Salta i links e vai al contenuto

Le ho dato tutto e lei se ne va

  

Quasi 3 anni fa vado in vacanza a 1000 km da casa, la conosco, mi piace subito e grazie tante è splendida. Un paio di baci e torno a casa. Ci sentiamo, io mi sono preso una sbandata per lei, lei vorrebbe rivedermi, dopo un mese prendo l’aereo e vado da lei. Facciamo l’amore. Nasce un rapporto a distanza, perché io dopo un altro mese vado di nuovo da lei. Dopo un altro mese, lei viene da me, conosce mia madre. Ci vediamo ancora e finalmente in estate stiamo insieme per 2 settimane di seguito. Continuiamo a vederci, ma io la voglio vedere spesso e non posso ingrassare le compagnie aeree in questo modo. Quando vado da lei a Natale, le propongo di trasferirsi da me e andare a convivere. Ormai siamo insieme da quasi un anno, e poi lei non ha un lavoro fisso, lavora saltuariamente. Mi dice di sì, ma poi ci mette 3 mesi ad arrivare. So che non è facile lasciare casa, cari e amici e trasferirsi in una grande città nella quale conosci solo il fidanzato, però… Ad ogni modo il giorno in cui è arrivata è stato il più bello della mia vita. Passano 4 mesi, io la riempio di attenzioni, cene fuori, regali, la tratto in modo galante, l’aiuto in casa, i miei amici la accolgono con tutti gli onori (e lei li tratta male, è sgarbata e indifferente e non ce n’è uno che le vada a genio), e lei mi dice “devo tornare a casa, il mio padre adottivo sta male, è anziano e solo”. Parte in tutta fretta. Ci sentiamo tutti i giorni, ma passano delle settimane. Vado a trovarla senza avvisarla, è contenta, le cose stanno come me le ha raccontate, ma torno da solo, lei rimane là finchè non ci sono miglioramenti. Io cerco di capire, mi rendo conto che per una ragazza orfana cresciuta in istituto, quest’uomo deve essere una specie di padre, però io non conto niente? Sta via per mesi, alla fine quando mi stavo rassegnando all’idea di lasciarla, mi chiama per dirmi che quest’uomo si è ripreso a sufficienza e che se la sente di tornare da me. Passano 3 mesi, lei lavora come una matta come cameriera in discoteca e fa un sacco di mance perché è bella, ho visto con i miei occhi clienti che le lasciano anche 20 Euro per fare quelli coi soldi, però mi dice “finalmente posso sistemarmi i denti, però me li faccio a casa mia, ché quasi la metà rispetto a qua”. Ma per la miseria! Ma piuttosto dimmi “vado un mese a casa ché sento nostalgia e già che ci sono mi sistemo i denti”, così invece mi sento preso in giro!!! E poi già lo so che non starà via un mese, ma starà via almeno 2. Le ho detto “per me tu non torni ma non me lo vuoi dire”. Giura che non è così. Parte, ci sentiamo tutti i giorni, ma secondo me sto sbagliando, non ci tiene abbastanza a me. Che cosa devo fare? Mi devo fidare di lei o la devo chiamare per dirle di non tornare e che è finita? Io la amo, l’idea di lasciarla mi fa stare male.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

27 commenti a

Le ho dato tutto e lei se ne va

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    IO -

    potresti gentilmente scrivere dove vivi tu e dove vive lei?

  2. 2
    Andrea74 -

    Tornerà anche, ma il sospetto, come ammetti tu per primo, che non ci tenga molto a te.. è un sospetto fondato.

    E poi dici bene ad un certo punto quando hai l’impressione che ti pigli in giro. ‘Sta ragazza ha il diritto di avere nostalgia di casa e di starci quanto le pare, non puoi costringerla a rimanere se non vuole, però deve parlar chiaro e non deve dirti che va a casa sua perché costa meno il dentista!

    Parli di 1000 Km, quindi immagino che se parla di dentisti che costano meno, sarà tipo siciliana o pugliese. La capisco, ho tanti amici e colleghi che appena possono scappano da Milano e rimangono con la famiglia d’origine il più a lungo possibile. Se dicesse “guarda ho troppa nostalgia, fammi stare là un po’, tanto lo sai che torno” sarebbe più sincera e forse potrei anche accettare l’idea che starai via a lungo, ma così.. con ‘ste scuse del cavolo…

  3. 3
    Andrea -

    Luca ti sei imbarcato in una storia a distanza e pertanto avresti forse dovuto immaginare che sarebbe stata dura. Il problema è che tu la vorresti tenere in una teca di vetro tutta per te, mentre il suo mondo non è il tuo, le sue radici sono diverse dalla tue. Questo dovresti riuscire ad accettarlo, mentre mi sembra che tu la stia prendendo in una maniera un pò infantile. Se a te proponessero un identico lavoro, con la stessa retribuzione, ma dove vive lei, lasceresti affetti e amicizie per trasferirti definitivamente da lei? Puoi anche rispondere di si, ma penso che dopo qualche mese sentiresti la mancanza del tuo ambiente e quanto meno avresti voglia di tornarci per un pò.

  4. 4
    elisabetta -

    “Passano 4 mesi, io la riempio di attenzioni, cene fuori, regali, la tratto in modo galante, l’aiuto in casa, i miei amici la accolgono con tutti gli onori (e lei li tratta male, è sgarbata e indifferente e non ce n’è uno che le vada a genio)…”

    E’ palese il disequilibrio con cui siete partiti!

    Lei è meno coinvolta di te e quindi è avanti.. e quindi più forte!
    Tu sei piu coinvolto di lei e quindi (le) sei dietro .. e quindi più debole!!

    Io non conosco nè te nè lei e non posso giudicare, ma posso dirti che di casi cosi ne ho visti tanti, anche io sono stata nella tua situazione, e alla lunga se non se ne parla in tempo fanno solo soffire…chi è dietro ovviamente!!!

    Ddal di fuori sembrerebbe che lei ti ha in pugno..e la cosa non mi piace affatto!!! Ma ripeto, non posso dire molto, prova a parlarle.. che ne dici???

    Cmq vedo molta superficialità….

  5. 5
    Razionalità. -

    Razionalità, ci vuole razionalità. Ma perchè ti devi fare mille pippe mentali? diavolo separarvi ogni tanto non è una tragedia, ogni tanto star con il proprio io non fa altro che bene. Vive lontano a quanto pare, viene da te, e ti accontenta, e ti lamenti pure se vuole andarsi a rifarsi i denti? Magari fosserò questi i problemi della vita… e te lo dice uno di 21 anni.

  6. 6
    elisabetta -

    ANDREA:
    “Se a te proponessero un identico lavoro, con la stessa retribuzione, ma dove vive lei, lasceresti affetti e amicizie per trasferirti definitivamente da lei? ”

    Caro Andrea, per amore l’ho fatto anche io, quindi è una coa fattibilissima e ad un certo punto della tua vita, a meno che tu non si sia un/una perfetto/a mammone/a che vuole la colazione già bell’e pronta pronta, devi pur staccarti dalla famiglia e prendere in mano la tua vita!

    Io l’ho fatto 6 anni fa per amore… che poi abbia preso delle legnate nei denti integrate con del ferro spinato, o se preferisci, ricevuto manganellate sul cuore…beh è un altro paio di maniche.
    Ora mi ritrovo sola in una città come Mi, ma io so adattarmi facilmente ovunque vada, è nella mia natura, vado avanti anche senza di lui!

  7. 7
    Andrea -

    Elisabetta certo che sono cose fattibilissime, c’è gente che cambia anche continente per amore o per lavoro. Quello che volevo dire è che non tutti siamo uguali, io ad esempio difficilmente riuscirei a farlo, quantomeno perchè poi se le cose dovessero andare male, probabilmente coverei del risentimento verso chi mi ha fatto compiere tale passo.
    E’ carattere..non si può pretendere che l’altra si adatti perfettamente al nostro stile di vita.

  8. 8
    Luca_73 -

    @IO: Torino io, Romania lei

    @Andrea74: bravo, se fosse più trasparente e non tentasse di nascondere la legittima, bada bene, legittima nostalgia di casa, la prenderei diversamente

    @Andrea: in una maniera un pò infantile? Può darsi, sono molto preso ed evidentemente insicuro, ti assicuro però che sono in buona fede, non mi comporto così per fare i capricci

    @Elisabetta: lei ti ha in pugno… è la frase che temevo di sentirmi dire e che speravo di non sentirmi dire. E nei primissimi commenti è già arrivata. Mumble mumble…

    @Razionalità: ti lamenti pure se vuole andarsi a rifarsi i denti? Dipende da quanto dureranno, ste cure ai denti..

    @Tutti: ok sto facendo tesoro dei vostri pareri, però al mio posto quanto sareste disposti ad aspettare? L’altra volta ho atteso per mesi, ho portato pazienza, non ho pestato i piedi come un bambino, sono andato avanti con la mia vita dandole fiducia e aspettandola.

  9. 9
    elisabetta -

    @Luca_73:

    Rumena…ecco qua, io non volevo dirlo, ma l’avevo sospettato!!!

    Per esperienza ti consiglio di stare attento!

  10. 10
    Luca_73 -

    Elisabetta non volevo scrivere la nazionalità per evitare luoghi comuni come il tuo. Basta dire che non è italiana e cambia tutto. Assurdo.. va bene dai, è chiaro che da questo momento in poi leggerai il resto della discussione con le lenti filtrate.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili