Salta i links e vai al contenuto

La vita privata del vip

Perchè oggi fa parlare la vita privata del vip? Curiosità? Passatempo? E’ uno dei maggiori rompicapi del momento. In realtà giusto o non giusto il vip è pur sempre una persona, con i suoi legami , con i suoi intrallazzi privati. Cosa dovrebbe fare sapere di se? Solo le questioni sociali? Fidanzamenti, matrimoni, nascite , morti? E secondo voi quante riviste fallirebbero se il vip non raccontasse mai di se? Una serie di giornalisti morirebbero di fame. E noi? Noi di che parleremmo. Certo il vip certe volte si sente sminuito leso nella sua vita privata, ma quanto guadagna?. Un vecchio proverbio siciliano dice: “Parrani mali , ma parrani spisso”. E allora dai continuiamo a spettegolare che in fondo è bello.

L'autore ha scritto 107 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Attualità

3 commenti

  1. 1
    Rossella -

    La vita dei personaggi famosi incuriosisce perché loro possono permettersi di amare troppo. Io non uscirei mai con un ragazzo che si può permettere di mostrare in pubblico un lato “selvaggio” che nella vita privata urterebbe la mia sensibilità. Prima di sposarmi dovrei sincerarmi di avere un cospicuo conto in banca per riuscire a gestire il ménage familiare con la sicurezza di una donna che in qualsiasi momento può tirarsi indietro. Il troppo amore ti fa sognare… loro non hanno la sensazione di ferirsi o di far stare male l’altro. E’ un’utopia. Nella vita di tutti i giorni le persone possono essere ruvide, ma non si presentano in pubblico come una coppia… poi ci sono personaggi che preferiscono fare un discorso etico e non “sfondano” mai perché si pongono come il fidanzato d’Italia e ti mettono in condizione di andare verso di loro per fare un autografo. Ti rispondono anche e si stabilisce un contatto vero e proprio… anche mio zio anni a dietro ha fatto amicizia con un cantautore, scomparso qualche anno fa, che è stato anche a pranzo a casa dei mie nonni materni, in un palazzo senza ascensore. Non era un uomo orgoglioso, viveva la sua infermità con grande fiducia nel prossimo. Ma si tratta di realtà differenti… io non avrei proprio la forza per relazionarmi con un uomo che ha alle spalle un background culturale che neutralizza la mia umanità… ma lo stimo sotto il profilo istituzionale perché non lo considero una cattiva persona. Per me sarà il presidente.

  2. 2
    Rossella -

    Non so come spiegare… c’è bisogno anche di questi personaggi per volare alto. Altrimenti si resta sul pettegolezzo… e non è credibile, dal momento che di umano c’è ben poco. Per me sarebbe impossibile anche razionalizzare un servizio fotografico “tarocco”, perché non sarò mai un atomo senza volontà (parafrasando renato zero). Io ho questa visione dell’uomo. Nella donna riconosco la vanità come una forza motrice… l’uomo, soprattutto quando non frequenta ambienti accademici, mi dà l’idea di essere troppo aggressivo per i miei gusti. Io rifiuterei questa immagine di me stesso perché ritengo che l’uomo non debba vivere solo in funzione dell’istinto sessuale. Sarà che sono ancora vergine, ma determinate immagini mi creano un senso di congestione alle parti basse. la mia intelligenza emotiva va a farsi benedire… panico totale!

  3. 3
    Erica -

    Penso perché aiuta a distrarsi e a consolarsi delle proprie sfortune prendendo a parametro di riferimento gente spesso anche molto criticata e vedendo come reagisce sia alle questioni della vita che alle critiche e curiosando tra i pareri, non giudicanti per sé stessi, dati dagli altri al vip di turno. Inoltre, fa gruppo parlare di certi argomenti diciamo pop e quindi aumenta la socializzazione e rafforza la coesione sociale. Come a dire: “Se giudicano gli altri o parlano di loro, non lo faranno di me”.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili