Salta i links e vai al contenuto

Lasciarsi dopo 5 anni. Ora: solo un’ossessione

Lettere scritte dall'autore  

Sono settimane che giro su questo forum e ho notato che ci sono persone di una sensibilità incredibile. Mi sono rivista in molte (troppe) delle vostre storie, e mi piacerebbe tanto poter avere qualche consiglio riguardo la mia!
Il mio ragazzo mi ha lasciata dopo 5 anni.
Io ora sto sviluppando un’ossessione a dir poco morbosa nei suoi confronti, e lo sto controllando. Vorrei capire se la mia è pura sofferenza, o se si tratta di vera e propria dipendenza affettiva. Mangio sregolate, la notte dormo male… non sto bene. Ma partiamo dal principio.

Abbiamo vissuto una storia serenissima, senza troppi litigi (sembravamo andare d’accordo su tutto) , e quelle rare occasioni in cui capitava di discutere, partiva sempre tutto da lui. Io, caratterialmente, non amo gli scontri e la paura di perderlo prendeva sempre il sopravvento su quella che era la ragione (che fosse dell’uno o dell’altro) . Quindi mi sono sempre “sottomessa” al suo volere, pur di non discutere.. addossandomi le colpe il 90% delle volte. Di questo purtroppo me ne rendo conto solo oggi..

Lui è sempre stato un tipo un po’ narcisista, al centro dell’attenzione, e spesso (anche se aveva una forte difficoltà ad ammetterlo) fortemente arrogante. Questa sua “sicurezza apparente” che mi aveva dimostrato di avere (e che, nonostante talvolta mi infastidisse.. mi dava forza) ha cominciato a vacillare l’estate scorsa, un anno fa. Dopo due settimane di vacanze insieme se ne esce con una pausa di riflessione. Dal nulla, senza un apparente motivo. Non era più sicuro, sentiva di dover fare altre esperienze, che ci eravamo conosciuti troppo presto.. (io ora ho 21 anni, e la storia è iniziata quando ne avevo 16 e lui 18) . Insomma, fatto sta che se ne va, e io parto per 3 settimane (senza farmi minimamente sentire) . Passati 20 giorni si fa sentire lui, dicendomi che aveva capito tante cose, che gli ero mancata.. etc etc.

Ok, ricominciamo.

Tutto torna apparentemente normale, fino a un paio di mesi fa. È dovuto partire per qualche giorno, ad informarsi per una specialistica che vorrebbe fare in un’altra città fra un anno. È andato con un amico e sono stati per qualche giorno a casa di alcuni conoscenti di sto qui. Una volta tornato, freddissimo, mi dice che sente che questa non è la sua vita… che non sa più quello che vuole… che in quella città ha scoperto un nuovo mondo, delle nuove persone.
Io a seguito di tutti questi dubbi che sorgevano, incredibile… non sono MAI riuscita ad incazzarmi con lui. MAI, neanche una volta in tutti questi anni. E spesso mi maledico di non averlo fatto..

Un Venerdì, dopo una situazione di stallo, mi lascia. Il giorno dopo dovevamo partire con degli amici per un giorno, io sono voluta andare (non chiedetemi perché l’ho fatto.. forse perché ancora non accettavo l’idea di staccarmi da lui) e lui non ha voluto frenarmi. Abbiamo passato una giornata in compagnia, ma come se non fossimo stati insieme.. io non ho osato riavvicinarlo, e quelle rare volte che c’ho provato lui mi ha fatto subito capire che non era il caso. La sera la passo a casa di lui, e restiamo abbracciati a piangere e a parlare fino alle 4 del mattino. Una serata che non credo dimenticherò mai. Era chiaro, ormai ci eravamo lasciati. Il giorno dopo dovevo tornare a casa ma…. incredibilmente, lui entra in crisi. Non voleva mandarmi via, diceva che era stato un xxxxxxxx, che non sapeva perché l’aveva fatto, continuava a ripetere di non sapere ciò che voleva. Io a quel punto invece me ne vado, distrutta e con le idee in totale confusione. I giorni successivi lui ha tentato in tutti i modi di riavvicinarmi, ma io ero sempre un po’ distaccata…. come se non riuscissi più a fidarmi di lui a pieno. Troppe crisi… troppe.

Tempo neanche 4 giorni, e lui ritorna freddo e scostante. Gli chiedo una motivazione del suo comportamento e ciò che mi ha saputo dire era che se determinate cose le ha dette in passato, le pensava. Passiamo il weekend separati e all’incontro seguente mi conferma che “aveva capito tutto”, che gli erano chiare un sacco di cose… e ritonfa! Mi ha addirittura detto che non provava un sentimento e che sentiva di non avermi mai amato in tutti questi anni (cosa che io, perdonatemi, non riesco a credere) . Ma una delle cose che mi ha fatto star più male è, testuali parole: “Se tu vuoi, possiamo restare in contatto. Lo so che forse per te ora è difficile, ma più avanti vedrai che sentirai l’esigenza di risentirmi. A me sinceramente dispiacerebbe perdere i contatti, però decidi tu”. Qui ci lasciamo.
Io non ho la minima intenzione di ri contattarlo. L’unica cosa che ho notato è che essendo ancora “amici” su un social network.. è come se mi mandasse delle frecciatine. Frasi di “libertà” che sa che leggo, e che sa che potrebbero darmi noia… (questo ancora nonno capito se lo fa per colpire me, o per puro esibizionismo… che comunque lo caratterizzava)

Ora che mi sta venendo addirittura il dubbio che abbia un’altra, lo controllo ossessivamente. Controllo ciò che scrive, dov’è, messaggi “equivoci”..
È diventata una paranoia la mia e non so come uscirne. Soprattutto mi ossessiona l’idea che, nel caso ci fosse un’altra, perché non l’ha detto? Ok, vigliaccheria… e me lo aspetterei anche. Però allora perché tutti quei pianti e quella disperazione per riavvicinarsi, subito prima di prendere la decisione di lasciarmi? Non capisco… è un insicuro. Forse aveva solo paura di restare solo, e tant’è che ha ripiegato subito su un’altra (se esiste) ..

Voi che ne pensate?
Vorrei dei pareri sul suo comportamento.. consigli sul come comportarmi nei suoi confronti, ma soprattutto come fare a uscire da questa situazione… che mi sta uccidendo..

Grazie davvero!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

26 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Andrea -

    Allora, dato che chiedi pareri sul SUO comportamento, eviterò tante altre considerazioni che mi verrebbero spontanee. La sua condotta è banalmente quella tipica di un bimbominkia in piena regola. Ha 23 anni, e si comporta come se ne avesse 15, tutte quelle crisi e quel modo altalenante di porsi non sono insicurezza, ma qualcosa di peggiore: è completamente fuori di testa! Non puoi fare l’attore consumato con pose da duro, “bambola, io non ti ho mai amato…”, e la sera dopo piangere come il giovane Werter! NB: la sua prima pausa di riflessione era una donna, così come le “persone nuove” conosciute nell’altra città non sono 20, ma una, però evidentemente gli è piaciuta tanto. La ragazza “nuova” c’è di sicuro, ed è per questo che alla fine nella stupida lotta dentro il suo cervello tra il gladiatore e Jacopo Ortis.. ha prevalso il primo. Non tornerà, starà con questa fin quando si perderà via per un’altra ancora. Sei incappata in una canaglia seriale.
    Come ti devi comportare? Toglilo dagli amici sul social e blocca il suo profilo. Non chiamarlo mai più, nemmeno un sms. Se lo incontri in cumpa, salutalo per educazione ma NON parlarci. Ogni contatto con lui ti farebbe stare male. Se dovesse tornare indietro, okkio! Le possibilità che tu ti faccia del male sono altissime.
    Come fare per uscirne? Ci sono 2 modi: ti innamori di un altro, oppure ti armi di pazienza. E quando le amiche ti propongo di uscire, al posto di dire “no sto troppo male”.. infilati una ca…o di minigonna e vai

  2. 2
    sarah -

    allora partiamo dal presupposto che siete molto giovani e probabilmente lui si è affaccianto ad un mondo nuovo che lo attira e gli fa vedere la storia con te monotona e insensata,è difficile che una coppia formatasi così giovane resiste,le persone cambiano,crescono,nel bene o nel male,io ti direi di concentrarti su te stessa, tra l’altro conta che una persona che ti dice che non ti ha mai amata lo fa per liberarsi di te e la trovo una vera e propria cattiveria,sarà pure confuso ma non si tratta così una persona che è stata con te per 5 anni,sicuramente tu hai sbagliato a sottometterti,so che capita quando si ama,ma impara questa lezione,ti capisco benissimo sai?anche io volevo sempre evitare lo scontro ma solo lui ha il diritto di incazzarsi?di far valere le sue ragioni?NO!lui deve rispettarti!poi il fatto che vuole restare in contatto è la classica frase maschile della serie “tengo tutte le porticine aperte così non si sa mai” crede così di scaricarsi la coscienza e di tornare se si pente o gli va male con qualcun altra.Io ti direi di troncare e per sempre,non si può rimanere in contatto con una persona dopo 5 anni così,a ogni piccola crisi tornerebbe per rovinare tutte le cose belle che ti possono capitare e lo farebbe solo per egoismo,ne so qualcosa credimi,sai quanti sono tornati?anche dopo anni ma solo perchè erano rimasti da soli e avevano capito che ero conveniente ma non farti trattare così,non cedere.Per me è stato difficile staccarmi da lui,vivevamo insieme ma dopo l’ultima cattiveria ho fatto le valigie e lui quando è tornato a casa non mi ha più trovata,è stata dura ma facevo piccoli passi,ho iniziato a cancellare tutti i suoi messaggi,non rispondevo più,le poche cose che mi aveva regalato o che mi ricordavano lui le ho date via,poi l’ho bloccato su facebook per non avere la tentazione di guardare il suo profilo e per impedirgli di mandarmi messaggi,alla fine ho anche cambiato numero di telefono,mi sono liberata di tutto ciò che mi ricordava lui,ogni tanto ci penso ancora ma non lo rivorrei mai indietro,se lo incontrassi per strada neanche lo saluterei perchè spesso coloro che ti buttano via così tornano anche solo per salutare o farsi i finti amici solo ed esclusivamente per egoismo.Esci con le amiche,evita i posti dove va lui,sii determinata e digli che non ne vuoi più sapere,sfoga la tua rabbia su di lui sei forte e non sottomessa a lui,mandalo al diavolo vedrai come si consolerà presto se non lo ha già fatto,iscriviti ad un corso e pensa solo ed esclusivamente alla tua vita.in bocca al lupo!

  3. 3
    luca -

    e’ giovane, e’ ancora immaturo e certamente non ti dice la verita’ fino in fondo.

    il fatto di non averti amato , non ti amo piu’, sono tutte scuse di circostanza, le classiche scuse.

    vi siete conosciuti da “bambini” ora evidentemente lui vuole farsi delle esperienze, non vuole sentirsi legato, vai avanti siete giovanissimi , sei appena all’inizio del tuo percorso, non farti problemi di nessun tipo, guarda avanti con serenita’ , non cercarlo piu’, non rispondergli, restare amici tra ex non e’ possibile,sopratutto se da parte di uno resta ancora un sentimento, tronca tutto.
    auguri!

  4. 4
    Musique -

    @Andrea
    Ho trovato il tuo commento particolarmente diretto, e la cosa mi ha fatto piacere. A questo punto mi farebbe piacere che tu lo fossi fino in fondo. Quali sarebbero le considerazioni che non hai voluto dire?
    Io comunque ora sto cercando in tutti i modi di distrarmi: il weekend vado al mare con le amiche, ogni tanto un aperitivo, e durante la settimana ho trovato un lavoretto estivo come cameriera.
    La testa impegnata diciamo che ce l’ho, e voglio tenermela impegnata. Arrivo però a sera che i pensieri mi assalgono..
    Diciamo che però piano piano sto riuscendo a stare meglio.

    @sarah
    Hai pienamente ragione. Non si merita alcun tipo di rispetto per come mi ha trattata. E per quanto riguarda l’evitare sempre lo scontro….diciamo che ci sto lavorando, ma non è facile. Quando stavo con lui neanche me ne rendevo conto, mi addossavo solo colpe. Ora che mi sono resa conto che così non può andare sto cercando, anche solo nella vita quotidiana, di far prevalere ciò che sento…senza annullarmi.
    Piano piano, un passo alla volta.

    @Luca
    Ci ho riflettuto spesso anch’io riguardo al “siamo giovani”, ci siamo conosciuti presto, etc etc. Ma la cosa che più mi fa star male è: ma che amore era allora da parte sua? 5 anni (che io considero meravigliosi e pieni di attenzioni…e lui mi dimostrava che stava bene!) buttati all’aria per “una” o “la voglia di un’altra” così dopo pochi giorni?
    Ma cosa provava realmente per me? È questo che mi fa soffrire come un cane.. Non il fatto che ora mi abbia lasciata, ma la sensazione di essere stata presa in giro fino alla fine.

    Contattarlo non lo sto contattando in nessun modo, il problema sono i social. Non riesco a prendere il coraggio di eliminarlo dalla mia vita, totalmente..

  5. 5
    tucano -

    non ha il coraggio di dirti il nome dell’altra..
    cerca di cancellarlo dalla tua vita
    ciaooo

  6. 6
    Andrea -

    @Musique: ecco le considerazioni che non mi sono permesso perché non chiedevi commenti su certi passi della lettera. Perché hai fatto la sua geisha così a lungo?! Errore, e non nei confronti della coppia, ma nei confronti di te stessa! La prima persona che devi rispettare, valorizzare e AMARE sei TU! Chi si ama e rispetta sa dare amore e rispetto, chi no.. no. Chi non si ama e chi non si rispetta sa dare solo sottomessa devozione. Le donne che si amano sono il terrore dei caz…ni ed il sogno dei veri uomini. Ama te stessa, rispettati, e tutti i (veri!) ragazzi ti ameranno, ma sul serio. FORZA RAGAZZA, face the real and go on!!!

    @Sarah: caspita stavo per applaudirti a scena aperta e poi mi cadi sul “tengono tutte le porticine aperte”. Dai che lo fate anche voi, e non dirmi di no! Hai ragione al 99 per cento, quello scivolone però l’ho notato. Sul resto del commento ti quoto senz’altro.

  7. 7
    Musique -

    @Andrea Grazie Andrea, le tue parole mi stanno dando molta forza 🙂
    Solo che è facile a dirsi purtroppo.. io ci sto provando (evidentemente non abbastanza)..ma ci sto provando ad amare me stessa più di quanto dovrei amare lui. Solo che ho come la sensazione che a ogni passo avanti fatto durante il giorno…finisca per farne altri 2 indietro la sera.
    Porca miseria.. mi sono resa conto che è stato uno str***o, eppure..non riesco a odiarlo! Perchè?? Sto alternando momenti di rabbia..gioia per una “libertà riacquistata”.. ad altri di tristezza e malinconia..

    Non so le tue storie come sono state, ma mi sembri un ragazzo molto determinato..che sa quello che vuole. Mi piacerebbe sapere come l’hai affrontata te..

  8. 8
    sarah -

    @andrea
    semmai io trovo difficile levarmi dai piedi un ex,manco se lo tratti male ci riesci, con due sono stata vicina a fare la denuncia!!!

  9. 9
    Andrea -

    @Sarah: caspita che brutta esperienza.. 🙁
    Mi verrebbe da dire che se li denunciavi era meglio!

    @Musique: l’ho affrontata con molte difficoltà. Ne sono uscito quando ho capito una cosa fondamentale che non ti spiega nessuno. Ci si mette molto tempo perché la nostra parte emotiva deve elaborare il lutto! Subito dopo deve rigenerare un nuovo equilibrio di autostima, affetto per se stessi, volontà di rimettersi in gioco, di rischiare un’altra volta e fiducia nelle proprie capacità di attrarre e sedurre qualcuno. La prima parte, però, cioè quella di elaborazione del lutto, non è istantanea, ci vuole del tempo. La tua mente deve pensarci su tutti i giorni per un po’, alla fine accetterà la perdita, l’abbandono ed il cambio della situazione. Per pensare di più e quindi accorciare i tempi bisogna… NON PENSARE! Lo so sembra un ossimoro, mi spiego meglio… La parte emotiva di noi è quella che deve elaborare il lutto, ma il nostro ego ha scarso controllo sull’emotività, quindi dobbiamo lasciarla lavorare e dedicarci al nostro “io cosciente”. Per evitare che la parte razionale del nostro cervello impedisca alla parte emotiva di evolvere, dobbiamo impedire alla parte razionale di interferire. Come? Anestetizzandola. Ognuno ha i suoi anestetici, alcuni buoni, altri cattivi, altri così così. Un mio anestetico buono era parlare, parlare, parlare. Di tutto, a volte anche della storia d’amore finita. Un mio anestetico così così era uscire con gli amici e sfasciarmi di alcool in mezzo alle ragazze. Prendevo delle sbronze allegre, il giorno dopo non ero depresso, perché mi ero divertito. Un mio anestetico cattivo (sono quelli da evitare), erano altre sbronze che mi pigliavo stando a casa da solo ad ascoltare i cd che ascoltavo con “lei”. Errore di sbaglio!!!! Mai bere da soli e nelle serate in cui “proprio non va”. Un anestetico potente, buono e che funziona per tutti è un po’ di sana promiscuità occasionale, credo che tu abbia capito a che cosa alludo.. Un altro, valido e che funziona quasi per tutti è viaggiare, anche da soli, se serve. Spero di esserti stato utile!

  10. 10
    Musique -

    Ragazzi, sono sempre più sicura…saputo per vie trasverse…che abbia un’altra.
    Giuro che la cosa mi sta uccidendo. Stavo cominciando ad accettare (duramente) il fatto che potesse esserci semplicemente stancato..ma che ci sia di mezzo un’altra mi fa saltare i nervi a mille. Non ce la faccio! Avrei voglia di spaccare tutto…
    È una ragazza che fa il suo stesso corso in piscina, l’ho anche vista un paio di volte…ma non riesco a credere che potesse esserci qualcosa da addirittura prima che ci lasciassimo! Non riesco ad ammetterlo..
    Mi dici che hai dubbi…poi ritorni piangendo e poi mi rilasci per un’altra?? Ma che pezzo di merda sei?? Con quale coraggio vivi??
    Poi se era già un po’ che c’era quest’altra…perchè torni in lascrime supplicandomi?
    Che confusione…mi sta scoppiando la testa….

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili