Salta i links e vai al contenuto

Lasciato da due mesi, rottura definitiva da una settimana

Salve a tutti. Avrei bisogno di conforto e pareri. Ho iniziato ad avere un declino della relazione con la mia ex circa due mesi fa, dopo un rapporto di amore durato 5 mesi, dopo averla corteggiata 1 anno e mezzo, e con un rapporto della durata di 7 anni complessivi (amici di scuola). La rottura definitiva è avvenuta da una settimana. Stanotte ho avuto conferma dei dubbi negativi di cui avevo preso atto. Mi ferma una mia amica e mi fa ‘Fra ho visto la tua ex con un altro ragazzo al centro commerciale, ma stavano camminando soltanto, non avevano comportamenti intimi, ti posso garantire che era lei perché abbiamo fatto faccia a faccia.’ Non mi sono alterato quando l’ho saputo ma ho soltanto avuto conferma di ciò che avevo creato nella mia testa. La rottura inizia due mesi circa, verso la metà di Aprile per vari litigi futili, sia da parte mia che da parte sua. C’è stato un litigio forte, a Bologna per dei documenti che lei aveva lasciato sull’autobus, di magistrale importanza. Li però chiarimmo e andammo avanti. Come al solito quando ho iniziato ad avere i primi segnali, ho iniziato ad essere pressante. Ma sia chiaro, l’ho fatto da persona innamorata. Sentendoci le ultime volte, lei non mi ha negato di aver avuto le sue conoscenze e di essere andata avanti. Da parte sua indifferenza totale, su tutto, anche sul fatto di essere andato a Bologna da lei più volte (studia fuori) con dei sacrifici enormi. Dopo 100 mila gesti. Dopo aver sopportato di tutto, anche frequentazioni con altri, nonostante io le stessi sempre dietro, nell’arco dell’anno e mezzo di frequentazione, ha cancellato via ogni cosa dei 7 anni, come se fosse niente. Ieri inoltre ho scoperto che ha anche cancellato il mio numero (quello di mia madre invece no). Negli ultimi messaggi, è svanita ogni cosa. Mi ha umiliato, mi ha trattato con freddezza, e con questo altro ragazzo non si fa vedere per strada, frequenta sempre luoghi esterni da quanto ho capito. Inoltre dopo avermi scaricato totalmente, e dicendo di avere la coscienza pulita ha evitato in tutti i modi il confronto. Mi ha fatto ‘aspettare’ soltanto per togliermi davanti, una volta che andai a parlare da lei per chiederle scusa e portarle una rosa, in segno di amore e umiltà. Niente. Lo zero assoluto. Vorrei sapere un esperienza simile, qualcuno ha qualche parere, pensate che possa pentirsi di un comportamento così aspro, freddo e menefreghista un domani, capendo di aver perso una persona che l’amava soltanto? E che le ha dato tutto quando non aveva niente? Sia chiaro. Io ho fatto tutto col cuore. Non ho mai preteso niente. E ho accettato anche quest’altra frequentazione, l’ho presa alla leggera. Perché peggio di così non può andare. Pareri, esperienze, consigli su come comportarsi? Non sto male, ma sono molto deluso. 

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

14 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Maestoso -

    Francesco ti voglio insegnare una cosa: il modus operandi femminile è sempre lo stesso. Prima lo capisci, prima imparerai a fottertene.
    Le donne al giorno d’oggi hanno scelta, tanta scelta di maschi pronti a soddisfare ogni minimo desiderio. Hanno la coda, e sono loro che comandano le danze; è un dato di fatto e bisogna accettarlo. Ti dicevo che il modus operandi è sempre lo stesso; finchè stanno bene con te dura, quando sentono le farfalle per un altro tu diventi un lombrico. Non conti più nulla, devi solo toglierti dalle palle. Ti inizieranno a dire che sei diverso, che sei cambiato, ad essere fredde con te. In realtà nella loro mente la storia è già chiusa; l’unica cosa che aspettano è che tu ti tolga dalle palle e alla svelta.
    Se leggi la mia lettera scritta tempo fa ed altre mille su questo sito sono tutte uguali: il risultato è che chi ha scelta comanda le danze, gli altri subiscono le decisioni.
    Impara ad essere più razionale ed egoista, ad essere più distaccato.

  2. 2
    Maldamore -

    Francesco, ha senso continuare
    a pensare a una storia così e cioè a una
    che di te ormai se ne frega?
    Se ha cancellato il tuo numero poi non c’è speranza, di solito se hanno dubbi lo tengono (non si sa mai), quindi ha già trovato un altro.
    Prendila come esperienza che ti aiuta a crescere
    e vai avanti.
    Di donne ce ne sono tante e anche meglio della tua ex stai tranquillo.
    poi quando le cose partono da un’amicizia di lunga data si portano problemi.
    Non fare più lo zerbino, se interessi a una donna
    Sarà lei a farsi avanti, devi solo cogliere i segnali.

  3. 3
    Francescox98 -

    Ho capito. Dal fatto che da me ha ricevuto il mondo, un domani maturando potrebbe pentirsene? Anche rimanendo sola, ci sarebbe possibilità di ritorno?

  4. 4
    Rossella -

    Nella vita dobbiamo essere preparati a perdere ogni consolazione sensibile. Questo si vede quando una persona di famiglia che frequentavi con fervore, e non per puro dovere, una misura, quella del dovere, che non ci dovrebbe scandalizzare, si sposa con un personaggio che gode di una certa fama perché è stato impegnato in politica, si occupa di agricoltura, turismo e parallelamente svolge una professione. Una volta avrei potuto dire a 50 anni scegli di continuare a “trattarla”, come si diceva in gergo,perché la tua vita era finita e vivevi on una dimensione più bella, quella del cuore, senza frustrazioni, ma oggi che la vita comincia a tutte le età figuriamoci se una ragazza di 16 anni potrebbe conservare lo stesso fervore. Non io, ma il pastore, in veste di guida spirituale, dovrebbe, non dico esaltare, ma, dare un significato nobile a questa progressiva separazione. Aiutare a trovare un significato. Nel mio caso è stato trovato. Lo voglio sperare. Parlo in generale.

  5. 5
    Rossella -

    Il cammino dell’amore autentico procede di pari passo con il discernimento della nostra vera vocazione e il bisogno di realizzarla in una dimensione umana,in una dimensione di uomini che non si rendono colpevoli della divina agonia.Tutti abbiamo una statura e il nostro destino non è quello di dover subire la desolazione che si prova quando ci si perde sulle vie larghe del mondo.Io non sono prevenuta.Mi fermo per capire se gli accadimenti della mia vita mi stanno conducendo dove mi stanno aspettando,ma quando così non è non mi consumo dietro un’illusione.Detto questo devo riconoscere che nella vita non ho fatto tutti i doveri in famiglia proprio perché se ne è perso il senso e chi non si è realizzato(?)le vive con spirito di abnegazione.Penso che i doveri dovrebbero andare di pari passo con i cambiamenti del costume.Non mi sento in difetto davanti agli uomini. L’ambizione personale trasforma la gratuità in un “dare-avere”;le mie mani sono vuote!Davanti a Dio mi umilio.

  6. 6
    Golem -

    Se lei avrà fatto il percorso che l’avrà portata di pari passo con il discernimento della sua vera vocazione e il bisogno di realizzarla in una dimensione umana, allora è facile che torni. Almeno questo è quello che prevede la Rossye, che è la nostra veggente.

  7. 7
    Yog -

    Essì, umiliati pure tu davanti a Dio e resta basito. In ogni caso hai tempi troppo lunghi per finalizzare, di solito si va a letto max dopo una settimana, sennò è chiaro che non funziona, nè ora, nè mai.

  8. 8
    Attimo Ogi -

    Maestoso ha ragione quando descrive le donne italiane. Per questo l’uomo italiano che vuole non farsi sottomettere da queste merdine cerca altrove. Molti miei amici ad esempio sono felicemente sposati con donne ucraine (quelle che si trovano la’, non qua).
    Ma dico agli uomini italiani e a te che hai scritto la lettera… Basta mendicare l’amore ! Se questa tizia e’ andata benissimo, dalle un bel calcione nel culo virtuale e cambia aria !

  9. 9
    Francescox98 -

    Eppure io mi affido molto al detto, nonostante tutto. ‘Chi non ti apprezza oggi, ti rimpiange domani.’ Voi che dite?

  10. 10
    Yog -

    Che “trin tron, se non te la fai oggi, te stai bon”.
    Aspetta e spera, ma non troppo perchè temo che tu non sia uno che finalizza.
    Eppoi sì, prenditi una ucraina: sono badanti seriali, e dopo i 30 si gonfiano come lo Zeppelin, ma se ti piace il genere niente da dire.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili