Salta i links e vai al contenuto

Mi ha lasciato in lacrime

Lettere scritte dall'autore  

Buonasera a tutti!
È la prima volta che scrivo in un forum, quindi siate clementi.
Vi scrivo per dirvi probabilmente cose vecchie con il vestito nuovo.
Ho 30 anni e da 4 stavo con un ragazzo di 26 anni. (mai sentita la differenza di età) .
Da un mese a sta parte era diventato un po’ distante ma io imputavo tutto ciò a piccole cose, poi 15 giorni fa mi dice che non sa più cosa prova e che vuole riflettere.. finale ovvio.. passano 15 giorni e mi dice che non è più innamorato di me.
Allora con lui sono stati anni fantastici un amore immenso totale, mi sentivo totalmente amata.. mi ha supportato reso felice e mi ha fatto vivere.
Insomma avete presente quando dite…. stavolta è per sempre?
Ora potete capire come sto: ho perso 7kg, non dormo penso continuamente 24ore su 24 a lui.
Non riesco ad accettarlo ancora e ad andare avanti.
Mi sforzo ed esco ma mi fa strano non averlo più con me.. mi manca tantissimo.. e piango piango.
Lui mi ha lasciato sabato in lacrime dicendo che comunque io avrò sempre un posto nel suo cuore e che ci sarà sempre che spera che non sia finito tutto qui.. amicizia ovviamente.!
Insomma non mi capacito..
È tre giorni che lo chiamo per farlo ragionare.. so che non serve a niente.
So che devo pensare a me stessa.
Secondo voi cosa devo fare??
Secondo voi il silenzio può eventualmente fargli capire cos’ha perso??
Vi è mai capitato che è tornato?? o me la sto raccontando.
Grazie

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

9 commenti

  1. 1
    gabry -

    mai letto di una storia cosi uguale alla mia con la sola differenza che io ho 37 anni lui 27. anche lui mi ha mollato con un sms “non ti amo piu”. come sto a distanza di quasi tre mesi? ho finito adesso di piangere guardando una nostra foto.

  2. 2
    rhasya -

    bisogna leggere prima il commento tre se no non ha senso,dopo il 2,un errore di pubblicazione mia!spero che ci sia la pazienza nel leggere lo scritto,mi sono dilungat e qualche volte posso sembrare un agglomerato di cinismo e poco tatto,ma così non è,mi limito a esprimere una mia opinione e se posso offendere,porgo in anticipo le mie più sentite scuse e ancora prima,perchè tendo a rivolgermi alla situazione della persona in questione,quindi il guardare da fuori,non di certo nel giudicare la persona nelle situazioni

  3. 3
    rhasya -

    In questa situazione è molto rischioso caderci,specialmente se le persone coinvolte nel rapporto,non hanno presente a pieno cosa vuole dire Impegnarsi con un’altra persona;il caso vuole che sempre più spesso si senta raccontare di queste tragedie quotidiane,perchè sono delle vere e proprie tragedie. allora,non resta che comportarsi in due modi: 1 tu,ragazza trentenne,continui a piangerti addosso,bombardandoti la testa di centinai di interrogativi,escogitando tutte le maniere possibili per farlo “ragionare” e perchè si accorga dello sbaglio che ha fatto,( questa è una sciocchezza grandissima che si fa quando si è disperati,perchè stai sicura che a far ragionare una persona su una questione dove la ragione centra ben poco,è un tantino un fallimento.anche perchè poi si sente messo al muro e se lui vuole mantenere un rapporto con te,questo tuo atteggiamento potrebbe fargli cambiare idea).Non c’è bisogno che tu gli ricordi i momenti passati,lui li conosce e non li ha di certo dimenticati,questo lo dico perchè quando finisce una storia di amore,a soffrire si è entrambi,di qualsiasi sia la “colpa”;quindi tu,dovresti provare a cambiare totalmente atteggiamento e come,qui entra il secondo punto:2smettila di fare l’egocentrica egoista! si si,è proprio di questo che tratta l’argomento. fino ad ora,ti sei limitata di assecondare il tuo dolore,ora sei convinta che chiunque debba giustificare eventuali colpi di scena,perchè tu sei quella che soffre e quindi va capìta..,che lui probabilmente da “amore”è passato a “pensa te quello str”,..etc etc,l’elenco di autocommiserazione sarebbe lungo. e tutto questo non potrà dare niente di buono. fai una cosa,rifletti. prima di tutto rifletti,in modo lucido e non in lacrime,a come stai tu.come ti senti,al di fuori della tua tragedia?smetti per un attimo di pensare che stai soffrendo per lui,invece associa questo tuo dolore a qualcosa di altro,anche se per un breve istante. penserai che sto parlando a vanvera,ma no,cara.questo faticosissimo esercizio mentale,ci aiuta,pur se per un breve istante,che se allontaniamo l’oggetto dal dolore,e quindi separandoli,si noterà che solo il più forte rimane,cioè il dolore.perchè dico questo..il dolore è fonte di ogni sofferenza,la quale è provocata dal desiderio,dalla competizione e non in ultimo caso,dall’Attaccamento.si,l’attaccamento alle persone,alle cose,il dire mio,sei mio,non puoi lasciarmi,sono frasi di una persona che è tremendamente attaccata all’altra persona.e sai cosa c’è di male?

  4. 4
    alisea -

    carissima,
    a me quest’estate è successa la stessa identica cosa. dopo 5 anni, dopo un amore intenso, vero, totale, all’improvviso lo sento distante, mi sembra un pò perso, io mi impaurisco ma intanto cerco di dare la colpa ad altre cose (tipo: vabbè è estate…molti suoi amici sn diventati single…si vuole un pò divertire ecc)…qnd all’improvviso mi salta su dicendomi che non sa più quello che prova, che ha bisogno di tempo per riflettere e capire se può stare senza di me o no.
    Io, a quel punto, mi sn eclissata, sn sparita, non m sn fatta più sentire…perchè subito subito lo avevo pregato, ma poi mi sn immediatamente resa conto che non serviva nulla, anzi, dopo stavo ancora peggio.
    Ho passato un periodo davvero brutto, pensa che lasciavo il mio cellulare ad altri perchè non volevo cadere in tentazione, piangevo al lavoro…insomma panico.
    Poi piano piano…molto piano…ho inziato a riprendermi. Se vuoi un consiglio, ma è solo un consiglio quindi prendilo come tale, non ti fare sentire. deve capire che ti sta perdendo…perchè se sa di averti li, allora non riuscirà mai a ragionare lucidamente, m solo come uno che ha il potere in pugno. tanto non ci perdi nulla…arrivata a questo punto l’hai già perso, quindi tentare la strada del silenzio male non fa.
    ps la mia storia è finita che lui è tornato…ma, ovviamente, la fiducia va ricostruita. ci stiamo lavorando, ci sto lavorando. non è facile. anche qnd torna, ti assicuro che non è facile.
    buona fortuna!

  5. 5
    rhasya -

    chè quando il rapporto finisce,ci si sente soli e distrutti,come se ogni ragione di vita fosse finita con quella frase.allora tu devi avere le palle di imparare a tirar fuori te stessa,non piangere,no,non ti aiuta,anzi ti fa scendere ancora più giù.bisogna sapersi affidare alle persone che ci amano,davvero,non le persone che ti dicono “si poverina,quanto mi dispiace,so cosa vuol dire,che str questi uomini”. NO Non sono gli uomini a essere str!magari la str lo sei stata tu per tutte quelle volte che non sei stata abbastanza attenta,magari a una cosa che solo a lui poteva fregare,magari per quelle volte che non hai compreso cio che lui voleva intendere,per il semplice fatto che lo hai azzittito per far valere la tua di ragione,magari per quelle volte che,invece,lui non ha sentito quell’Affetto incondizionato dell’amore e che quindi,consapevole di ciò che è bene per lui,ha preferito allontanarsi.i motivi possono essere infiniti,non è la banalità a far finire i rapporti,ma rancori nascosti,da cose covate e superate per paura che potesse tremare la terra.scusa,mi permetto di parlarti così,non conoscendo te e la tua storia,non prenderla come una che scrive tanto per giudicare,scrivo in base alle cose che ho provato io,per esperienza di un percorso interiore,la meditazione e tutti gli impegni che ne conseguono e posso dire,che questo messaggio è rivolto a chiunque,a me per prima,perchè sbagliare con noi stessi e far finta di niente è la peggior cosa,non si vive,non si provano veri sentimenti,se non quelli per rimanere nel quotidiano vivere.e questa tua storia è all’ordine del giorno perchè le persone,noi persone,siamo così presi da cose superfle che perdiamo di vista il vero significato di noi stessi e della nostra esistenza. allora,tu,accogli il tuo dolore,sentilo,non trattenerlo e ascoltalo,senti che arriva al suo culmine e poi cala.solo così puoi percepire questo momento come fonte di rinascita,come punto per dedicarti a te.e dedicarti a te,ovvio per te,significare pensare a lui.ebbene fallo,ma se devi stare di fronte a lui,guardalo con dolcezza e ascoltalo,solo se ti concedi a lui come persona gentile e disponibile,senza legame di brama,allora potrai vederlo nella sua vera essenza e allora forse,sorriderai di cose che prima ignoravi.spero di cuore che questo possa in qualche modo aiutarti,magari dirai ma chi è

  6. 6
    amica76 -

    Rhasya fantastica!!!!!! ragazze, ho passato come voi la stessa cosa. LAsciata 3 mesi e mezzo fa…sapevo che oramai eravamo agli sgoccioli ma facevo finta di niente. QUante volte sono stata superficiale, egoista ed egocentrica, ho vissuto l’amore IMMATURO, quello del voler avere senza semplicemente solo dare! Anche io ho pianto e ho fatto la vittima, ora basta! come dice Rhasya guardiamo in faccia la realtà, usiamo questo momento per capire i nostri limiti e migliroarci, crescere, evolverci come persone! Tutto questo dolore che ho vissuto e vivo ogni giorno non possono sprecarlo, lo dobbiamo usare per crescere ad amare noi stesse! si care mie perchè parte tutto da lì! Basta il dipendere da una parola, un gesto non fatto o uno sguardo frainteso! Solo se siamo serene con noi stesse allora saremo in grado di DARE e tutto poi verrà di conseguienza! L’unica mia paura? Spero che la vita mi possa porre sulla strada una persona con cui poter essere questa nuova me, vorrei ancora un’altra possibilità, altre possibilità per amare! perchè adesso, per al prima volta forse, a 34 anni, sento che sto amando me stessa!!!!! In bocca al lupo ragazze e forza, è l’unica vita che abbiamo! Dobbiamo proseguire nel nostro percorso PERSONALE!

  7. 7
    Lilly -

    Ciao a tutte,scusate se mi intrometto ma sinceramente pensavo di essere l’unica a cui fosse capitata una cosa come questa. Non di essere lasciata, quello succede purtroppo, è il modus operandi che mi spaventa. è la prima volta che scrivo, spero vorrete ascoltare anche me, probabilmente è più uno sfogo piuttosto che la richiesta di consigli perchè, per quanto mi renda conto che siano giustissimi, io proprio non riesco a metterli in pratica. Il ragazzo con cui stavo da più di 10 anni mi ha lasciata dopo la fatidica “pausa di riflessione” che, da come ho scoperto qui, non è altro che l’anticamera dell’addio. Me l’ha detto, anzi, in realtà l’ha fatto dire a me, per telefono. Dopo un mese e mezzo di telefonate in cui mi ha sempre detto “vedremo, ragioneremo, parleremo, sentiremo” mi ha detto “in questo momento preferisco stare da solo”. Mi ha detto che un’altra non ce l’ha…ma a questo punto ci credo poco. La mia vita è ferma da 2 mesi a questa parte, ho perso 10 kg, di dormire non se ne parla e quelle poche ore che dormo sono assediata dagli incubi, da lui. Sogno un bambino, forse quel bambino a cui ho rinunciato per lui, o forse è solo il senso di colpa che riaffiora…non so….
    So solo che non esistono modi belli per lasciare una persona, ma a 34 anni penso che un po’ di maturità sia necessaria. Forse quello che mi ha lasciata più di sasso è stata la mancanza di rispetto nei miei confronti, non avermi voluta guardare negli occhi. Io a questa persona ho dato tutto, e forse anche di più, e lui non ha avuto neanche l’accortezza, la responsabilità, la dignità di dirmelo in faccia. Sarei stata male ugualmente, ma avrei rispettato la sua scelta senza perdere la stima nei suoi confronti. In questo modo invece, dopo 10 anni, per telefono, senza una motivazione chiara..bho..non so che dire. Una storia tutto sommato intensa e bella, finita nel cesso in modo ignobile..cosa succede alle persone dal giorno alla notte? Mi ha chiamata “amore” e “piccolina” fino all’ultimo…altra mancanza di rispetto, non chiamarmi amore se non vuoi più che io lo sia…ormai è quasi un mese che non lo sento, io non l’ho più cercato. A uscire con altri uomini ho provato…ma gli uomini lo sentono che non hai il cuore libero, non è giusto far perder tempo alle persone.
    Scusatemi, è brutto sentirsi così sbagliati e terribile sentirsi abbandonati da una persona che solo il giorno prima faceva l’amore con te..e tu pensavi che proprio di amore si trattasse..scusate ancora…

  8. 8
    Andry -

    Vorrei anche io seguire i vosti consiglio solo che sono ancora piccola.. ho 18 anni e sono stata insieme a un ragazzo meraviglioso inizialmente che mi faceva sempre battere il cuore…piano piano lo vidi cambiare e ora dopo 3 anni ho visto un cambiamento enorme in lui… si fa troppo influenzare dai suoi amici, si fa influenzare su cose negative come droga e alcol quindi gli ho detto che secondo me stava sbagliando e che a me dava fastidio il suo nuovo modo di comportarsi. Non era la persona di cui mi ero innamorata. E’ arrivato il momento in cui mi ha detto di voler partire con questi due ragazzi uno peggio dell’altro in un paese che è noto per le brave donne che si trovano su tutte le strade… Uno dei suoi amici “ne fa sempre uso” di queste donne.. l’altro fa uso di altre sostanze…sostanze leggere ma comunque droga. Gli ho detto che mi fa male..soffrirei a saperlo li a rovinarsi la vita..soprattutto perchè io per lui ho lasciato tutto..lo baglio più grande che ho fatto. Ho perso tutte le mie amiche e ora mi ritrovo sola..davvero sola. Non so neanche con chi sfogarmi tanto che vado a sfogarmi su siti internet. Per lui ho anche continuato a frequentare questo suo gruppo di amici per farlo felice ma lui non lo trova giusto.. non trova giusto ke se io soffro lui non debba partire quindi abbiamo litigato. Ora ci siamo lasciati perchè da quanto ho capito lui vuole un altro dipo di relazione, il contrario di quello che posso dargli io e ho deciso che sia meglio così x lui.. almeno è libero di fare ciò che vuole. Sono solo 4 giorni che si siamo lasciati ma non riesco a chiudere occhio neanche un minuto e piango solo. Sono sola non ho con chi parlare a parte mia madre la quale mi ha sempre odiata, ma da quando mi ha visto in che modo mi sono ridotta la lasciato anche il lavoro per stare con me. Vorrei almeno che lui mi cercasse anche un solo “ciao”.. o “vaffa***” andrebbe bn.. vorrei che capisse quanto ho fatto per lui e quanto potrei ancora fare.. perchè invece non fa altro che pensare a divertirsi questi giorni? si da alla pazza gioia mentre sa ke io sto sola dato ke nn ho nessuno. Potrebbe almeno venire qui per chiarire.. anche solo 5 minuti vorrei che per una volta fosse lui a cercarmi e lasciare da parte l’orgoglio. Una donna ha bisogno di sentirsi amata, protteta, unica.. Io ormai sono anni che non mi sento più così. E’ possibile che in soli 4 giorni sia dimagrita 3 kg e mezzo? non riesco a mangiare nulla..ho le occhiaie che non riesco neanche a leggere ciò che scrivo e non faccio che piangere… Che dovrei fare? Lo devo comunque cercare io? Anche se è lui a voler partire..il motivo della nostra litigata..Vi prego capite, non voglio ke nn parta..solo non è lka compagnia giusta xk lui è facilmente influenzabile, cercate di immaginarvi 3 ragazzi uno che va con le donnacce.. uno che usa droghe, beve e va x i peggio locali e il mio fidanzato.. non credo che lui resti a guardarli.E questa cosa fa male.. Rispondetemi se vi va.. Non so che fare!Grazie

  9. 9
    valeria -

    Salve a tutti vi scrivo qua perche mi sente tremendamente sola.. Ho solp 18anni ma una situazione familiare disastrosa ora abito praticamente da sola…il mio ragazzo quei otto mesi fa mi aveva conosciuta proprip cosi… Piena di insicurezze.. Di paura… Non avevo fiducia in nessuno e per ben 5mesi ha insistito con ogni carineria possibile per avere la possibilita di cominciare qualcosa con me… Bene… Ho iniziato ad amarlo alla follia e mi ritrovo oggi solp cpme all inizio perche dice che ha confusione su quello che puo darmi che e troppo poco rispetto a quel he provo io… Dice di essere in difficolta e vuole chiudere qua… Io non mangio da 4giorni.. Non mi alzo dal letto… Ho cpntinui atacchi di panico e l unica liberazione da questa vita che mi pprta a soffrire e solo addormentarmi e non svegliarmi piu… Aiutatemi

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili