Salta i links e vai al contenuto

Lettera di un diciottenne al ministro Brunetta

Caro Ministro,
sono uno studente del liceo scientifico Louis Pasteur in Roma (Monte Mario).
Fino a qualche mese fa non la conoscevo poi ho letto una sua intervista a panorama e ho iniziato ad avvicinarmi al suo “credo” e alle sue idee.
Era lo stesso periodo della morte di Gianfranco Funari ed ero molto scosso perchè lo consideravo un grande personaggio che aveva delle grandi idee ed era capace di sognare toccando però le cose della realtà.
Come tanti adolescenti che hanno bisogno di avere degli eroi che diano loro sicurezza stavo cercando qualcuno che con la sola forza dell’agire avesse la capacità di attrarre il favore della mia opinione (che ammetto non conti moltissimo…ma per me è importante).
L’ho seguita poi a Matrix qualche tempo fa e sono rimasto sveglio fino all’una di notte per sentirla spiegare egregiamente, finalmente in un linguaggio consono ad una persona che si deve rivolgere ad un pubblico chiamato “cittadini”.
Quel linguaggio che solo pochissimi dei suoi colleghi in rare occasioni si azzardano ad usare: quello dei fatti e delle proposte concrete, dove non si parla di aliquote o con altri termini finanziari che non comprendo (nè io nè il 99% ei ragazzi della mia età), ma con una dialettica di un politico-lavoratore, ma soprattutto di un uomo-lavoratore.
Questo fatto di abbassare la politica al livello dell’uso dei cittadini mi è piaciuto moltissimo e con esso anche le varie proposte che lei ha formulato o che si è attivato (nelle sue 15 ore di lavoro giornaliero) a rendere possibili.
Mi è piaciuto moltissimo quando ha parlato del “prezzo” che deve avere il settore pubblico come tangibilità della qualità del lavoro svolto.
io mi ritengo un ragazzo intelligente che segue le varie vicissitudini politiche italiane ed estere (anche degli amici americani) e trovo che alcune sue proposte, anche se come ricordato da più oppositori sono già fallite in italia od altrove, siano rivoluzionarie proprio per la modalità di applicazione molto schietta e quasi oserei dire (come si usa qui a Roma) rozze.
Questa rozzezza (non in senso offensivo come avrà sicuramente capito) è la cosa che mi piace di più proprio perchè fa capire che non servono leggi scritte da Soloni in materia (anche se lei è professore) e votate da omoni che si riempiono la bocca e la pancia di parole inutili.
Ma bastano anche le 3 cose fondamentali:
-l’idea;
-l’appoggio;
-l’applicazione

La gente lo ha capito signor Brunetta, stavolta non c’è nessun pagliaccio che è salito sul carrozzone.
La sua formazione culturale invidiabile lo ha reso credibile, ma mi creda che la cosa che piace di più a me e a quelli che mi stanno intorno e è LA RAPIDITà E L’EFFICIENZA.
Non mi metto a parlare di ogni suo progetto.
Non mi dilungherò ancora molto.
io l’appoggio ministro.
L’aiuterò.
Spiegherò ai miei amici quale grande progetto ha in mente non un politico, ma un lavoratore e uomo di buona volontà.
Farò quello che può fare uno studente diciottenne nei confronti di un brav’uomo.
è per sdebitarmi del fatto che lei è uno dei pochi che crede in questa generazione che è maledetta da tutti gli schieramenti umani ed etichettata come spazzatura.
se vorrà il mio aiuto mi contatti.
Lavorerei gratis per un progetto così “puro”.
Un QUALSIASI aiuto….un consiglio, qualcuno che scriva…..

SPERO VIVAMENTE CHE DURANTE LE 15 ORE DI LAVORO ABBIA TEMPO PER LEGGERE QUESTO PICCOLO PENSIERO.
AVREI TANTE ALTRE COSE IN MENTE MA DI QUELLO NE VORREI PARLARE MAGARI PER E-MAIL CON LEI, ANCHE SE SO CHE HO UNA POSSIBILITà SU 1000.
è LA PRIMA VOLTA CHE SCRIVO UNA LETTERA AD UN POLITICO.
ANCHE SE NON LA LEGGERà SARò CONTENTO LO STESSO

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini

18 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    alce -

    MALGOVERNO NELLA P:A:in quel di Castelraimondo serve maggiore vigilanza e controllo sul territorio.Dal febbraio 2002 l’amministrazione comunale tiene,illegittimamente demansionato,estromesso,eliminato dall’ufficio il comandante dei vv.uu;(uno dei quattro dipendenti comunali laureati,di ottima condotta morale e civile,incensurato,senza alcun procedimento penale o giudiziario a carico),sostanzialmente senza fare quasi niente,a spese del contribuente.(Vedere sentenza immediatamente esecutiva,in internet,alla voce DEMANSIONAMENTO CAMERINO)

  2. 2
    td -

    brunetta dice a matrix la politica e balorda e allora brunetta che fa il ministro quindi uomo politico quanto balordo e?

    io son sicuro che se brunetta lo minacciassero di morte diventa un agnellino

  3. 3
    Luca -

    Brunetta non è un politico, ma un ministro tecnico, scelto per la sua preparazione extrapolitica. E fin’ora sta svolgendo un lavoro egregio (opinione personale). E’ per persone come lui che ho ancora (qualche) fiducia nel nostro paese.

  4. 4
    aretha -

    Oggi ho parlato della legge Brunetta con una persona che lavora nel pubblico (in una amministrazione Comunale). Una sua collega, malata di tumore al seno, si è messa in malattia perchè il giorno dopo avrebbe dovuto cominciare la chemioterapia… recandosi in un ospedale piuttosto distante , avendo lei scelto un centro molto specializzato ad una cinquantina di chilometri dal suo paese. Ebbene, lo stesso giorno che si è messa in malattia è arrivato a casa il medico fiscale. Lei era in casa e tutto era regolare. Ma …Vi pare giusto ?
    Poi mi han detto che per la chemioterapia la legge (per fortuna!) prevede che tu possa assentarti da casa, ma solo per il periodo della terapia, cioè per andare all’ospedale. Ora io dico: Un malato di tumore, che non sta tanto bene da poter andare a lavorare, perchè non può andare a fare una passeggiata o al cinema… perchè deve chiudersi in casa ed aumentare così la sua depressione? Come può reagire positivamente alla malattia, se questa legge lo vuole rinchiudere in casa ?

    Inoltre: un’altro caso vede una signora separata , che fa fatica a tirare avanti perchè ha un figlio da mantenere e stipendio non elevato, è caduta dalla bici, si è rotta due costole, non ha voluto mettersi in malattia ed è andata al lavoro tutta dolorante , per non rimetterci lo stipendio … Ma è possibile ciò ?

  5. 5
    Lucio Folgore -

    Caro Ministro Brunetta
    Ho apprezzato tantissimo la sua crociata contro i fannulloni nella pubblica amministrazione, ma devo dire che la cultura del servizio al cittadino da noi ancora non c’é. (Put citizen first) questo era il motto di Bill Clinton quando riformò la pubblica amministrazione Americana.
    Ora ho avuto la disgrazia di subire la nostra P.A. ed esattamente l’Ama di Roma per i sevizi cimiteriali.
    Dopo aver pagato più di 1000 Euro per la cremazione di mia nonna, sono dovuto andare ramego per gli uffici AMA del Verano per ben 6 giorni di seguito facendo ore di file e senza mai che nessuno dei tanti impiegati AMA mi desse delle informazioni complete, anzi ho più volte ricevute porte in faccia da impiegati scocciati e infastiditi. Ogni volta c’era qualcosa che mancava o non andava bene, stupidi ed inutili cavilli burocratici che hanno il solo scopo di giustificare la presenza di tanti inutili impiegati. Alla fine hanno preteso che anche mia zia ormai 96enne vennisse a fare vassallaggio perché una sua delega scritta non era più sufficiente, di cosa hanno paura questi signori che mi rubi le ceneri di mia nonna?
    Insomma ho dovuto pagare, perdere un sacco di tempo e subire le angherie di questi signori per poter avere io e mia zia le ceneri di mia nonna che a rigor di logica ci spetterebbero per diritto ereditario.
    Il mio augurio caro ministro che lei voglia completare questa rivoluzione, perché per cambiare una mentalità e una cultura radicata da sempre nella nostra P.A. ci si può riuscire solo con una rivoluzione.
    Cordiali saluti
    Lucio Folgore

  6. 6
    giovanni -

    anche a me piacciono i pensieri di brunetta ma dovrebbe anche controllare nei ministeri come mai si deve aspettare anche dieci anni per ottenere una causa di servizio o telefoni nei vari uffici e non ti rispondono mai, vuoi sapere informazioni sul tuo lavoro e nessuno sa mai niente e ti mandano da un ufficio all’altro ecco cosa mi disturba tanto nell’era dell’informatica si dovrebbero avere i dati in tempo reale e spedirli come mai ci vogliono anni e anni per vedere riconosciuti i nostri diritti vorrei dirlo direttamente al ministro ma non sò come fare potete provarci voi?Grazie

  7. 7
    carlo -

    caro ministro brunetta
    sono un ragazzo di 20 anni , mi chiamo carlo e le scrivo da un paese nel crotone . spero che lei possa leggere questa mia con grande attenzione. vivo con mia mammma e il mio fratellino paolo in una grande casa ereditata . da pochi anni mia mamma si è ammalata di cancro e recentemente di carcinoma alle parti genitali.questo ha complicato la nostra vita soprattutto economica . abbiamo fatto varie finanziarie ma adesso non sappiamo cosa mangiare dei 700.oo euro mensili ne rimangono solo 150.
    siamo nella più grande disperazione , non sappiamo cosa fare e come fare.la prego di aiutarci a risolvere tutti i nostri problemi finanziari risolvendo i pagamenti delle varie finanziarie dando non solo a me ma soprattutto a mia mammma un po di felicità . conto sul suo aiuto e grazie carlo

  8. 8
    ilpresidente -

    Il comitato monti tiburtini con sede in via achille tedeschi 64d 00157 roma , e’ delusa sul comportamento delle istituzioni in quanto gli abitanti di via achille tedeschi che hanno votato e sostenuto in campagna elettorale sia il nostro simpatico silvio , e il nostro sindaco alemanno , ad oggi si vedono girare le spalle su una loro problematica dove lamentqano da anni ,l’assegnazione della casa popolare come da mozione approvata in campidoglio per la viabilita locale la fogna maranella e le piscine olimpioniche per i mondiali 2009 che ricadono sulle nostre aree espropriate ma atutto oggi gli uffici di competenza del comune di roma dopo vari tavoli e incontri dove ci facevano credere che a breve ci fosse l’assegnazione della casa popolare oggi ci rimane solo un pugno di mosche in mano , perche dopo che il dott.panariello il quale comunicava telefonicamente al dott.potasso ex presidente del comitato monti tiburtini presidente del circolo pdl casal bruciato e oggi anche grazie a noi consigliere al municipio roma 5, che avevano recuperato le case a pietralata e tenersi pronti al trasferimento, poi invece ci ha ridetto che non erano case ma residence, proposta rifiutata, lucarelli che si doveva interessare all’assegnazione anche li silenzio marra prima ci invita presso il suo ufficio e poi che ci chiama i carabinieri per allontanarci alla nostro rifiuto di residence , viggiano ci chiama presso il suo ufficio, dicendoci che non trovava la documentazione dei cittadini di via achille tedeschi lasciata dalla vecchia giunta , poi successivamente ci parla delle case di risulta vista la mozione informandoci che quando ci sara’ il trasferimento , dobbiamo essere pronti all’immediato trasloco ,immagginate i cittadini da subito con i bagagli pronti e poi dopo anche li a loro dire avevamo capito male,fare e disfare le valigge , successivamente parlano con action il movimento che ci sta seguendo e gli dicono che stanno facendo una delibera dirigenziale , continua…

  9. 9
    il presidente -

    Continua….dopo di che ci comunicano che nessuno aveva detto questo, visconti delegato alla casa in campidoglio forze l’unica persona che e’ stata chiara da subito dicendo all’assessore ghera e al dott viggiano marra in una telefonata dove noi assistevamo visto che eravamo in visita al campidoglio con il comitato monti tiburtini e andrea alzetta action “li bisogna assegnare le case e abbattere tutto in modo di non rischiare nuove occupazioni e non ha mai parlato di residence ma di case visto l’urgenza per la viabilita’ locale che ricade nelle eree espropiate dove risiedono sei nuclei famigliari e come da documentazione fotografica abbiamo fatto vedere le nostre condizioni igienico sanitarie doivute hai numerosi cantieri limitrofi alle nostre spalle compreso quello della fogna che da li escono liquami male odoranti e ratti che mettono in pericolo la salute dei cittadini residenti ” abbiamo raccontato una parte del calvario che stanno attraversando i cittadini che vi hanno sostenuto,l’ultima scossa l’abbiamo avuta ieri in data 16 giugno 2009 dove si presentavano presso le nostre case la polizia municipale che rilevava le persone che ci abitano realmente l’ufficio progetti metropolitani ufficio politiche abitative , ministero delle infrastrutture , consiglieri e delegatio del municipio 5, ancora proposte di residence rifiutate , noi andremo via di qui solo se in cambio della nostra casa avremmo una casa popolare niente soluzioni temporanee (residence)dove era presente anche la ditta incaricata a pulire ma come il solito dopo aver pulito un pezzo di terra a via dei cereali gia oggi non c’e’ piu e il nostro problema di igiene e’ sempre qui.
    Visto che anni e anni denunciamo la mancata risoluzione del problema e oggi a due passi dai lavori volete accontentarci con un residence , non stiamo chiedendo elemosina ,ma un diritto vi preghiamo di rispettare la nostra dignita visto che da anni dobbiamo dire grazie al campo sportivo se abbiamo acqua per vivere !!!

  10. 10
    comitatomontitiburtini -

    al comune di roma sono tutti uguali detsra sinistra e centro sono li solo per il potere e la poltrona !!!guardate come vivono quei poracci di via achille tedeschi a Roma la capitale in una monezza !! nel degrado piu assoluto!!! parliamo di pietralata dove tra poco tempo i cittadini verranno sbattutti in mezzo alla strada dove da anni denunciano le istituzioni assenti alla loro problematica visto che sulle loro aree espropriate dal comune per realizzare lo scandalo delle piscine olimpioniche dei mondiali 2009 intervenite e dateje casa

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili