Salta i links e vai al contenuto

Lasciare il mio ragazzo dopo 6 anni

Salve,
di solito non uso internet per cercare consiglio ma oggi ho veramente bisogno di parlare con qualcuno e sfogarmi. Da 6 anni sto con un ragazzo di 32 anni (io ne ho 26) , lui si è laureato solo due anni fa e solo perché io ho insistito per non vederlo stare senza far niente. Ogni esame era un calvario e io ero sempre lì ad aiutarlo.
Dopo 4 anni sono partita per concludere i miei studi e trovare un lavoro migliore, siamo rimasti insieme e in questi due anni ho dovuto praticamente spronarlo per fare qualsiasi cosa (quando mi ha conosciuto non aveva nemmeno la patente ed aveva 27 anni! ) colloqui, invio dei curriculum, corsi e concorsi, ma senza successo. Alla fine gli ho trovato un lavoretto precario che non gli piace molto, ho pianto e parlato un sacco per convincerlo a fare almeno un tentativo perché non poteva stare senza fare niente a 32 anni!!! Alla fine ha accettato e ci lavora da qualche mese. Siccome si lamenta sempre gli ho offerto una serie di valide alternative da provare, tra cui anche trasferirsi da me per cercare qualcosa nella mia città ma non è servito. Alla fine parliamo e parliamo ma lui proprio non riesce a far nulla se non sotto continue insistenze… la sua pigrizia lo induce anche a delegarmi qualsiasi cosa: le vacanze, comprare qualcosa, ovviamente cucinare e pulire, persino fargli il biglietto del treno per venire a trovarmi… dicendo che lui “non lo sa fare” o che io sono “più brava” mi ha persino chiesto di occuparmi io di trovargli un master da seguire. Dopo 6 anni di amore intenso e sincero in cui lui mi ha dato tutto se stesso con sincerità e sentimento vero… non ce la faccio più! All’ennesima mia proposta di concorso cui partecipare ha risposto che non lo sapeva fare e non l’ha fatto… il vaso si è rotto! La misura è colma! Soprattutto ora che per motivi familiari avrei bisogno di lui e di avere aiuto lui non solo non si da una mossa ma nemmeno ha pensato di venire a vivere con me, seppure io lo abbia praticamente implorato. Dopo tutti questi anni e alla nostra età mi sembra normale aspettarsi dei progetti o una convivenza. Ho deciso di lasciarlo pochi giorni fa e ora lui è disperato, mi chiama in lacrime e mi implora dicendomi che non aveva capito la gravità della cosa. MA come se in 6 anni mi sono sempre lamentata della sua apatia?! Certo ho sbagliato a lamentarmi ed accudirlo comunque, evidentemente ha pensato che potevo sopportarlo… invece no non ce la faccio più. Ora vuole trasferirsi ma adesso non mi serve che lo faccia sotto ricatto… mi rendo conto di non avere più la forze e la pazienza di stare con lui e francamente dopo i tanti “cambierò”, non gli credo nemmeno più. L’unica cosa di cui ho paura è pentirmene perché non ho smesso si amarlo dall’oggi al domani… stargli accanto mi emoziona ancora, mi sento molto amata e lui è davvero una persona buona, onesta e poi… ci divertiamo tantissimo insieme! Perdere tutto questo mi fa male, sognavamo il matrimonio e adesso è svanito tutto… non so che fare e così ho preso del tempo per riflettere. Ah se solo fosse diverso…

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

10 commenti

  1. 1
    matteo -

    ciao, io ho 40 anni a tanta esperienza,e ti dico solo una cosa,
    ricordati che le persone non cambiano mai,la natura di una persona e
    quella e quella resta punto. magari un periodo piu’ o meno lungo si puo
    sforzare di cambiare ma poi torna tutto come prima..

  2. 2
    Lester -

    Se solo fosse diverso non sarebbe lui… parlate parlate parlate… certo non puoi stare con lui per pietà, nè per te… nè per lui… ma non ti aspettare che cambi… al massimo che migliori un pochino, ma se lo vuoi preparti ad accettarlo per quello che è… a 32 anni si è belli che formati…

  3. 3
    p -

    Le donne lasciano il bene in cerca del meglio, trovano il male e se lo tengono per paura del peggio… Però uno spavento dovresti farlo prendere a quel rimbambito…

  4. 4
    colam's -

    Lascialo e non farti scrupoli ! Concettualmente ci sono passato anche io anche se i problemi erano diversi : “se solo fosse diverso” sarebbe perfetto per te ma semplicemente non sarebbe lui. A te ti ci vuole uno che si fa il mazzo sia in casa che fuori casa (oltre ovviamente ai vari piaceri e distrazioni ecc), questo qui puo’ provare a cambiare, ma dopo un mese ti dira’ che e’ stanco-distrutto, e che non ce la fa a sostenere questi ritmi, che lui e’ fatto cosi, prendere o lasciare blablabla

    Fuggilo !

  5. 5
    battx -

    Ciao,
    nemmeno io sono solito rivolgermi al web per consigli su temi così privati e complessi.
    Lo faccio solo perchè sono rimasto sbalordito per la somiglianza con la mia situazione passata.
    Il mio consiglio, anche se controcorrente è: Dagli quest’ultima possibilità, provateci. Te lo dico per esperienza. Io non ero una persona “pigra”, bensì avevo situazioni problematicissime alle spalle, che tuttavia mentre vivevo una storia d’amore molto intensa, mi avevano reso “cieco” nei confronti delle esigenze della mia ragazza. All’esterno potevo apparire svogliato o inerte, in realtà ero bloccato da responsabilità enormi. Ma è stata proprio la “crisi” scatenata dalla mia ragazza ad aprirmi gli occhi,a farmi capire le cose, a darmi la sferzata che mi ha permesso di cambiare, e realizzarmi. Credimi, un istante prima della crisi mai avrei sospettato che la situazione fosse così seria! L’ho capito dopo – prima con sbigottimento, poi dolore immenso, poi con rabbia, e poi ho usato la rabbia nel senso giusto, ed oggi va tutto bene!
    Sarà dura, credimi. Lui dovrà rivoluzionare tutto il suo modo di concepire la vita, e ci saranno momenti in cui non vorrà altro che tornare nel letargo. Tu dovrai essere inflessibile nel fargli capire che se lo fa, ti perde per sempre. Ma se vi amate davvero, vale la pena provare. Buona fortuna.

  6. 6
    rhasya -

    una persona ha in ogni momento la possibilità di cambiare,se vuole.un grosso
    sforzo e un esame di coscienza ci vogliono.sei anni sono lunghi e tu sei stata tutto
    tranne che di aiuto,assecondare persone apatiche porta alla sofferenza e
    all’abbandono di entrambi. dovrebbe capire e sentire il desiderio di poter diventare
    un uomo,con i suoi difetti,ok,ma non parassita dei sentimenti altrui. se decidi di
    dargli una seconda possibilità,per amore,fagli capire chiaramente che nella vita lo
    sforzo e il sacrificio sono gli unici sentieri per evitare la sofferenza e tutto quello
    che ci sta dentro,sarà sempre un perdente apatico se non si sveglia,ma prima
    bisogna che lui trovi cosa non lo fa andare avanti. se invece è perchè non sai stare
    senza di lui..beh..non pensi che meriti una persona che ti faccia crescere e che
    completi il tuo essere donna?comunque vadano le cose,è meritevole ciò che hai
    fatto,ma nessuno può cambiare a aiutare nessuno,se l’altro non è disposto e
    consapevole. un augurio

  7. 7
    princesa84 -

    So di aver sbagliato posso giustificarmi solo dicendo che l’ho fatto per Amore puro. Lui mi diceva che l’amore era questo: accudirlo, aiutarlo, soccorrerlo, lui lo pensa davvero e io avevo solo 20 anni…
    Adesso devo pensare bene al fatto di avere le energie, la fiducia e la forza di andare avanti…sarebbe un lavoraccio e, non tanto perché non ne vale la pena, io sto attraversando un momento durissimo con seri problemi di salute in famiglia.Non riesco a trovare la spinta per decidere di sottopormi a quest’ennesima sofferenza, non è forse l’amore a doverci far sentire più forti? Aiutarci nei momenti più difficili? Adesso per me sarebbe solo una difficoltà in più…ho troppa paura di soffrire ancora. Mi prenderò il mio tempo per decidere se vale la pena e vi farò sapere!
    Grazie mille, ognuno di voi mi è stato prezioso e grazie a rhasya per gli auguri…ne ho bisogno!

  8. 8
    cre -

    Ciao Princesa, secondo me lui non cambia e il rapporto forse non era troppo sano… Se ci si sostuisce alla persone loro non cresceranno mai.. E lui forse voleva questo, che tu prendessi tutte le responsabilità anche per lui. Però è troppo gravoso per te e non è possibile continuare così! Penso che ora vengono prima le tue esigenze, sii un po’ egoista, e pensa se quello era amore vero o piuttosto dipendenza e morbosità (cose che gli assomigliano, ma che nn sono amore). Mi trovo poi d’accordo col ragazzo della prima risposta “le persone non cambiano” e aggiungerei che pensare di cambiarle è impossibile e richiede troppa energia. In bocca al lupo! Forza pensa a te adesso!

  9. 9
    yupp -

    Swosh bruciassaaaaa

  10. 10
    schipy -

    io ne ho 32 e lui 40 stiamo insiemre da 12 anni e ancora viviamo insieme ad altra gente. lavora solo lui e questo gli pesa moltissimo ma prende uno stipendio decente, anke se i soldi naturamente nn bastano mai. io non ho mai pensato di vivere x cosi tanto tempo in qesta maniera credevo si sarebbero evolute strada facendo anke xke abbiamo parlato di fare tanti progetti fin dall’inizio. ora mi sento in n limbo da cui non riusciamo piu’ ad uscire. vuole stare con me nonostante tutto e’ assurdo.e io on rovo il coraggio di andarmene e non so piu cosa fare xke’ so gia ke le cose non cambierano mai e questo non e’ quello ke voglio

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili