Salta i links e vai al contenuto

Siamo stati lasciati… cosa abbiamo imparato?

Lettere scritte dall'autore  Soleta
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

49 commenti

Pagine: 1 2 3 4 5

  1. 31
    greta -

    grazie christopher mi dai sempre una grande speranza e forza….spero che tu abbia superato tutto..io a momenti ho dei crolli fortissimi,ma provo sempre a rialzarmi,,a momenti ho l’impressione che stia tornando indietro invece di fare progressi…comunque l’importante è che lui abbia smesso di farsi sentire….questo puo solo aiutarmi..sarà perchè è innamorato di quella….innamorato è una grossa parola..lui non sa amare,..baci

  2. 32
    Christopher -

    @greta: di nulla gre 😉 sì dai, posso dire di avere superato il peggio. Del resto sono passati 7 mesi (ma ho cominciato a stare bene solo un paio di mesi fa..o almeno ad essere sereno, perchè ora non posso dire di essere felice).
    Non devi pensare a un suo ritorno. L’ho fatto anche io e non nascondo che a volte ci penso ancora. Ma sono ben certo che se ritornasse non la vorrei assolutamente. Hey se ti va far 2 chiacchiere comunque:

    ienabellamy@gmail.com (magari se vuoi mi puoi mandare il tuo indirizzo di msn)

    siamo coetanei…così se ti va di parlare…ci sono inzomma 😛

    kisso

  3. 33
    Soleta -

    Ragazzi/e la società è in crisi!!
    Penso che ci vogliono valori, principi, rispetto, ammirazione…e tante cose!! Abbiamo e hanno dmenticato le cose veramente importanti. Viviamo in fretta e alla ricerca delle cose facili, delle cose banali, della perfezione (che non esiste) e dell´egoismo e la superficialità…
    Questo è veramente il problema.

  4. 34
    guerriero -

    Christoper,sono d’accordo, io aderisco .E’ una bella idea

  5. 35
    ME -

    Vi posso chiedere un consiglio? Mi sento come Disperatissima, anche se non posso vantare una storia intensa e pluriennale. Spero di non esser fuori luogo

    Incontri una persona, basta uno sguardo per “prendersi” sin dal primo istante, senti di aver trovato una persona interessante e ricca di tutto quel che cerchi, con tante cose in comune, lo stesso lavoro (una cosa complicata, musicisti entrambi); c’è tantissima voglia di vedersi pur abitando e lavorando davvero lontani (l’aereo ci vuole, o almeno un traghetto e ore di macchina), un appuntamento da favola, baci ed emozioni mai provate che ricorderò per tutta la vita (il resto…pure), un week end stupendo… Io sono davvero convinta di aver trovato l’uomo della mia vita, non credevo possibile che esistesse una persona così. È stato lui a prendere l’iniziativa, io con le passate scottature non ci pensavo neanche. In seguito ci saranno parole che fanno pensare a un futuro a due…poi…

    Poi lui torna dove vive e lavora, e si ritrova fra i piedi l’ex, lasciata da poco, avrebbe dovuto sposarla ma ha chiuso, troppi problemi…MA…ci muore ancora dietro, e lavora nello stesso posto, quindi dopo mille pensieri decide che non vuole impegnarsi con me pensando ancora a lei, visto che se la trova davanti troppo spesso. Dice (dopo avermi fatto mille complimenti) che per correttezza nei miei confronti, così onesta, bella persona, dolce, ecc ecc, preferisce dirmi di andare avanti per la mia strada, che ha bisogno di tempo per tirarsene fuori e non vuole che io ne faccia le spese. E “per favore, non sentiamoci più almeno per un po’”. Tutto ciò via sms, o mail…. Era fine ottobre.

    Due mesi orrendi, e per Natale mi scrive, per sapere come sto e farmi gli auguri. Grande sorpresa! Rispondo rilassata, quasi allegra, non voglio essere patetica. Però gli dico che lo penso sempre. E lui mi risponde “anch’io ti penso”

    Oggi son altri 2 mesi…silenzio…e mi manca come l’aria. Mi ha massacrato…perché mi ha scritto? Perché mi ha detto che mi pensa, e poi non si è più fatto vivo?

    Che devo pensare? Posso permettermi di sperare che torni? Non riuscivo più a credere all’amore prima di incontrare lui, figuriamoci adesso che ho incontrato una persona che possiede tutte o quasi le caratteristiche che cercavo in un uomo. Non mi sento così fortunata, e col mio lavoro “vedi” tanta gente, ma ne “conosci” veramente poca. E non sono proprio una ragazzina, ho voglia di amare, di essere amata, e di costruire…qualcosa.

    Per carità, la vita va avanti, è grigia, è stupida, ora è più che altro sopravvivenza, ma va avanti.

    Mi avesse almeno fatto intendere che è stata solo un’avventura, almeno lo odierei. Mi avesse preferito un’altra donna…ma il “fantasma” di una ex?! E l’autostima dove dovrei andare a cercarla a questo punto? Possibile che qualsiasi cosa si faccia…non si sia mai…”abbastanza”??

    Giuro, non so che darei perché la vita mi desse un’altra possibilità…con lui…

    Là fuori è pieno di uomini…solo se t’accontenti

  6. 36
    VeramenteDisperatissima -

    “Possibile che qualsiasi cosa si faccia…non si sia mai…”abbastanza”??”

    il senso credo sia racchiuso in queste parole.
    Ci insegnano che tutto si può migliorare,
    cambiare, che esiste sempre una qualche possibilità.

    E poi, personalmente, mi riesce difficile
    immaginare che un cuore umano resti insensibile
    a un amore che viene “regalato” con tanta costanza.

    Io mi comporterei come gli ex qui descritti?
    Non proprio, forse. Perché ormai
    la parte della tisica sofferente per amore mi appartiene.
    Riescono a ferirmi anche persone che non mi interessano!

    Sono assolutamente annegata nel mio soggettivismo,
    ed è da quello che è difficile guarire.

    Ripeto: la rabbia che si prova a vedere come i NOSTRI
    sentimenti siano considerati con tanta leggerezza
    in tante situazioni è quello che non mi fa dimenticare
    facilmente questa storia.

    Pensateci bene, se il vostro ex avesse ammesso le sue colpe,
    se fosse sinceramente dispiaciuto,
    se si sentisse un po’ responsabile e non dico vi stesse
    vicino, ma almeno evitasse di ripetere le glaciali parole:
    “Non ti amo più”, forse sarebbe tutto più facile.

    Non so, ma l’abitudine degli ex di voler apparire
    come i martiri e i dittatori della storia finita
    è veramente difficile da accettare.
    Ed è quello che, inoltre, non si può cambiare.
    Non si può mutare neanche la loro “serenità” galoppante,
    rispetto alla nostra.

    Più che l’amore in particolare che finisce,
    è l’amore in generale che appare sotto tutt’altre luci,
    quando un rapporto, per la cui riparazione
    uno ha sperato e agito, finisce.

    Finisce e basta, mai un tentennamento degno di tale nome,
    mai una notte insonne per LORO, almeno non al pensiero nostro.
    Se è vero che si ripete spesso quanto il mondo sia “cattivo”
    e i rapporti umano ridotti a una caricatura,
    quando ci capita di vivere queste cose proprio
    quando uno ha messo tutto se stesso/a nella riconquista,
    be’… è la cosa che più di tutte è difficile mandare giù.

    Chissà. Intanto uno si rende conto di aver gettato
    tanti mesi nell’illusione, si rende conto
    della proprio stuipidità, ingenuità e, per parlare
    francese, si sente estremamente e irreversibilmente co.......

  7. 37
    guerriero -

    ME occhio a sta gente che parla troppo e fa troppo già al primo incontro, occhio cavolo!!Ma perchè vi fate fregare sempre da sti elementi falsi, complessati e menefreghisti????

  8. 38
    Soleta -

    Veramente Disperatissima, bello sentirti, anche se queste parole non sono di felicita trasmettono benissimo i tuoi pensieri, penso condivisi da tutti noi.
    Il cuore umano resta insensibile a l´amore regalato perchè non sanno amare, ma soltanto pensare come hanno fatto sempre ai suoi bisogni e ai suoi interessi.
    La società ha perso dei valori importanti, non si sà più niente, quello è il vero problema!!(ma non mi voglio ripetere perche l´ho detto prima)
    Se ci spezzano il cuore dobbiamo alzarci, penso che anche se ogni volta di meno, c´è ancora gente per cui ne vale la pena amare. L´unica cosa che non sappiamo è dietro che faccie si trovano queste persone degne di ammirazione.
    Provo a mettermi nei panni di quelli che lasciano, però non posso capire come si lascia di amare. Alcuni dicono che forse non ha trovato in me quello che cerca, altri dicono che si è stancato di me, altri dicono che l´amore può finire..in queste frasi io soltanto capisco che la gente concepisce l´amore come un interesse.
    Allora, ci penso, cosa gli ha mancato? cosa non ho fatto?
    La cosa che gli mancava era amarmi, cosa che mai ha fatto.Ho fatto tutto per lui, ma non ha valutato niente..forse ha altri valori e questo non è sufficiente..
    Non penso che torni mai da me,l´unica cosa che aspetto è che “non apra mai gli occhi”,altrimenti se ne potrebbe accorgere di quello che ha perso.
    (spero di spiegarmi bene in italiano, altrimenti scusate:)

  9. 39
    VeramenteDisperatissima -

    @ME

    guarda che forse siamo nella stessa situazione:
    è durata anni perchè forse questo qui, con me,
    ha evitato di tagliare i ponti subito,
    sperando forse che col tempo qualcosa si sarebbe aggiustato.
    O forse gli andava bene come situazione,
    con me povera pazza che lo inseguivo
    e alla quale dare inconsciamente le colpe del rapporto che
    non funzionava.

    Lui mi ha “amato” per un periodo BREVISSIMO:
    diciamo i primi 3 mesi, poi tutto si è invertito,
    io ho preso un’enorme cotta che mi porto avanti tutt’ora.
    Lui è andato brillantemente avanti…

    Ho le mie colpe, ovvie, le ammetto…
    ma non ce la faccio a essere liberale
    e mi sentirei di dirti che non hai perso ‘sto gran che
    visto che in amore si ha l’abitudine di vedere nell’altro
    le proprie qualità riflesse.
    Ti capisco, stanne sicura.
    Anche se tutto fosse solo una nostra fantiasia
    è durissimo convivere con questa consapevolezza
    e andare avanti.

    Sei stata solo sfortunata perché hai permesso
    che l’amore, entrando di soppiatto nelle tue vicende di vita,
    ti distruggesse quando tutto è finito.

    Le ex… già, ci sta sempre qualcun’altra PRIMA
    di noi che, per quanto insulsa ai nostri occhi,
    diventa improvvisamente la chiave di volta in un rapporto,
    non fosse altro che come confronto,
    non fosse altro che come sottile domanda:
    “Ma come, ama LEI e non ME, perché?”

    Facile imputare alla stronzaggine altrui
    tutto questo, peccato che non consoli.
    Non ci consola che siano stronzi, né insensibili
    né pessime persone: ci consolerebbe vederli strisciare
    ai nostri piedi o, per le meno permalose, sentire
    un loro “ti amo” e la promessa di un nuovo rapporto insieme.

    Parliamo, parliamo, questo forum è pieno delle stesse
    medesime parole di persone diverse…
    questo solo un po’ mi alleggerisce,
    che non soltanto io penso queste cose, che non soltanto
    io sono la pazza senza speranze attaccata al passato
    e illiberare.

    Forza, ME.. sono abbastanza sicura che quest’uomo
    sia stato importante per te solo perché gli hai costruito
    attorno una rete di belle qualità che forse vedevi solo tu,
    da innamorata… è poco, ma meglio di niente, no?

  10. 40
    ME -

    Beh, diciamo che se ci spero ancora è perché all’ultimo incontro, una volta che son stati tirati fuori i problemi oggettivi (da parte sua), dopo che ha detto che gli piacevo un sacco e mi voleva bene, dopo avermi baciata (ancora) e aver detto che avrebbe tentato di trovare un modo per risolvere la cosa, mi ha poi lasciata (con un sms, scriveva che non sarebbe riuscito a dirmelo guardandomi negli occhi)dicendo che non ce la faceva a fare una vita a metà. Che vedersi lei davanti gli fa ancora troppo male. Che non voleva che io fossi un “chiodo scaccia chiodo” o una storia “di passaggio per arrivare da qualche altra parte” perché non era questo che voleva per me né per se stesso. Che con me era stato benissimo e gli avevo dato tantissimo, ma che aveva bisogno di tempo (forse anche molto) per tirarsene fuori.
    Mi ha persino scritto (in risposta a qualcosa del genere scritto da me) che “non è detto che tra qualche tempo non ci si possa rincontrare e riallacciare un rapporto, ma non ora, mi dispiace”…
    È un tipo piuttosto riflessivo e introspettivo anche piuttosto sensibile direi. Quindi non penso che abbia scritto queste cose alla leggera, o non considerando come avrei reagito.

    Porca miseria, non posso non pensare che in fondo è stato onesto invece di stare con un piede in due scarpe.

    Ma proprio per questo ci spero. E perché mi ha scritto ancora a Natale…poteva risparmiarsi di ribattere alla mia mail con un “ti penso anch’io”…alle 3.35 di notte!!!

    Non so, sono confusa…

    @Guerriero: non ha parlato troppo fin da subito…è stato…strano! In realtà tutti e due ci siamo colpiti da subito, abbiamo chiarito subito che c’erano ferite aperte, e che ci volevamo andare con i piedi di piombo, ma via via sentirsi e stare insieme era così facile e naturale, come ci si conoscesse da sempre… Il fatto è che in quel periodo lei era lontana, lui non ci pensava, e nel frattempo ha incontrato me. I problemi sono cominciati nel momento in cui è tornato a casa sua (nella casa dove oltre tutto avevano vissuto insieme e che gli ricordava lei) e ha cominciato a pensare con ansia a quando l’avrebbe rivista. Mi sono ben accorta che qualcosa è cambiato, me l’ha detto lui stesso che non stava bene. Non sono mie illazioni. Solo che al momento del dunque, quando mi sono resa conto di essere irrimediabilmente innamorata, ma non mi sentivo parte della sua vita, e ho…tentato di capire quanto gli importasse di me, lui non se l’è sentita di impegnarsi perché “tanto i rapporti a distanza non funzionano” (ma mica si vivrà distanti per sempre!!!!) e perché “tanto non potrà mai funzionare” (lui è un po’ sul disfattista), prima. Spiegandomi la situazione con la ex, poi.

    Insomma, non so… Sbaglio proprio a sperarci? Ma possibile che non ci possa MAI essere un lieto fine?

    In realtà so perfettamente cosa sta provando, ci son passata anch’io. E so che ci vorrà tempo. Dovrei magari accontentarmi che m’ha lasciato uno spiraglio e pazientare con un po’ di ottimismo…ma l’impazienza è una brutta bestia davvero. Vorrei che accadesse QUALCOSA. Invece mi sento solissima… 🙁

Pagine: 1 2 3 4 5

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili