Salta i links e vai al contenuto

La gelosia è una colpa?

Lettere scritte dall'autore  

Non sto bene. Non sto affatto bene. E sono STUFA. Stufa, oltre che di patire le pene dell’inferno, di sentirmi in colpa per ciò che provo. Additata da chi amo con “allora sei gelosa!” non col sorriso, ma con aria di rimprovero misto a disprezzo, come se si trattasse di qualcosa di sporco, insulso e odiosamente infantile. Io non la penso così.. Lo so è questione di carattere, ma fondamentalmente CHI non ha paura di perdere la persona a cui si tiene.. o chi non soffre nel sentire che gli interessi e le curiosità dell’amato/a vengono a tratti rivolti verso altre/i???? Ogni volta è come morire un po’…
E MI VIENE SEMPRE SPIATTELLATO SULLA FACCIA IL DISCORSO TITOLATO “FIDUCIA”. Ma fiducia di che???? Di chi???? Lo trovo sempre più ipocrita, sempre utilizzato al momento buono per dare lezioni di vita, di amore… Ma che cosa significa? Dire “Se lo ami e lo rispetti veramente devi fidarti”. Ma di che? Personalmente ho beccato troppe batoste dalla gente prima di capire che le persone non le conoscerai mai abbastanza.. a volte non mi fido nemmeno di me..!

Non è il discorso di una frustrata, è il discorso di una che ha visto, che ha “imparato” un po’ la gente.. purtroppo. E non sto dicendo che il mondo fa schifo ecc. Ci sono tante persone buone, per carità.. Ma meglio non fidarsi/darsi completamente alle persone, agli amici. Per esempio, mai confidarsi su tutto: potrebbero trovarti noiosa o chissà che altro.. Mai dare consigli all’amica, ho imparato anche che le persone in fondo vogliono sentirsi più che altro ascoltate e sentirsi dire ciò che vorrebbero che le si dicesse…(se si vuole mantenere i rapporti)
Sto divagando..

La gelosia è una debolezza? Sì, certo. E’ sintomo di insicurezza, e di mille altre cose..
Ma ora sto pensando che per me “debolezza è anche non dire, celare dietro un sorriso la sofferenza, debolezza è vergognarsi di ciò che si prova e cercare di nasconderlo sentendosi doppiamente colpevoli verso l’altro e verso sè stessi.. Io sono fatta così. Ce l’ho aimè nel DNA… Passo dei periodi belli, fidandomi, perchè lo amo e perchè lui è carino e dolce con me, ma…
Che cosa dovrei fare? Con lui si creano di tanto in tanto situazioni che io reputo ambigue… Certo fa un tipo di lavoro che implica anche questo tipo di cose.. Quindi, per esempio, riceve spesso gente a casa sua per lavoro. Proprio l’altro giorno è stata da lui una donna che io conosco appena e che non mi è affatto simpatica (la classica gatta morta) .. ovviamente non potevo fiatare sull’argomento dato che era per lavoro(!!!!) E’ stata da lui parecchie ore e già che c’era hanno pranzato insieme… Oltretutto l’ho saputo giusto perchè ho chiamato io..! (E mi è sembrato un po’ a disagio..) Anche per questa volta credevo di essermela fatta passare.. Al che sento che questa sera và in un posto (io sono malata e quindi non posso uscire) dove molto probabilmente c’è lei..
Che cosa dovrei pensare???? “Nulla visto che lo amo e lo rispetto” eheheheh…
Potrei “fidarmi, certo, ancora per un po’… Ma quanto resisterò?

Adesso che ci penso, una delle cose che mi aveva conquistata di lui era il suo “candore”, la sua semplicità e sentivo per la prima volta di potermi fidare di una persona.. In seguito il mio sentimento non è mututato, anzi, ma com’è naturale mi sono resa conto che non era quell’essere perfetto che mi era sembrato.. forse mi ero aspettata troppo..
Eppure lo amo… (appunto per questo sto così) Qualcuno riesce a capirlo?

E basta con questa “bambina viziata”, basta con questo colpevolizzare sempre questo sentimento. Se lui mi dimostrasse gelosia (certo nella giusta misura, senza scenate ecc) io ne sarei addirittura contenta! Diamine, siamo esseri umani dal sangue caldo o no?????

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

16 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    iesiua -

    Cara Magda,
    secondo il mio modestissimo parere, la gelosia è una parte romantica dell’amore. Ovviamente sto parlando di quella gelosia leggera che ci fa sentire importanti per il nostro amato/a quando ci viene dimostrata. Quando la gelosia diventa ossessiva, allora è un problema. Per questo rispondo alla tua domanda dicendo che no, la gelosia non è una colpa, entro i limiti, anzi da un certo punto di vista è anche piacevole. Anche per questo non sono d’accordo quando ti chiamano “bambina viziata” se dimostri un pizzico di gelosia. L’importante però, sempre secondo il mio punto di vista è che tu non dimostri questo sentimento troppo spesso. Credo che la gelosia e la fiducia, che sono due sentimenti opposti, vadano di pari passo. Bisogna fidarsi del partner e allo stesso tempo avere quel pizzico di gelosia che rende frizzante il rapporto. Purtroppo non possiamo concederci il lusso di fidarci ciecamente o di essere gelosi totalmente, ma avere entrambi i sentimenti nel nostro cuore e raggiungere un equilibrio che rende il rapporto ancora più bello ed ovviamente deve avvenire da entrambi i partner. Che ne pensi?
    Un saluto

  2. 2
    magda -

    Sono d’accordo. L’ideale sarebbe trovare un equilibrio tra queste due
    forze opposte.. Ma mi sembra più facile a dirsi che a farsi…
    In passato non mi era mai capitato di provare qualcosa di simile, tanto
    che pensavo di non essere una tipa “gelosa”. (Vedi quanto poco ci si
    conosce?) (O forse è cambiato qualcosa in me) Sta di fatto che ora
    soffro come un cane quando mi faccio certi film mentali.. Delle volte
    sono arrivata al punto di pensare di pedinarlo!!!
    Certo devo dire che di solito gli ingredienti ce li mette anche lui però! :
    nel giro di una sola telefonata ad esempio è riuscito a ricordarmi che
    andava in un posto dove c’erano certe persone (tra cui “la gatta morta
    del lavoro”), che l’aveva chiamato una sua amica per fargli gli auguri
    -con cui si vedeva l’anno scorso e che una volta la settimana
    accompagnava a casa- e che già che c’erano si sarebbero visti quella
    sera stessa in quello stesso posto!
    Magari esagero, ma mi sto rendendo conto che lui non fa nulla per
    evitarmi certi pensieri, e sento che mette a dura prova la mia resistenza
    in questo senso… Oramai sa abbastanza di me per poter pensare che
    sono una persona sensibile e sotto certi punti di vista un po’ fragile…
    Invece lui continua nel suo atteggiamento “amicone” con tutti e tutte..
    A me piacciono le persone estroverse e aperte ai rapporti sociali, ma
    certe volte mi sembra che esageri, che vada sul superfluo, che sia
    “troppo”…
    Non mi sento di dire che dovrebbe cambiare, ma non so cosa fare..
    Sapevo dall’inizio di questo suo lato caratteriale (e mi piaceva), ma ora
    mi rendo conto che mi dà dei problemi piuttosto pesanti e che non so per
    quanto riuscirò a resistere…

  3. 3
    iesiua -

    Ciao Magda,
    a questo punto credo che sia lui dalla parte del torto. Non posso giudicare perchè non conosco la tua storia in ogni minimo dettaglio ma credo che lui, con questo suo modo di fare stia un po’ esagerando. Secondo me ti conviene parlare seriamente con lui e dargli una specie di ultimatum. Se lui ti vuole bene veramente, accetterà le tue condizioni. Un piccolo consiglio: se lui si comporta come dici, comportati anche tu così. Fai “l’amicona” con tutti i ragazzi che conosci e vedi la sua reazione. Purtroppo è il solo modo di far capire alle persone ciò che stanno facendo e dove stanno sbagliando. Alcune persone hanno difficoltà ad “empatizzare”, quindi reputano assurdi dei comportamenti che sono del tutto normali se certe condizioni si verificano. Mostra interesse per qualche ragazzo (senza esagerare), fai come fa lui, accompagna o fatti accompagnare a casa da qualcuno che conosci e vedi la sua reazione. Se è uguale alla tua, puoi fargli capire ciò che provi.

  4. 4
    Luca -

    Cara Magda,
    sono un uomo e sto soffrendo esattamente come te. Credo che il nostro destino sia restare da soli perché, anche se noi magari esageriamo a volte con al gelosia, troviamo sempre persone che non capiscono quanto per quelli come noi sia importante stare”tranquilli”…anche se questo non vuol dire inaridire il rapporto, perché lo spazio per la provocazione e lo scherzo ci deve essere sempre…Ma la mancanza di riguardo, quella deve essere alla base. Proprio adesso con la mia ragazza abbiamo deciso di essere solo amici per non rovinare il rapporto. Ma già mi manca…
    Luca

  5. 5
    Paolo cogitoergosum -

    Perdonate, ma al di là dei luoghi comuni e delle frasi fattte, che in tema di gelosia si sprecano, è semplicissimo e ovvio, e sostenuto da mille studi (e anche dalle esperienze sentimentali che ci dovrebbero fasr riflettere) che la gelosia è certamente una patologia, se vissuta senza motivo oppure, come mi pare però sia il caso di Magda, il suo compagno la ridicolizza dandole della gelosa perchè lui vuole soltwanto essere libero di fare i suoi porci comodi, e la piglia pure per i fondelli, mi pare.
    Ma a maggior ragione, cara Magda, le responsabilità maggiori sono le tue (non solo tue, sia chiaro!).
    Perchè ti odi e ti disprezzi così tanto da non riuscire a pensare che puoi meritarti un uomo “milgiore”?
    Perchè il tuo masochismo (che si sposa benissimo al sadismo del tuo compagno nei tuoi confronti) è così forte da farti accettare un legame “malato” e triste?
    Da uomo, so benissimo che la maggior parte delle volte sono proprio i maschi a fare “pena” nella coppia, ma non si può dimenticare in ogni coppia penosa, per ogni maschi che fa pena c’è sempre al suo fianco una donna simile a te, che magari sulla carta è dolce, bella e sensibile, ma poi, nella realtà finisce sempre per stare con “uominicchi” da quattro soldi!
    Porca miseria, signore donne, incominciate a mandare a fanculo gli uomini più volgari, violenti, che non provano certo amore per voi, incominciate a ribellarvi altrimenti vi riempite sempre la bocca di “femminismo” ma poi, stringi stringi siete sempre le solite!
    E, cara magda, permettimi, non rispondermi che lui è così ma che tu lo ami. Non si può amare unilateralmente una persona che ti tratta come una pezza da piedi. e responsavilità, come vedi, sono ancora tue allora, soprattutto se sei la metà più sensibile e sveglia della coppia.
    Prendi una decisione, ricomincia e taglia col passato.
    Lo so, costa molto, è faticoso, spesso vuol dire perdere piccoli e grandi sicurezze e privilegi ma il mondo è libero, e tu puoi scegliere. Il nostro destino dipende sempre da noi stessi, è ora di capirlo!

  6. 6
    Paolo cogitoergosum -

    Ma cara Magda, volevo precisare perchè non vorrei essere frainteso.
    Se hai mai provato davvero ad Amare e ad essere amata i problemi di gelosia non ti dovrebbero essere nemmeno passati x la testa.
    Due persone che si amano e si rispettano e non si tradiscono si vedono lontano un kilometro, certo, bisogna saperle riconoscere ma questo non posso insegnartelo, fa parte della tua cultura, del tuo carattere e del tuo sesto senso, qualità tutte “personali” e diverse da persona a persona.
    Ma, rileggendo la tua lettera, è ovvio che due sono le cose: o tu sei gelosa senza motivo, ed allora è solo un problema tuo, e dovresti parlarne con qualcuno ma soprattutto col tuo compagno che dovrebbe essere capace di tranquillizzarti senza il minimissimo dubbio oppure…. tu ci hai azzeccato e il tuo compagno è il solito figlio di buona donna che approfitta della tua debolezza e della tua instabilità emotiva per cornificarti dicendoti anche che tu sei una visionaria e troppo gelosa.
    Sta a te chiarire la cosa, certo è che una vita di coppia del genere… non la auguro a nessuno. Ancora una volta, meglio soli e tristi che accoppiati in questo modo così… disumano!
    Buona vita Magda, ti auguro tutto l’amore del mondo, ma solo tu sai cosa vuoi e puoi esigere da te stessa!

  7. 7
    magda -

    Grazie Paolo, per fortuna credo non sia questo il mio caso.. Credo (e lo
    credevo già prima) che non si possa parlare di sadismo né di cattiveria..
    in un certo senso però di mancanza di riguardo nei miei confronti sì,
    continuo a pensare che ci sia..
    Comunque abbiamo parlato, mi ha detto che l’essere molto affabile e
    “cercare” gli altri fa parte del suo carattere e che non può cambiare, ma
    ha cercato di rassicurarmi e ancora una volta mi ha chiesto di fidarmi..
    Ma credo che in fondo abbia capito solo che ero gelosa..
    In ogni caso non so quanto sia positivo che lui cominci a pensare che
    non mi va più “a genio” il suo modo di fare…
    E’ vero che io credo anche nella sua buona fede..
    Una volta ho letto una cosa: “non è importante se una persona non ti
    ama come vorresti, ma che ti ami con tutto il suo cuore”. Sarà vero?

    Un’altra cosa: gli ho chiesto con una certa insistenza di fare un test in
    cui c’erano alcune domandine “mirate” del tipo “una cosa che ho fatto e
    che ti ha dato fastidio”… “la cosa più carina che ti abbia detto” “potresti
    immaginare cosa penso di te?” ecc.. Bèh, si è praticamente rifiutato di
    farlo cioè ne ha fatto solo un pezzo spiegandomi che non riteneva il
    “modo” con cui esprimere certe cose, che aveva anche paura di essere
    frainteso ecc.. Insomma gli è sembrato frivolo.. secondo me (e gliel’ho
    detto) non c’era nulla di male e che, comunque era un modo simpatico
    per cercare di carpire alcune cose che teniamo nascoste dentro di noi
    che altrimenti magari non verrebbero dette.. Gli ho confessato volevo
    che lo facesse perchè in alcuni momenti ho la sensazione che non mi
    conosca ancora molto bene… Bèh.. Pietra sopra.
    Per il resto è molto carino con me e dice a tutto il mondo che stiamo
    insieme… e c’è gente che nemmeno conosco e che non ho mai visto ma
    che invece sa di me…
    Sono un po’ confusa.. Delle volte mi chiedo se non mi aspetto troppo da
    lui… E altre volte invece mi dico: (es.) “e che diamine, era il caso
    telefonare a quella lì?”

  8. 8
    Paolo cogitoergosum -

    Carissima Magda, ciao!
    Tu dici “Una volta ho letto una cosa: “non è importante se una persona non ti ama come vorresti, ma che ti ami con tutto il suo cuore”. Sarà vero?”
    Non solo è vero ma se tu riesci a fare altrettanto allora sarete tra le poche persone ad avere davvero conosciuto l’Amore.

    Se invece dalla nostra o dal nostro partner vogliamo soltanto che esaudisca sempre le nostre aspettative e che rispecchi in pieno i nostri “schemi mentali” allora… vivremo soltanto un amore “narcisistico” e destinato inesorabilmente a crollare! (magari anche dopo 40 anni o mai, ma allora sarà ancora peggio, non avremo mai amato!)
    Buona giornata, buona vita!

  9. 9
    magda -

    Paolo ciao,
    penso che quello che hai scritto qui sopra sia la risposta che aspettavo..
    grazie

  10. 10
    Paolo cogitoergosum -

    Ti ringrazio di cuore, cara Magda!
    E non pensare che io sia un campione dell’arte di Amare.
    Tutt’altro, sto solo cercando di “studiare”, e,se mai ci riuscirò, di imparare dai miei errori!
    Buona vita, buona giornata!

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili