Salta i links e vai al contenuto

La stima

Di recente, un collega e amico avvocato mi ha raccontato di essere innamorato – e di aver grande stima – di una donna.
Lei, però, gli avrebbe detto pressappoco così:«Sei l’uomo più superficiale che io abbia mai conosciuto. Arrogante, autoritario, maschilista, aggressivo e grandissimo egoista. Inoltre, sei un uomo che calcola e un uomo da nulla».
Lei, dopo queste parole, gli avrebbe aggiunto:«Però ho stima di te!».

Il mio collega e amico si rivolge a me con questa domanda:«Si può dire, di una persona, questa serie di aggettivi e di espressioni, per poi concludere di averne, ciononostante, stima?».

Confesso di non essermi mai trovato di fronte ad una domanda simile. In altre parole, si può dire di stimare una persona, dopo averle rivolto parole che, di norma, non mi pare facciano parte, per dir così, del campionario delle «qualità positive»?
Su questa domanda, mi piacerebbe sapere l’opinione dei lettori.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Riflessioni

20 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Rossella -

    Voleva dire che non c’è attrazione. Ci tiene. Ha messo le mani avanti per evitare che potesse accadere qualcosa che distruggesse definitivamente l’interesse. Lo stima perché ancora non lo vede come un figlio. Il giorno in cui passerà il segno si metterà a fare la madre. Dal punto di vista erotico zero. Che dire? forse lei ci spera. Forse attende il famoso brillante, qualcosa che generi in lei una sorta di estasi. Quando questo incantesimo si rompe lei si ritrova ad essere una schiava sessuale. Questa è la natura. Il resto ha a che vedere con il sovrannaturale. E’ un segno che non si può distruggere. Accade così… di lì a poco si crea una situazione che ti porta a capire che in casa sua sei una serva. La vita di un titolato è fatta di momenti perfetti. Che dire? Fossero questi i guai. L’amore si trasforma, sta a lui capire che è molto più conveniente guardarsi da lontano. E’ bello vedere un figlio grande.

  2. 2
    Nicola -

    Consiglio all’avvocato di voler approfondire maggiormente la conoscenza con la donna in questione poiché è assai probabile che quest’ultima abbia un debole per lui. Dalle mie parti si dice ” chi disprezza compra”.

  3. 3
    Yog -

    Se poi la femmina te la molla, sempre che non stiamo parlando di una ottantenne ormai marcia ma di una trentina snella e piacevole a vedersi, qualunque lista di aggettivi è tollerabile. Se non la mollasse, sarebbe indifferente.

    Il quesito, quindi, è insensato.

  4. 4
    white knight -

    Verrebbe in effetti da pensare che la tipa sia attratta non poco dal tuo collega. Ironizzando (ma neanche tanto, eheheheh) potremmo dire che è riconfermata la passione (o quantomeno curiosità) femminile per i cosìddetti str*nzi… Però dalla tua lettera emerge un dettaglio, o meglio, non emerge, ed emerge proprio perché NON emerge (scusate il casino): non è stato riportato il perché lei abbia stima di lui. Magari, nonostante i miliardi di difetti dei quali è accusato, ha decine di miliardi di pregi non detti e spesso, se non addirittura sempre, il silenzio vale più del parlato. Il non detto del detto. L’intangibile (ma esistente) del tangibile. Lo sguardo fugace della dichiarazione d’amore. Lo sguardo che si illumina dell’anello al dito. Le fantasie erotiche della convivenza pluriennale…

  5. 5
    Bohemie82 -

    “si può dire di stimare una persona, dopo averle rivolto parole che, di norma, non mi pare facciano parte, per dir così, del campionario delle «qualità positive»?”

    Se a dirlo è una donna ovvio che si! Dicono (e fanno!) sempre il contrario di quello che pensano realmente.
    Comunque, per la mia esperienza, la tizia è fortemente attratta dall’Avvocato. Mi è capitato più di qualche volta che una donna mi prenda a parolacce, insulti e che mi dica che sono uno sfigato a ragionare come ragiono..salvo poi non opporre alcuna resistenza quando improvvisamente prendo la sua testa tra le mani e la bacio in bocca. Che coerenza.. 😀

  6. 6
    Rdf -

    Hahaha quello che la donna dice conta zero rispetto a come poi si comporta

    Ma quanti anni ha L autore per non essersi ancora accorto di questa particolarità durante la sua vita ?

  7. 7
    salvo ruotolo -

    Intanto, grazie a tutti per i vostri interventi.

    @white knight
    In effetti, la tua osservazione è azzeccata:Perché lei avrebbe stima di lui?
    Non saprei risponderti!

    @Bohemie82 e @Rdf
    Le donne dicono (e fanno!) sempre il contrario di quello che pensano realmente?
    A me sembra un po’ troppo perentoria, per essere vera.

    @Nicola
    La domanda non riguarda il sentimento, ma la stima.
    Ad esempio, se dico ad una persona – uomo o donna che sia -:«Sei arrogante e superficiale!». E poi aggiungo:«Ma ti stimo!», su cosa si fonderebbe questa stima?

  8. 8
    Bohemien82 -

    “A me sembra un po’ troppo perentoria, per essere vera.”

    Perentoria dici? Se non ti sei accorto di questa loro sfaccettatura inutile parlare oltre. La mia tesi non é certamente una convenzione ma, da giovane (ammesso tu non lo sia più) ti sei mai avvicinato ad una ragazza perché ti interessava e questa ti ha risposto “mi dispiace sono fidanzata?” Era la verità? Molto più probabile che se non hai insistito sei stato fesso..

  9. 9
    rossana -

    Salvo,
    non so perché quella donna affermi di stimare il tuo amico: una risposta mediamente affidabile nei suoi confronti potrebbe darla solo lei.

    dal mio punto di vista, la stima può essere tributata sia a uomini che a donne quando questi dimostrano di avere ben chiaro chi sono e cosa vogliono dalla vita, indipendentemente da tutti gli altri loro difetti. caratteristiche meno frequenti nel sesso femminile.

    coerenza nel perseguire i propri obiettivi (al di là dei riscontri economici e sociali) e indipendenza emotiva di fondo rendono attraenti anche i cosiddetti “banditi” e le “donne fatali”. con questi/e in un rapporto di coppia non si può che essere gregari/e, talvolta gratificati/e dall’essere accettati/e e dal trarre indiretto beneficio dalla loro sicurezza e dalla loro “non conformità” alla massa.

    si tratta, di solito, di soggetti con intelligenza superiore alla media, che richiedono più tempo e maggior impegno per consentire l’elaborazione di un’analisi abbastanza dettagliata del loro temperamento, che quasi sempre ha anche aspetti molto positivi.

    in effetti, purtroppo, chi ha carattere finisce con l’avere un brutto carattere, che ha però il vantaggio di essere sia originale che affascinante.

  10. 10
    Golem -

    “Zicca la pizza cu li uante”.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili