quando si è trovata davanti a due strade a scelto quella in cui già camminava perchè si è presa paura .
    poi come dici tu si trova una volta solo l amore vero ,ti dico l ultima frase dopo due anni …….aiutami a distruggerti !!!!!!!!!

  4. 14
    chillido -

    Infatti…lipsia…se uno vuole ottenere le cose..deve proseguire cercando di far soffrire meno possibile ai altri..non è facile a parte che in fondo sempre di più che soffre sei te stessa…laura dice che figli quando crescono se ne vanno…lo fanno gia prima…quando tu lasci loro padre,gridano che lo vogliono bene e dopo nemmeno se ne ricordano di chiamarlo per fare auguri di compleanno…è tutto relativo..una cosa è certa,per natura un figlio non puo darti affetto uguale come una persona estranea…e per natura ci dobbiamo appartenere a qualcuno..se non è cosi non siamo completi…lapsia io non so come ci riesci vivere con questo modo…io non ci riuscirei mai!!!…forse perche sono troppo egoista.

  5. 15
    Laura -

    vedi Maurizio, le è mancato il coraggio!!!
    Ti sarai accorto, tuo malgrado, che l’ Amore non si distrugge ma continua a vivere dentro di te e la cosa peggiore non è non riuscire a soffocarlo ma sapere che chi in futuro si avvicinerà a te non potrà avere, non potrai dargli quello che hai dato e che ancora saresti disposto a dare al tuo Amore.
    E’ lacerante!!!

  6. 16
    maurizio -

    per Laura parole sante ……ma uno merita questo ????? sei cmq una persona saggia e che capisce chi ha dei sentimenti cose non da tutti GRAZIE

  7. 17
    Laura -

    nessuno merita di soffrire, neanche il coniuge tradito, che magari se fosse lasciato, invece che vivere nella menzogna e con un marito o moglie che non l’ama, ed essere infelice avrebbe tempo e modo di rifarsi una vita,di incontrare qualcuno che l’ami veramente e che sicuramente saprebbe renderlo/a più felice.

  8. 18
    maurizio -

    volevo ringranziarti LAURA ,penso di pagare già ,,,,,,,ma forse nessuno può capirmi !!!!!!!!

  9. 19
    Laura -

    ti sbagli, ti capisco

  10. 20
    nik -

    x laura. la tua risposta questa volta la condivido al 100%,anche perche piu’ chiara e ragionata sicuramente.
    hai detto questa volta cose vere,i figli crescono infelici se nella famiglia c’e’ questa atmosfera appunto di infelicita’.

    rispondendo poi a maurizio che sicuramente e ancora innamorato ,posso dirgli solo questo:sei sicuro che lei ti ama o amava?io come detto prima lo farei (andare via con lei)solo se lei me lo chiedesse con convinzione,perche’ chiedere
    io a lei di rinunciare a tutto quello che a per me mi farebbe
    sentire egoista .forse anche lei ha ritenuto che il tuo sacrificio (intendo di lasciare la tua famiglia per lei) era troppo o forse non ha visto convinzione nella tua richiesta.
    le ragioni possono essere tantissime,e vero la ami ,ma se un giorno tu decidessi di tornare da tua moglie lei come la prenderebbe?cosa ne sarebbe di lei.e’ una cosa che va meditata e rimeditata numerose volte,vedere se i pro superano i contro ecc..ecc.

Pagine: 1 2 3 4 251

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili